TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’istruzione deve venire prima che si agisca sulla questione del clima

Questa settimana è stato riferito che il più grande iceberg del mondo si sta attualmente separando dall’Antartide. Il ghiacciaio, chiamato A-76, sfocia nel Mare di Weddel e ha una superficie di 4.320 chilometri quadrati, che è più grande dell’isola di Maiorca. Dato che solo un decimo del ghiacciaio è visibile sopra la superficie dell’acqua, ci sono enormi quantità di acqua ghiacciata che ora scorre nel mare.

Nonostante questo evento preoccupante, non può essere direttamente attribuito al cambiamento climatico in corso, poiché si verifica durante tutto il tempo in cui il ghiaccio si separa dai blocchi dei ghiacciai antartici.

Già questo iceberg Il precedente galleggiamento in mare significa anche che non ha alcun effetto diretto sul livello del mare. Ma non tutto è pace e gioia. Secondo Tom Arnboom, un esperto polare del WWF, grandi quantità di ghiaccio vengono rilasciate dall’Antartide all’incirca ogni due anni, ma il tasso sembra aumentare.

“Sembra che stia andando sempre più veloce. Hanno un po ‘paura che gli scaffali, i grandi continenti, si riverseranno nel mare”, dice a TT, e crede che il nuovo iceberg sia un “segnale di avvertimento”.

Di conseguenza, lo scioglimento del ghiaccio antartico a un ritmo più elevato ha conseguenze globali, soprattutto sopra il livello del mare, che rappresenta una minaccia diretta per i miliardi di persone che vivono vicino alle coste. Lo sfondo è un aumento della temperatura media globale, che a sua volta è dovuto all’aumento delle emissioni di gas serra.

Nonostante le dimensioni L’Iceberg A-76 è un evento straordinario, infatti, le notizie climatiche più sorprendenti di questa settimana sono arrivate da una direzione completamente diversa, secondo un nuovo rapporto dell’Agenzia Internazionale dell’Energia (IEA).

READ  Samsung Galaxy Z Flip 3 Lite potrebbe essere uno dei dispositivi da annunciare l'11 agosto

Secondo l’Agenzia Internazionale per l’Energia, al fine di raggiungere l’obiettivo climatico dell’Accordo di Parigi di mantenere il riscaldamento della Terra a una temperatura massima di 1,5 gradi, tutte le nuove estrazioni di fonti energetiche fossili devono essere interrotte immediatamente. Inoltre, deve esserci un massiccio aumento della produzione di energia rinnovabile, quindi soprattutto, eolica e solare. Fino al 2050, l’energia eolica deve essere 20 volte di più e l’energia solare poco più di 10 volte superiore rispetto a oggi.

“Nessun cambiamento può essere fatto nella scala e nel ritmo necessari per raggiungere l’obiettivo senza il supporto e la partecipazione continui dei cittadini”, ha scritto l’Agenzia Internazionale per l’Energia.

L’Agenzia internazionale per l’energia non è stata così chiara prima d’ora in un rapporto che indicava la gravità della situazione climatica. Il clima non può aspettare, occorre agire oggi. ma come?

Nonostante le polemiche sul clima La temperatura è aumentata notevolmente negli ultimi anni, non tutti stanno comprando il punto di vista della scienza sulla situazione. Con l’aumento dei livelli di anidride carbonica nell’atmosfera, gli scettici climatici sembrano prosperare come mai prima d’ora. La forza trainante principale sembra essere la difesa della visione del mondo, il che significa che non si devono fare grandi sacrifici in futuro. Semplicemente fa male quando il tuo mondo fallisce.

Sebbene ci sia un consenso scientifico quasi completo sul fatto che la temperatura media globale sia in aumento e che la ragione sia un aumento dell’uso umano di fonti energetiche fossili, ci sono persone che affermano ostinatamente che l’evoluzione non è dannosa o addirittura anormale.

Va detto, ovviamente, che in questo paese abbiamo la libertà di espressione e il diritto di esprimere le nostre opinioni. Quindi il problema non è ciò che dicono gli individui, ma piuttosto ciò che la scienza dice e predice sul futuro sconosciuto e generalmente accettato per essere in grado di far fronte ai prossimi cambiamenti climatici.

READ  Scoperta una nuova mutazione Delta: "potrebbe essere più contagiosa"

La conoscenza pubblica del clima è importante sia per i politici che per i cittadini, quando saremo d’accordo su come sarà e si svilupperà il mondo, sarà più facile agire.

Può essere inconsolabile Per partecipare ai rapporti di allarme climatico in corso. Come si fa la differenza quando il mondo sembra comunque andare verso il disastro?

Comprendere la scienza e le sue relazioni è forse il primo passo più importante da compiere per gli individui e il pubblico.

Con un punto di partenza comune, sarà più facile concordare cosa è necessario fare per fermare il cambiamento climatico in corso. Pertanto, l’educazione viene prima che si intraprenda un’azione sulla questione del clima ed è imperativo che l’educazione sia diffusa e trasmessa.