TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

"L'Occidente dovrebbe aiutare la Russia quando Putin cade"

“L’Occidente dovrebbe aiutare la Russia quando Putin cade”

Con la guerra aggressiva della Russia contro l’Ucraina, vediamo come la storia si sta ripetendo. Siamo inorriditi dalle violazioni contro un vicino pacifico e democratico. La somiglianza con gli anni ’30 è spaventosa. Un Paese umiliato in cerca di vendetta e di un nuovo ruolo nel mondo.

La Germania si assicurò una pace difficile dopo la prima guerra mondiale. Creò il terreno che permise ai nazisti di prendere il potere e la prima guerra mondiale riprese e fu ribattezzata seconda guerra mondiale.

Ora hanno imparato e la pace con la Germania è stata stabilita nel 1945 in un modo completamente diverso. Con l’aiuto dell’americano Marshall e altre forme di sostegno, la Germania, come l’Italia e il Giappone, adottò rapidamente ideali democratici e oggi costituisce un centro stabile del mondo democratico. Un grande passo in tal senso avrebbe potuto essere compiuto già nel 1919.

Cosa dobbiamo capire ora è che perdere in una guerra fredda ideologica può influenzare le persone tanto quanto perdere in una guerra militare. Negli anni ’90, i russi hanno subito una shockterapia economica e altre esperienze traumatiche che hanno sviluppato il governo dei ladri invece della democrazia. L’analogia con gli anni ’30 è che in entrambi i casi è stato creato il terreno che porta al potere leader come Hitler e Putin.

Quello a cui stiamo assistendo ora è l’inizio della fine dell’era Putin. Non sappiamo come sarà questa fine, né quanto tempo ci vorrà o quanto gravemente verrà distrutta l’Europa.

Se vuole portare a un altro crollo in Russia, il mondo esterno dovrà trarre ispirazione e saggezza dalla pace del secondo dopoguerra. La Russia dovrebbe quindi ricevere assistenza attiva. Il mondo non può lasciare che i russi falliscano più di una volta.

READ  Ha fatto schifo come editorialista? - il lavoro

Dobbiamo resistere ora Due pensieri nella mia testa contemporaneamente. Dobbiamo essere fermi nella nostra condanna delle azioni della Russia e nel nostro sostegno all’Ucraina. Allo stesso tempo, i leader mondiali devono creare uno stato di allerta su come affrontare un possibile crollo in Russia.

Le condizioni devono esistere. L’Ucraina ha trovato rapidamente la sua strada quando ne ha avuto l’opportunità. È chiaro che ci sono anche forti forze democratiche in Bielorussia.

È difficile per la Russia essere un caso disperato a lungo termine.