TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Microinfezione estesa in Islanda – pronto soccorso

In Islanda, che finora è sopravvissuta relativamente moderatamente durante l’epidemia, il virus COVID-19 è aumentato drammaticamente di recente. È più diffuso negli adulti di età compresa tra 20 e 29 anni.

Più di 13.000 persone, pari al 3,5% della popolazione del Paese, sono in quarantena e il numero di nuovi casi di coronavirus è quasi raddoppiato in un solo mese. Di questi, si stima che circa il 90% sia costituito dalla nuova variante omicron.

Per saperne di più: Un passeggero positivo si autoisola sul water

Il personale infermieristico viene chiamato dalla quarantena

Il numero di ricoveri in ospedale è attualmente di sole 21 persone, ma a causa del fatto che gran parte del personale di cura è stato infettato, il Landspitales University Hospital è stato costretto a dichiarare lo stato di emergenza.

– Molti operatori sanitari sono ora messi in quarantena dopo essere stati esposti al virus, ma gli ospedali hanno dovuto iniziare a chiamare il personale che dovrebbe essere in quarantena, afferma Goran Svanborg Hoeksdottir, primario del dipartimento di microbiologia e virologia dell’ospedale, a Hufvudstadsbladet.

Inoltre, anche gli ospedali stanno vivendo una grave carenza di posti.

Gli ospedali erano affollati anche prima dello scoppio dell’epidemia. Guðrún Svanborg Hauksdóttir racconta al giornale che è una situazione molto difficile in questo momento, sono necessari entrambi i posti e un numero incredibile di personale.

Per saperne di più: La crescente prevalenza dell’infezione in Danimarca, ora la più alta al mondo

Vuoi saperne di più su come il GP lavora con il buon giornalismo? Leggi il nostro Codice Etico qui.

READ  Pace aerea tra UE e Stati Uniti: un "nuovo capitolo"