TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’Unione europea è in lotta con la Cina: vuole essere la numero uno nel campo dei semiconduttori

Il presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha promesso mercoledì che l’Unione europea si batterà contro la Cina per diventare un leader mondiale nei semiconduttori.

Allo stesso tempo, il sindacato accelererà la vaccinazione contro il virus Corona dentro e fuori l’Europa.

Il discorso sullo stato dell’Unione di Ursula von der Leyen al Parlamento europeo è stato, come al solito, multilaterale. Questa volta includeva di tutto, dai semiconduttori, ai programmi di sussidio, alla crisi climatica, ai lavori giovanili e, naturalmente, alle misure contro la pandemia.

Tra le poche novità, l’investimento dell’UE è stato un leader mondiale nel settore dei semiconduttori. La carenza dell’ingrediente cruciale lo scorso anno ha rallentato la produzione di qualsiasi cosa, dai telefoni cellulari alle automobili.

“L’obiettivo per noi è creare insieme un ecosistema europeo per chip semiconduttori avanzati, che includa la produzione. In questo modo possiamo aumentare la sicurezza della nostra fornitura”.

Bacino dell’UE Ha anche elogiato le misure per accelerare l’Europa sulla scia della pandemia. Secondo lei, dopo la crisi finanziaria del 2008-2009, ci sono voluti otto anni perché il PIL della zona euro raggiungesse lo stesso livello di prima della crisi.

“Questa volta, ci aspettiamo che 19 paesi tornino allo stesso livello in cui erano prima della pandemia già quest’anno, con il resto che tornerà l’anno prossimo”.

È fondamentale per la ripresa che il mondo intero sia vaccinato e che l’epidemia si fermi. Finora, meno dell’1 per cento delle dosi mondiali è andato ai paesi più poveri.

“Team Europe sta investendo 1 miliardo di euro per aumentare la capacità di produzione di vaccini mRNA in Africa. Ci siamo già impegnati a condividere 250 milioni di dosi. Oggi posso annunciare che la Commissione donerà altri 200 milioni di dosi entro la metà del prossimo anno”.

Inoltre, HERA, l’agenzia dell’Unione europea per le crisi sanitarie, riceverà una nuova missione di ricerca sulla preparazione sanitaria e la resilienza.

“Deve essere supportato dall’investimento del Team Europe di 50 miliardi di euro entro il 2027 in modo che nessun virus trasformi un’epidemia locale in una pandemia globale. Non puoi ottenere un ritorno sull’investimento migliore di quello”, ha affermato Ursula von der Leyen.

per un aiuto Young Europe Dopo la pandemia, l’Unione Europea vuole lanciare un programma d’azione internazionale, ALMA, con lo scambio studentesco Erasmus come modello.

I parlamentari svedesi nell’Unione europea hanno criticato l’ambigua retorica in una conferenza stampa.

“L’ho vissuto come un buon atto di equilibrio con molto sostegno da parte di Ursula von der Leyen. Non si è pensato molto agli errori che abbiamo fatto”, afferma Abeer Al-Sahlani, membro del partito di centro.

Nota che molti europei sono morti durante la pandemia e che il mercato interno e la libertà di movimento si sono fermati durante la pandemia, quando gli Stati membri hanno imposto restrizioni alle importazioni e alle esportazioni.

“Oggi abbiamo tre sfide principali nell’Unione. È la crisi climatica, la democrazia è stata congelata e l’economia non si è davvero ripresa”, afferma Abeer Al-Sahlani.

“La retorica era piuttosto debole in termini di iniziative concrete”, afferma il moderato Thomas Toby.

lui era felice Vediamo di più su come realizzare una politica climatica più efficace, per creare crescita e posti di lavoro in Europa.

La deputata socialdemocratica Helen Fritson è felice che la regola dell’UE abbia sollevato la questione del clima, ma chiede che sia fissato un prezzo per le emissioni.

Nemmeno Ursula von der Leyen ha menzionato l’uguaglianza di genere. Ha affrontato la situazione delle donne in Afghanistan e la violenza contro le donne, ma è molto debole in termini di parità di genere. A questo ritmo, ci vorranno 60 anni prima di raggiungere un’Europa equa”, afferma il membro S.


READ  Elezione della giuria durante il giorno del processo a R Kelly