TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Le stelle del nuoto rinunciano ai Mondiali: le restrizioni li hanno fermati

Lunedì è arrivata la notizia che il Paese non gareggerà ai Campionati mondiali di short track ad Abu Dhabi il prossimo dicembre, e non ospiterà il National Short Track Championship, che si sarebbe dovuto tenere a settembre.

“Dal momento che non è possibile fidarsi di mantenere aperti i confini e continuare a chiudersi, riteniamo che questa sia la decisione giusta”, ha dichiarato in una nota Alex Bowman, presidente di Swimming Australia.

Parti dell’Australia stanno vivendo una crescente diffusione del virus COVID-19 e diversi stati e città hanno imposto rigide restrizioni. Tra i nuotatori che hanno gareggiato a Tokyo, molti non possono ancora tornare a casa a causa delle norme di quarantena.

Baumann afferma che le restrizioni renderanno difficile formare una squadra australiana ufficiale per la Coppa del Mondo ad Abu Dhabi dal 15 al 20 dicembre.

“I requisiti di quarantena post-gara ci portano nel periodo di Natale e Capodanno e molti degli atleti sono stati lontani dalle loro case per oltre dieci settimane, quindi abbiamo ritenuto che non fosse possibile inviare una squadra all’evento”, afferma .

“Per quegli atleti che desiderano ancora partecipare e soddisfare i criteri di selezione, forniremo supporto per assistere con viaggio e alloggio durante la competizione”.

Tra le stelle che hanno perso i campionati del mondo di short track c’era Emma McKeown che ha vinto l’oro olimpico nei 50 m stile libero a Tokyo, una gara in cui Sarah Sjostrom è arrivata seconda.

READ  Engeldahl denuncia Häcken al collegio arbitrale