TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Ministro della Difesa di Netanyahu: Stop alla magistratura  Notizie SVT

Ministro della Difesa di Netanyahu: Stop alla magistratura Notizie SVT

Dopo il discorso, due parlamentari del partito di destra Likud del primo ministro Benjamin Netanyahu si sono espressi e hanno espresso il loro sostegno alle richieste di Gallant.Secondo i resoconti dei media, anche il ministro dell’agricoltura Avi Dichter ha chiesto a Netanyahu di tirare le redini. Tempi di Israele.

Da parte sua, il ministro della sicurezza di estrema destra, Itamar Ben Gvir, ha chiesto l’allontanamento di Galant dal governo.

Cannoni ad acqua e cavalli della polizia

Allo stesso tempo, il dodicesimo sabato consecutivo si sono svolte massicce manifestazioni di piazza contro gli schemi. Secondo gli organizzatori, hanno partecipato più di 630.000 persone, di cui quasi 300.000 a Tel Aviv.

In tarda serata, la polizia ha usato cannoni ad acqua e cavalli della polizia per disperdere i manifestanti sull’autostrada Ayalon attraverso Tel Aviv, ha riferito l’agenzia di stampa. AP. 28 persone sono state arrestate.

Il disegno di legge significa, tra le altre cose, che il parlamento dovrebbe essere in grado di rivedere le sentenze della Corte Suprema e che i politici hanno più potere di nominare i giudici della Corte Suprema. Deve anche proteggere Netanyahu, accusato di corruzione, dall’impeachment.

chiede di nuovo

Nel suo discorso televisivo, il ministro della Difesa ha affermato che il disegno di legge ha scatenato una rabbia che ha diviso la società israeliana, comprese le forze armate.

Ha esortato Netanyahu a ripensare e ad impegnarsi in un dialogo con i critici per realizzare una riforma che ottenga una più ampia accettazione.

– Se una parte vince, sia nelle strade che all’interno della Knesset, lo Stato di Israele è il più grande perdente.

READ  La richiesta della Svezia per la Nato è all'ordine del giorno dell'incontro tra Stati Uniti e Turchia

I riservisti si rifiutano di prestare servizio

Durante i mesi di proteste, i riservisti e gli ufficiali israeliani hanno firmato petizioni contro il disegno di legge e hanno minacciato di ritirarsi se i piani fossero stati attuati. Alcuni hanno definito i piani del governo un “colpo di stato”.

All’inizio di questa settimana, è stato riferito che solo il 57% dei riservisti della 551a brigata paracadutisti d’élite ha preso parte al servizio come da programma. Di solito scrive nove su dieci che partecipano Tempi di Israele.