TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Markus Berg sull'inchiesta contro la Polonia: 'Potresti trovare nuove energie'

Markus Berg sull’inchiesta contro la Polonia: ‘Potresti trovare nuove energie’

Da quando Janne Andersson è diventato capitano della nazionale svedese nel 2016, Marcus Berg è stato uno dei giocatori più designati di Blågult, non solo nella squadra ma anche nella formazione iniziale.

Prima di incontrare la Polonia nell’ultima partita del girone, l’attaccante aveva giocato 36 delle 41 partite internazionali ufficiali (Coppa del Mondo, Commissione Europea, Qualificazioni e Nations League) che Jan Andersson ha disputato con la Svezia.

Ma al 42′, Berg ha dovuto partire dalla panchina quando Anderson ha invece optato per permettere a Robin Quayson, che aveva un attacco fondamentale contro la Slovacchia, di formare una coppia d’attacco con il potente Alexander Isak.

Abbiamo una situazione competitiva difficile per i nostri attaccanti. Robben ha fatto un buon salto nell’ultima gara ed è apparso davvero bene in prova. Pensiamo che il suo profondo vantaggio sarà una parte importante di questa partita, per minacciare i polacchi in testa. Ecco perché l’ho scelto. Ma è molto stretto. Abbiamo anche Dejan Kulusevski che ha anche un aspetto sempre migliore. Abbiamo molti buoni giocatori tra cui scegliere, ma oggi ho scelto così”, ha detto Jan Andersson a TV4/C More prima del calcio d’inizio contro la Polonia.

Berg om Petting: “Certo che vuoi giocare”

Pochi giorni dopo, quando Markus Berg era uno dei giocatori che hanno partecipato alla conferenza stampa della nazionale nella tenda stampa del Sankt Jürgen Hotel di Göteborg, il 34enne, tornato all’IFK Gothenburg dopo i Campionati Europei, ha dato la sua opinione sul petting.

Leggi di più: Janne Andersson ha usato Gais Bobbie Friberg da Cruz – come esempio di horror

READ  TV: il ritorno del marcatore Berg

– Certo che vuoi giocare, condividere e contribuire. Sento per me e per la squadra che non abbiamo raggiunto il 100% (contro Spagna e Slovacchia). Sono state partite difficili. Allo stesso tempo abbiamo ottenuto quattro punti e nell’ultima partita abbiamo vinto. Sette punti nella fase a gironi sono incredibilmente buoni. Tutte le 26 persone qui presenti hanno contribuito. Il merito di aver raggiunto questi risultati va a tutti. A volte ti siedi in disparte, devi accettarlo e poi cercare di trovare nuova energia e contribuire comunque.

L’ultima volta che ha iniziato dalla panchina in una partita ufficiale è stato in una partita di qualificazione ai Mondiali a marzo. Poi però si è infortunato leggermente e oltre a questo è tornato in squadra Zlatan Ibrahimovic, che ha intensificato la competizione.

Leggi di più: Tariffa unica per la nazionale – giro in giostra a Liseberg

In relazione a questo, Berg ha dovuto affrontare il salto. Così è stato contro la Polonia.

Berg sulla celebrazione: “Quindi sei stanco”.

Al 68′, il veterano sostituto Alexander Isaac, una volta in campo, ha potuto dare il suo contributo.

Al termine della partita, ha preso parte al gol decisivo per 3-2 segnato dal suo ex compagno di squadra a Krasnodar, Viktor Clisson, nei tempi supplementari.

Un target di cui Berg nelle foto in un primo momento non sembra gioire, che in alcuni punti è diventato uno snack bar. L’aggressore spiega la sua reazione.

– Quando è venuto di lato, avevo una buona posizione. Certo che volevo la palla, ma quando l’ha messa così, oddio, è stata una bella sensazione. Un traguardo molto importante. Grande divertimento per Victor. L’ho seguito nella squadra del club per due anni. Sono passato e ho visto il volo che ha fatto. È una gioia incredibile. Allora ero davvero stanco in quel momento. È stato un sollievo che abbiamo fatto 3-2. Grande divertimento per lui e per tutta la squadra ovviamente.

READ  Cinque spuntini: la partita principale tra il fulmine e gli isolani

Leggi di più: I numeri: qui la Svezia è la migliore – e la peggiore – agli Europei

Berg sulle occasioni da titolare contro l’Ucraina

Riguardo alle possibilità di Berg di iniziare gli ottavi di finale contro l’Ucraina, ha risposto:

– Ti sei allenato bene. Cerchi di prepararti per ogni partita come se stessi per giocare ed essere pronto e poi vedremo chi inizierà. Ovviamente tutti qui sperano di giocare, quindi funziona anche per me. Lo sto costruendo come se stessi andando a giocare. Poi vedremo.

Ha molto rispetto per la concorrenza. Alexander Isaacs, Dejan Kulusevsky e Robin Quayson hanno tutti mostrato una forma emergente.

– È molto difficile. Molti che mostrano una buona forma, molti che sono disposti a partecipare e contribuire. Questa è solo una cosa positiva. Ovviamente mi concentro personalmente su me stesso e cerco di dare la migliore prestazione possibile e di prepararmi a giocare. Tutti hanno fatto un ottimo lavoro, tutti stanno facendo del loro meglio, tutti stanno combattendo. Vedremo come andrà.

Vuoi saperne di più su come il GP lavora con il buon giornalismo? Leggi il nostro Codice Etico Qui.