TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Pia Gribenberg: Più persone possono seguire il nuovo sistema di asilo in Danimarca

La Danimarca ha un’eccezione per quanto riguarda il diritto di asilo e migrazione nell’Unione europea. È molto difficile per il funzionamento della Commissione europea, la decisione danese, molto più che il piccolo principalmente musulmano Johansson e altri stanno andando male.

Agli occhi della Commissione, la cosa peggiore è che la decisione di Copenaghen potrebbe essere copiata da più paesi dell’UE. All’inizio di questa settimana, il ministro degli Interni austriaco Carl Niehmer ha chiamato l’organizzazione danese per i rifugiati refuge Per l'”approccio attraente”. Ha già in programma di andare in Danimarca a giugno.

Viaggio di emergenza Un accordo per definire un accordo con i richiedenti asilo in Danimarca non è ancora terminato. Ma se l’Austria è ispirata, potrebbe significare che nuovi paesi stanno iniziando a vedere una nuova legge danese.

In breve, significa che una persona deve venire fisicamente in Danimarca per richiedere asilo. La persona viene espulsa in un altro paese al momento dell’elaborazione della domanda di asilo (citato in Ruanda). Anche se alla persona viene concesso l’asilo, non dovrebbe essere autorizzato a vivere in Danimarca, ma piuttosto dovrebbe essere incorporato in Ruanda.

La conclusione di accordi con paesi al di fuori dell’UE per ridurre il numero di richiedenti asilo è un’altra mossa politica chiave dell’UE dall’ondata di rifugiati nel 2015. C’è un accordo con la Turchia. L’Unione europea collabora con il Marocco e la Libia. In breve, si tratta di impedire alle barche di aprire la strada all’Europa.

Rispetto al 2015, Quando più di un milione di rifugiati e migranti sono arrivati ​​nell’UE, ora è un disastro. Finora quest’anno Più di 30.000 persone È venuto qui. L’ONU stima che 784 persone siano morte o disperse.

READ  V4 Tips, Trott, 29 maggio a Solvalla

È molto difficile per i paesi dell’UE accordarsi su cosa accadrà a coloro che riescono ancora a raggiungere l’Europa. Molti sono ancora nei campi in Grecia. Italia e Malta non vogliono assumersi la piena responsabilità di chi attraversa il Mediterraneo.

Ylva Johansson, Commissario degli Interni.

Foto: Thomas Carlson

A maggio, la Commissione europea ha chiesto l’unità di altri Paesi quando circa 1.400 migranti sono arrivati ​​sull’isola italiana di Lampedusa. Irlanda e Lituania in fila. Hanno promesso di ricevere dieci richiedenti asilo ciascuno. Anche il Lussemburgo corre, ma non è chiaro quanti. Citato come spiegazione per la rapida risposta all’epidemia e rischio appello.

Dopotutto, il presidente del Consiglio italiano Mario Tragi è stanco. Si è offerto di affrontare il tema della migrazione al prossimo vertice UE.

Se lui e la Commissione europea, attraverso Yilva Johansson, potessero aumentare la pressione sui paesi affinché adottino politiche di asilo e migrazione, sarebbe un grande risultato.

leggi di più:

Yalva Johansson ha visto la nuova politica di asilo della Danimarca

I richiedenti asilo in Danimarca possono essere mandati fuori dall’Europa

L’ONU critica il piano danese di inviare richiedenti asilo