TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Henrik Lindstrand. Foto: Robin Skjoldborg.

nuovo singolare. Henrik Lindstrand ci offre altri campioni dal prossimo album

“La musica di Lindstrand ti apre il cuore, te lo prometto! Ma sei in buone mani, perché ha gentilmente messo l’ascoltatore nella cosa più bella che abbia mai sentito, e io vado avanti con una sicurezza e una calma che non ho mai provato in un a lungo.” Rivista Orchestra

“Per quelli di voi che pensavano di aver già sentito tutto ciò che può essere suonato al pianoforte” – Värmlands Folkblad

L’espressione ricorda in parte Nils Frahm ma è più sommessa e si sentono echi di compositori impressionisti come Ravel e Debussy ma anche atmosfere atmosferiche del jazz in lingua svedese di Jan Johansson.appisolato

“Le sue composizioni sottili, stratificate e intenzionalmente sparse forniscono la colonna sonora perfetta per la riflessione” Rivista magnetica

“Gameplay evocativo, ma mai ingombrante” Voce elettronica

“Lindstrand trasmette sentimenti attraverso melodie tristi e rilassanti” – La richiesta di riscatto

Il quarto album solista di Henrik Lindstrand, “Clangland”, sarà pubblicato su One Little Independent Records il 10 marzo e registrato da Francesco Donatello a Berlino sotto la direzione di Robert Ames (London Contemporary Orchestra). La musica questa volta presenta la stretta collaborazione di Lindstrand con una band, ed è già sulla traccia di apertura “Suolo”arrivato poche settimane fa, intreccia l’ascoltatore in un mondo di archi, che lentamente raggiunge il suo apice.

Dall’album è uscito oggi il nuovo singolo “Post”.

Ascolta qui

Henrik Lindstrand dice: “Post” è stata l’ultima cosa che ho scritto per l’album ed è anch’essa interamente dedicata agli accordi. Ho avuto una visione. La scena finale di un film italiano degli anni Cinquanta. Mentre il protagonista sale sulla sua grande macchina e guida lungo la costa occidentale italiana mentre i titoli di coda iniziano a scorrere. Può anche essere una metafora di ciò che accade dentro di me quando compongo. I lotti iniziali vengono aggiunti più avanti nel processo. Volevo che sembrasse più moderno e guardasse avanti, non solo indietro”.

Dopo il suo acclamato trio per pianoforte, Henrik Lindstrand torna con un nuovo album. Prende il nome dallo studio di Lindstrand, Klanglandet, che lui stesso descrive come un rifugio, un luogo dove i suoni nascono e danzano, svaniscono o trovano il loro posto nella melodia. Ed è proprio questa la semplice melodia su cui si concentrano le tracce dell’album.

READ  Vaccino contro Coronavina promesso ma con covid-19

Dall’uscita del primo album solista del trio, Leken, un pubblico in continua crescita ha scoperto le composizioni minimaliste di Lindstrand. Gli ascoltatori raccontano come usano la sua musica come illustrazione della loro vita quotidiana. Per la meditazione e la tranquillità, ma anche per le grandi svolte della vita come matrimoni, divorzi e persino nascite – una sorta di colonna sonora della vita.

Henrik Lindstrand è nato a Göteborg, cresciuto a Örebro e vive e lavora in Danimarca da 25 anni. Henrik ha avuto un curriculum davvero impressionante e una vita lunga e brillante come artista e compositore. È anche membro di una delle band scandinave più famose, i Kashmir, con i quali ha effettuato numerosi tour in tutto il mondo sia come tastierista che come chitarrista.

Henrik Lindstrand ha costruito una carriera di successo come acclamato compositore musicale per TV e film, oltre che per il pluripremiato gioco per computer LEGO Builder’s Journey.

L’album, “Klangland”, uscirà il 10 marzo 2023 (One Little Independent Records).

elenco tracce

1. Terra
2. Mosca gamma
3. Focene
4. Tuftestar
5. Vivi
6. Posta
7. CPH-RNA
8. millimetri
9. Terra clandestina
10. Una bicicletta
11. Bianco

Henrik Lindstrand:

sito web | Facebook | Instagram | Spotify | accampamento della banda

Piccoli record indipendenti:

sito web | Facebook | Instagram | Cinguettio