TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L'Inghilterra ha smesso di perdere: cosa sorge al suo posto?

L’Inghilterra ha smesso di perdere: cosa sorge al suo posto?

Gli ultimi giorni di giugno 2016.

L’Inghilterra lascia la Francia. Una perdita in una spericolata guerra di teppisti contro la Russia, e anche una sconfitta sul campo. L’Islanda è andata troppo forte agli ottavi, Lars Lagerback è stato troppo duro con Roy Hodgson, Harry Kane troppo facile con Ragnar Sigurdsson e Kari Arnason e Kolbin Sigurdsson troppo facile.

A casa, la profezia tradizionale si adempie. L’Inghilterra ha fallito, brinda all’eterna mediocrità, lascia che i titoli dei giornali sovrastino i peggiori battitori di questa edizione e si vergogni di quanto poco bruciano per il nero sulla maglia.

Il tema di quest’estate 2016 sta rapidamente diventando un segno delle somiglianze tra la Brexit e le preoccupazioni della nazionale di calcio. “La nostra squadra di calcio ha sempre rispecchiato le più ampie correnti sociali ed economiche di questo paese, quindi anche ora che 27 paesi scuotono la testa e si chiedono cosa dovrebbero fare con noi”, I Guardiani hanno scritto David Conn, mentre altri tabloid più gonfiati si stanno ritirando dopo i tatuaggi e le abitudini di consumo di Raheem Sterling.

Il calcio per la nazionale europea presenta molte caricature, ma nessuno ha costruito su una realtà in proporzioni così grandi come quella che raffigura l’Inghilterra. La Francia esplode nelle stanze d’albergo, bruciando dall’interno di intrighi e prepotenza, ma questo non accade in tutti i tornei. L’Olanda fatica a giocare a calcio, ma a volte trova una risposta. Anche lo stereotipo della Germania come sterile carovana di disciplina e competenza ha avuto un vero successo nel 2010.

immagine: © BILDBYRÅN

L’Inghilterra fallisce. Anche quando l’Inghilterra fa bene, l’impressione duratura è che non sia stata abbastanza. ancora e ancora. Il valore di tutto il loro contributo al torneo è stata la paura del fallimento e la preparazione collettiva e nervosa per l’inevitabile, proattiva e intensa caccia alle ragioni per cui ciò è accaduto.

Alcuni potrebbero ricordarlo in modo orribile

La maggior parte dei giocatori di Gareth Southgate non sono nati quando la loro squadra nazionale ha perso le semifinali della Coppa del Mondo del 1990. Paul Gascoigne ha sbagliato un goal con il piede e ha pianto, e Gary Lineker sembrava attraente per Sir Bobby Robson ed è tornato dall’Italia. Un grande shock.

immagine: IMAGO SPORTFOTODIENST via WWW.IMAGO-I / IMAGO IMAGES / WEREK WWW.IMAGO-IMAGES.DE

Non è stata eseguita alcuna elaborazione. L’Inghilterra è caduta alle calcagna della Svezia all’Europeo del 1992 e ha saltato la fase finale della Coppa del Mondo nel 1994. Al massimo, l’attuale nazionale ha vaghi ricordi di un rigore sbagliato dal capitano della nazionale contro la Germania (di nuovo) dal 1996, o il cartellino rosso di David Beckham contro l’Argentina nel 1998. Semmai, qualcuno ricorderà con orrore quello che è successo in Germania nel 2006, quando Wayne Rooney è stato espulso contro il Portogallo, o in Sudafrica nel 2010, quando la Germania ha umiliato (di nuovo) il cittadino Fabio Capello . Squadra 4-1 ai quarti di finale.

READ  Polizia in piedi vicino a Nizza dopo la scandalosa partita

La cosa drastica non riguarda solo le prestazioni calcistiche, ma i meccanismi interni ed esterni del calcio inglese e la sua incapacità di affrontare e discutere le battute d’arresto.

Incolpare il karma per la disabilità

Giocatori, leader, sostenitori, media, politici e artisti hanno collaborato per creare una cultura della squadra nazionale piena di cinismo, pessimismo e disprezzo di sé. Ha una canzone – “She’s Going Home” – una canzone con protagonista scritta da tre comici prima dei Campionati Europei del 1996 che è stata a lungo cantata come una sorta di colonna sonora nera satirica per tutto ciò che fa l’Inghilterra, perché in fondo tutti sanno che la casa è l’unica uno Metti il ​​titolo Non sulla mia strada.

I giocatori hanno bevuto il loro cannone, ricevuto cartellini rossi, sono passati dalla vittoria della Champions League a fare le peggiori scommesse della loro vita, facendo fantasmi, piangendo e sprecando rigori. I media li hanno inseguiti con titoli di guerra e capri espiatori.

immagine: DAVE HOWARTH / AP TT News Agency

Anche i capitani della squadra nazionale hanno svolto un ruolo fondamentale nello sviluppo dello stato di velocità della squadra. Sven-Goran Eriksson è riuscito a superare duecento scandali, tra cui diversi accordi per infedeltà, prima che il suo incontro con il “falso sceicco” Mazhar Mahmud gli costasse il lavoro.

Il falso sceicco. Dillo ad alta voce a te stesso.

Glenn Hoddle ha costretto i suoi giocatori a sedersi in colloqui terapeutici con Elaine Drewry, la “guaritrice” che i giocatori non avrebbero mai voluto incontrare, prima… Mostra una trama strana Che le persone nate con braccia e gambe sono sopravvissute alla disabilità nella vita “per una causa” con riferimento al “karma” come condizione illustrativa. Quando Roy Hodgson è stato autorizzato a lasciare dopo il Campionato Europeo nel 2016, Hoddle è stato ancora suggerito come capitano della nazionale da alcuni giornali prima di finire a lavorare con Sam Allardyce, che era Sul vasino due giornalisti del telegrafo interessati al muro Quando ha imitato gli errori delle parole di Roy Hodgson e si è permesso di corrompere le istruzioni su come aggirare i regolamenti della FA.

READ  "Saremo una bella coppia"

Aggiunto uno strato di umorismo

Gareth Southgate è arrivato, e con quello tutto sembra prendere vita, ma si tratta di qualcosa di più del leader della lega in persona.

I tentativi di fornire spiegazioni serie ai problemi delle major league sono stati innumerevoli. L’ampio dibattito sul calcio, condotto da esperti dello studio ed ex giocatori, ha restituito essenzialmente la stessa cosa – la mancanza di spirito combattivo – che per lo più ha aggiunto uno strato di umorismo.

Altri guardavano dall’altra parte. Il libro di Simon Cooper e Stefan Szymanski Why England Lose significava, tra le altre cose, che il calcio nel paese rimaneva uno sport della classe operaia. Secondo gli autori, l’impossibilità di beneficiare della “classe media” significava che lo staff tecnico non era in primo piano. È un’analisi con un approccio socio-economico difficile da dimostrare, e forse il problema è più sfaccettato di così.

Coincidenze, pareggi e piccoli margini nei tornei non vanno mai sottovalutati. Il livello di stress psicologico ha sicuramente contribuito, così come i ripetuti tentativi di fare pressione sulle star che all’inizio non hanno lavorato insieme. Il problema non era che Lampard e Gerrard sono stati testati troppo poche volte.

Tra il 1996 e il 2016, cinque dei 205 giocatori del campionato inglese erano professionisti stranieri. La stessa tendenza interna era presente anche sul fronte tecnico, anche in Premier League, dove è arrivato fino all’ingresso di Rafa Benitez e Jose Mourinho nel 2004 prima che gli allenatori stranieri potessero influenzare il diffuso dibattito sul calcio.

immagine: Niklas Larsson / bildberon / bildberon

Da allora l’Inghilterra è diventata più idealista di altre regioni del mondo e ha formato molti più allenatori (nel 2013 la Germania aveva 28.400 con una licenza Uefa B rispetto all’Inghilterra 1.759), beneficiando del St. George’s Park, il centro calcistico nazionale completato nel 2012, ha subito una sorta di bagno di pulizia psicologica di massa. Prima e durante il WC 2018 e l’EC 2020, le colonne erano piene di discorsi difensivi per giocatori come Raheem Sterling, una sorta di compromesso con la lunga tradizione dei capri espiatori aggressivi.

Gareth Southgate era direttore giovanile al St. Prima che George Park salisse nelle classifiche mondiali, è cresciuto dalla grande acquisizione del calcio inglese. Dubito che sia il tipo di allenatore che in seguito prenderà la guida di una grande squadra europea e otterrà il successo in quel tipo di ambiente, ma come capitano dell’Inghilterra, è stato come una ferita e una siccità. Indipendente nel suo pensiero, un vocabolario che probabilmente il quattro per cento di Allardyce comprende, paziente nella sua battaglia contro le narrazioni consolidate, educative, divertenti e non ingannate dagli zii vestiti nei ristoranti di Londra.

READ  MFF - Djurgården: Jo Inge Berget parla della debolezza di Djurgården

immagine: Catherine Eiffel/Reuters Bildebronn

Una delle cose più importanti che ha detto da capitano è stata che voleva convincere i giocatori che giocare per l’Inghilterra “potrebbe essere un’esperienza positiva”.

Ha funzionato, e questo va molto lontano.

Southgate sta per diventare immortale, solo la Danimarca ostacola la sua prima finale di campionato dal 1966. Tre leoni in maglia, anni di malizia non ci sono più e in mezzo a tutto è impossibile ignorare l’ovvio. didietro.

Sarebbe orribile ascoltarlo?

L’Inghilterra inizia a vincere, quindi il cartone più divertente e vivace del calcio europeo sta per morire.

È questa l’inesauribile fonte di umorismo presto un capitolo finale? La squadra nazionale di calcio inglese dovrebbe essere così abile e impressionante ora?

Forse c’è salvezza nella battaglia per il merito di tutto. Quando la Francia ha segnato un primo tempo stabile contro la Svizzera, le due squadre del calcio britannico si sono scontrate nello studio ITV. Per prima cosa, la parola è andata a Gary Neville, che facilmente attraverso alcune immagini e frasi ha sezionato come l’approccio tattico francese ha lasciato grandi lacune e creato problemi.

Ringraziando l’ospite per l’analisi, si rivolse a Roy Keane, che era seduto a pochi passi di distanza, e prese il comando.

– Ma di tattiche e sistemi possiamo parlare quanto vogliamo, si tratta di spirito combattivo, giusto?

Con l’Inghilterra che si avvicina alla finale del campionato, mi chiedo come stiano procedendo i dominatori del calcio inglese, scegliendo liberamente dalla tanto citata categoria guidata da Sam Allardyce, Paul Merson, Richard Keys, Glenn Hoddle, Graeme Souness e le persone che la pensano allo stesso modo dietro tastiere The Sun e il Daily Mail – si occuperanno del vento in poppa.

Integrità, raffinatezza tattica e strategie di allenamento sono le ragioni del successo mondiale?

O c’è solo una vittoria da dichiarare nella loro antica guerra culturale?

Possiamo parlare quanto vogliamo delle licenze di coaching e del club del libro della tecnologia di Marcus Rashford e John Stone?

Si tratta solo di posizione?