TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Le centrali idroelettriche ricevono assistenza dalle batterie delle auto usate

Fortum Energy Corporation continua a investire in collettori di batterie nei suoi impianti idroelettrici. Landafors fuori Bollnäs sarà ora equipaggiato con batterie per auto usate.

La frequenza nel sistema elettrico settentrionale dovrebbe essere di 50 Hz. Se devia troppo, l’alimentazione deve essere aggiunta o eliminata dal sistema. Ciò avviene tramite accordi su vari servizi di controllo delle frequenze.

Fino ad ora, l’energia idroelettrica è stata utilizzata principalmente per regolare la frequenza nella rete elettrica. ma ora Inizia sempre più Nia Attori Spettacoli.

Fortum lo era Primo in Svezia Consentendo alle batterie su scala commerciale di regolare la frequenza nella rete dorsale. Un parco batterie da 5 MW e 6,2 MWh è stato messo in funzione presso la stazione idroelettrica di Forshuvud fuori Borlänge 2019.

Batterie da 1 mWh e 250 kWh

Lo scopo era ridurre l’usura delle unità della centrale idroelettrica consentendo alle batterie di reagire rapidamente ai cambiamenti nella frequenza della rete elettrica.

C’erano nuove batterie agli ioni di litio di Tesla in mostra.

Foto: Fortum

Ora, Fortum sta procedendo e sta installando un nuovo parco batterie presso la stazione idroelettrica di Landafors, a sud-est di Bollnäs. Questa volta, tuttavia, vengono utilizzate batterie agli ioni di litio delle vetture ibride Volvo.

Il parco comprende 48 pacchi batteria agli ioni di litio in un contenitore. Insieme, hanno una capacità installata di 1 MW e una capacità di stoccaggio di 250 kWh.

Batterie delle auto di prova

Tuttavia, non tutto verrà utilizzato, secondo Volvo Cars.

Alcune batterie sono nuove e altre sono state utilizzate nelle nostre auto sperimentali, afferma Jürgen Samius, Project Manager di Volvo Cars.

Le auto di prova vengono sottoposte a varie forme di test interni presso Volvo Cars. Nessuna delle batterie inviate a Landafors era nelle auto usate dai clienti.

A: No, non è passato così tanto tempo da quando sono finiti. Volvo Cars ha introdotto la sua prima auto ibrida plug-in nel 2012 e finora le batterie delle nostre auto ibride vengono ancora spedite con i nostri clienti nelle loro auto perché funzionano ancora bene, afferma Jürgen Samius.

La più grande sfida tecnica per il sistema di controllo

Il motivo per cui Fortum ha scelto di investire nelle batterie usate è quello di migliorare l’aspetto della sostenibilità del progetto riducendo i costi.

– Abbiamo scelto di provare a usarli. Ma se non funziona bene dobbiamo usare di nuovo batterie nuove. Valuteremo il sistema per tre anni prima di decidere se un utilizzo è la soluzione migliore, afferma Alessandro Ferrares, Project Manager di Fortum.

Stazione idroelettrica di Landafors. Foto: Fortum

Durante il periodo di valutazione, l’azienda spera anche di ricevere risposte sulla capacità di accumulo necessaria alle batterie per poter funzionare nel loro nuovo ruolo. Un altro parametro importante è capire in che modo le batterie saranno influenzate dal loro nuovo utilizzo.

La nostra valutazione è che dovrebbero gestire bene il compito senza invecchiare troppo rapidamente. Si spera che vengano utilizzati per altri cinque o dieci anni, afferma Jürgen Samius.

L’investimento è sotto forma di una collaborazione tra Fortum, Volvo Cars e Comsys, che hanno costruito un sistema di controllo per Battery Park.

La sfida tecnica più grande è stata costruire un sistema di controllo in grado di controllare le batterie e integrarle nel nostro sistema di controllo nella centrale elettrica. Alessandro Ferraris afferma che le batterie sono fatte per guidare un’auto, e ora è importante avere un funzionamento stabile presso la centrale idroelettrica.

“Una situazione vantaggiosa per tutti”

Il lavoro con il sistema di controllo è durato circa un anno. Il piano ora è installare il parco batterie prima dell’estate e prequalificare la regolazione delle frequenze durante l’estate.

Centrale elettrica di Landafors. Foto: Fortum

Fortum spera che l’investimento prolunghi la vita della centrale idroelettrica e delle batterie. L’azienda si aspetta che le batterie funzionino meglio a Landafors rispetto alle auto ibride.

Ma l’investimento viene fatto anche affinché l’impianto possa continuare a offrire una rapida regolazione della frequenza.

– Svenska kraftnät sta sviluppando nuovi requisiti tecnici e riteniamo che il tipo di centrale idroelettrica leggermente più lenta possa incontrare problemi in futuro. Alessandro Ferrares dice che non è chiaro che Landafors potrebbe continuare a fare le normative iniziali in futuro se non installiamo il complesso di batterie.

Vista aerea della stazione idroelettrica di Vorshovoud. Battery Park con batterie Tesla mostrate a sinistra nella foto. Foto: Fortum

Proprio come a Forshuvud, l’idea è che le batterie e la centrale idroelettrica dovrebbero completarsi a vicenda. Le batterie reagiscono rapidamente ai cambiamenti di frequenza e conducono l’alimentazione a una corrente elettrica. Quindi la centrale idroelettrica può subentrare aumentando la sua produzione di elettricità.

Le batterie progettate per le auto ibride hanno una grande potenza ma poca capacità di stoccaggio, quindi non è certo che possano essere abbastanza resistenti. Ecco perché l’abbiamo messo insieme alla centrale idroelettrica. Alessandro Ferrares dice che sarà una situazione vantaggiosa per tutti.

Sono forshofood Ci è voluto un po ‘ Per vedere come le batterie e l’energia idroelettrica possono interagire al meglio tra loro. Alessandro Ferraris ritiene che l’installazione a Landafors sarà più efficiente sin dall’inizio.

Ma i dubbi rimangono ancora.

Non sappiamo cosa otterremo per la latenza in Landafors. A Forshuvud possiamo entrare e uscire dal potere in meno di un secondo, ma il collegamento al sistema di controllo di Landafors potrebbe richiedere più tempo, afferma Alessandro Ferraris.

Alessandro Ferrares, foto: Linda Norstedt

Il parco batterie Fortum a Forshuvud è un progetto di successo. Grazie alle batterie, la turbina non deve subire simili rapide variazioni di flusso d’acqua rispetto al controllo di frequenza. Ma non è chiaro quale sarà il guadagno che otterrà riducendo l’usura dell’unità idroelettrica.

Quanto possiamo prolungare la vita dell’unità è una domanda che facciamo molto ma non possiamo rispondere. Alessandro Ferrares dice: Potremmo tornare tra 20 o 30 anni.

Fortum non vuole divulgare il costo del parco batterie dei Landafors.

Centrale elettrica di Landafors

La centrale idroelettrica di Landafors si trova a Ljusnan nel comune di Bollnäs ed è stata messa in servizio nel 1976. L’altezza di caduta è di 6,5 metri, la capacità è di 11,2 MW e la normale produzione annuale è di 65 GWh.

READ  OnePlus Nord 2T: informazioni sulla ricarica