TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Le immagini satellitari mostrano la distruzione delle acciaierie Azovstal dopo i bombardamenti russi

Nella città portuale di Mariupol, la devastazione sotto l’occupazione russa è stata estesa, secondo gli scarsi resoconti dei media che hanno raggiunto DN. Non vi è alcun segno di creazione di un corridoio umanitario. Al contrario, un ospedale da campo situato nell’area delle acciaierie assediate dell’Azovstal è stato attaccato venerdì e più di 600 feriti, ha affermato sabato il sindaco di Mariupol Vadim Boychenko, secondo il quotidiano britannico Guardian. CNN.

Le acciaierie sono state oggetto di un massiccio bombardamento russo, confermano nuove immagini satellitari pubblicate per la prima volta dalla CNN. Un’immagine satellitare scattata da Maxar mostra la distruzione delle acciaierie. Quasi tutti gli edifici del sito dell’acciaieria sono stati distrutti. L’immagine mostra buchi nei tetti, soffitti completamente crollati e facciate demolite.

Menzionato nelle acciaierie Circa 1.000 civili si sono rifugiati nelle profondità della terra dalla parte delle forze ucraine. Dall’immagine satellitare non è chiaro se questi spazi sotterranei siano stati bombardati o come siano stati colpiti dai bombardamenti russi.

Ci sono cantine e bunker a cui non possiamo accedere perché sono sotto le macerie. Non sappiamo se le persone vivono o meno, ha detto alla Galileus Web Svyatoslav Palamar, il leader ucraino in azione.

La Russia continua La guerra di due mesi in Ucraina è stata definita “operazione speciale”. La Russia attacca l’Ucraina per via aerea, terrestre e dal Mar Nero.

Secondo Reuters, i robot da crociera russi si sono schiantati sabato notte nella città portuale di Odessa, una città relativamente risparmiata nell’Ucraina dilaniata dalla guerra. Su Telegram, l’esercito ucraino ha riferito che una pista dell’aeroporto di Odessa era stata distrutta.

READ  'Idee femministe' quando la Corea del Sud va alle urne

Sabato la battaglia sulla regione orientale del Donbass si è intensificata. Si dice che le forze russe abbiano bombardato un centro ferroviario e una linea di rifornimento per le forze dell’Ucraina orientale, ha riferito la CNN TV in riferimento a materiali video che mostrano vagoni ferroviari in fiamme a est di Sloviansk. Secondo un membro di alto rango delle forze armate statunitensi, le forze russe sembrano muoversi verso le città di Sloviansk a est e verso Baranivka nell’Ucraina nordoccidentale.

Descrive il presidente dell’Ucraina La guerra della Russia nel Donbass è crudele. “Stanno facendo tutto ciò che è in loro potere per distruggere tutte le manifestazioni della vita”, ha detto Volodymyr Zelensky in un discorso sabato mattina, alla BBC. Il presidente ha affermato che la Russia sta deliberatamente prendendo di mira alloggi e infrastrutture sociali.

La Russia ha dichiarato venerdì di aver utilizzato un sottomarino diesel nel Mar Nero per attaccare obiettivi militari ucraini con missili da crociera Kalibr. Dallo scoppio della guerra in Ucraina, è stata la prima volta che la Russia ha annunciato l’uso di un sottomarino per attaccare il paese vicino, secondo Reuters. Nel frattempo, il ministero della Difesa russo ha pubblicato un video clip che mostra come diversi missili da crociera salgono dalla superficie del mare e volano, secondo il ministero della Difesa, verso obiettivi militari ucraini.

Nonostante l’escalation della guerra, la Russia è lenta. Secondo l’intelligence britannica, pubblicata su TwitterSi dice che la leadership militare russa sia stata costretta a riorganizzarsi e unire le unità dopo i tentativi falliti di guadagnare terreno nell’Ucraina nord-orientale. Secondo le strutture, è probabile che queste forze russe soffrano di scarso morale.

READ  La campagna di Donald Trump ha appreso che Sidney Powell e Rudy Giuliani stavano mentendo

Piccolo raggio di luce per gli ucraini Si tratta di una riconquista militare del villaggio occupato dai russi di Ruska Lozova, a nord di Kharkiv, due mesi fa. Da quando le forze ucraine sono entrate nel villaggio, i suoi residenti se ne sono andati volontariamente o sono stati evacuati nella vicina città di Kharkiv.

Tatiana Efimovna, 69 anni, riprende fiato due mesi dopo l'occupazione russa del villaggio di Ruska Lozova fuori Kharkiv.

Tatiana Efimovna, 69 anni, riprende fiato due mesi dopo l’occupazione russa del villaggio di Ruska Lozova fuori Kharkiv.

Foto: Dimitar Delkov/AFP

In un’intervista all’Agence France-Presse, Tatiana Efimovna, 69 anni, racconta la paura che ha provato di fronte ai soldati russi. Era un ragazzo in bicicletta, loro (i soldati russi) fermarono il ragazzo e gli coprirono la testa con una borsa e gli legarono le braccia dietro la schiena. Qualcuno ha chiesto cosa avrebbero fatto con il ragazzo… È stata un’umiliazione”, dice.

Secondo le Nazioni Unite, più di 11 milioni di ucraini sono stati costretti a lasciare le loro case dall’inizio dell’invasione a febbraio. Quasi la metà di loro si è trasferita in altri paesi.

Leggi di più: La Russia rivendica il controllo di Mariupol