TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Più del 67 percento della popolazione di età superiore ai 12 anni ha ricevuto la prima dose del vaccino

In Finlandia, l’83% della popolazione rientra nel gruppo target per la vaccinazione, ad es. 12 anni e più, ha ricevuto la prima dose di vaccino e il 67 percento ha ricevuto dosi di vaccino. Nei gruppi di età superiore ai 60 anni, la copertura vaccinale per la seconda dose è superiore all’86 percento. Nella fascia d’età 50-59, la copertura vaccinale è presto dell’82 percento, e nella fascia di età 40-49 supera il 73 percento.

I vaccini somministrati finora offrono un’ottima protezione agli anziani ea coloro che sono particolarmente a rischio di contrarre la malattia e soffrono di una forma grave della malattia. L’incidenza nei gruppi di età è stata ridotta di almeno la metà dopo la dose di vaccino. Coloro che non sono stati vaccinati corrono un rischio significativamente maggiore di infezione e di sviluppare sintomi di coronavirus rispetto a coloro che sono stati vaccinati.

Nelle ultime due settimane (6-19,9.), sono stati segnalati 107 nuovi casi di corona ogni 100.000 residenti, il 27% in meno rispetto ai 146 casi ogni 100.000 residenti riportati nelle ultime due settimane. Il numero dei casi ha continuato a diminuire. Il numero di casi era 2.788 a 37 settimane e 3.130 a 36 settimane.

La maggior parte dei pazienti che necessitano di cure ospedaliere non sono vaccinati. Il 19 settembre, 78 pazienti sono stati assistiti nell’ambito dell’assistenza sanitaria specialistica. Di questi, 57 sono ricoverati nei reparti e 21 in unità di terapia intensiva. Ora è chiaro che il numero di pazienti in terapia intensiva ha iniziato a diminuire, ma a parte questo il carico sugli ospedali è rimasto più o meno allo stesso livello delle ultime settimane. Ad agosto e settembre, il carico era circa un terzo di quello che era quando la capacità di carico era al suo massimo nella primavera del 2021. Al 22 settembre sono stati segnalati 1.062 decessi per coronavirus.

READ  I ricercatori stanno esaminando la più grande minaccia per l'immunità di gregge nel prossimo futuro

Sebbene le vaccinazioni abbiano ridotto l’infezione e il carico ospedaliero, molti casi di infezione sono ancora segnalati in coloro che non sono stati vaccinati o non hanno una protezione completa dalla vaccinazione. Anche i contatti tra coloro che non sono stati vaccinati aumentano quando vengono revocate le restrizioni e aumentano i contatti fisici tra le persone. È importante che le persone continuino a essere testate per il coronavirus di conseguenza Strategia del Ministero degli Affari Sociali e della Salute per i test e la tracciabilità.

La situazione epidemiologica viene riportata settimanalmente. Il rapporto sullo stato è pubblicato giovedì alle 10.00.

Il rapporto sullo stato di avanzamento dell’epidemia pubblicato oggi e i rapporti precedenti sono disponibili sul sito web dell’Istituto di salute e benessere.

maggiori informazioni:

Mia Conteo, Esperta Senior, Istituto di Sanità e Cura, [email protected]Lisa Maria Phoebio Polki, Direttrice Strategia, Ministero degli Affari Sociali e del Lavoro, [email protected]
Bassi Bohjola, Direttore del Ministero degli Affari Sociali e della Salute, [email protected]Mika Salminen, Direttore dell’Istituto per la salute e il benessere, [email protected]Otto Helf, direttore medico, Istituto per la salute e l’assistenza, [email protected]