TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Miliardi in bollette dopo alluvioni e incendi

Molte persone sono morte e le case sono state inghiottite dall’acqua in uno degli anni più piovosi mai registrati in Europa. Il conto delle inondazioni ammonta a miliardi di dollari.

Le cabine doccia galleggiarono nel mare al largo della Danimarca, migliaia di persone furono costrette a lasciare le loro case in Norvegia e a Göteborg un privato costruì un terrapieno protettivo sul vialetto della sua casa a schiera. Nella sola Svezia, i costi assicurativi dopo la tempesta Hans dell’agosto dello scorso anno sono stimati a circa 1 miliardo di corone – e le inondazioni rappresentano la parte del leone dei danni segnalati.

Il rischio di piogge e inondazioni aumenta con il cambiamento climatico. È un esempio di come “gli aumenti estremi delle precipitazioni stanno portando a eventi catastrofici” in Europa, secondo il rapporto “State of the European Climate 2023” del Servizio climatico Copernicus dell’Unione europea e dell’Organizzazione meteorologica mondiale (OMM).

Tempeste mortali

E non sono state solo Svezia e Norvegia a finire nell'occhio del ciclone. Secondo i dati preliminari, le inondazioni hanno causato ingenti danni in tutto il continente e hanno rappresentato l’81% delle perdite economiche dell’Europa dovute agli impatti climatici nel 2023.

Circa 1,6 milioni di persone sono state colpite dalle inondazioni, che hanno ucciso almeno 44 persone. Altre 63 persone sono morte a causa delle tempeste.

La crisi climatica è la sfida più grande che la nostra generazione deve affrontare. Celeste Saulo, direttrice dell’Organizzazione meteorologica mondiale, ha affermato nel suo commento che il costo dell’azione per il clima può sembrare elevato, ma il costo di non fare nulla è molto più alto.

READ  La criminalità ucraina in Siberia paralizza il traffico ferroviario tra Russia e Cina

Il 2023 è stato anche il 7% più piovoso rispetto all’anno medio europeo ed è stato uno degli anni più piovosi mai registrati. Dicembre ha visto anche flussi “estremamente elevati” in quasi un terzo della rete fluviale europea.

Ancora caldo

È stato un anno di contrasti.

L’Europa è il continente che si riscalda più velocemente e la temperatura sta aumentando. Tutti i mesi tranne uno sono stati più caldi della media e il clima è stato record di temperature calde nei mari europei. Parti dell’Oceano Atlantico settentrionale sono state colpite da un’intensa ondata di caldo marino.

Inoltre, bruciò su un’area equivalente alle dimensioni di Berlino, Parigi e Londra. La Grecia ha dovuto affrontare il più grande incendio boschivo mai avvenuto nell’Unione Europea.

Gli eventi meteorologici estremi che colpiranno centinaia di migliaia di europei nel 2023 valgono “decine di miliardi di euro”, secondo il direttore di Copernicus Carlo Bontempo:

– Purtroppo non ci sono numeri destinati a diminuire, almeno non nel breve termine.

Tuttavia, il rapporto non fornisce solo statistiche tristi sul clima. Oltre agli incendi e al mare agitato, è stata osservata una quota record di energia rinnovabile nella produzione effettiva di elettricità in Europa: il 43%, rispetto al 36% nel 2022.