TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L'AIK ha ignorato Mikael Lustig e ora sta aiutando Västerås

Mikael Lustig si offrì di aiutare l'AIK ma gli venne assegnato il Premio Nobel.

Ora si è invece trasferito al VSK.

“Il pericolo è che se chiedi aiuto ai vecchi giocatori e le cose vanno bene, potrebbero ottenere un po' di brillantezza in più”, dice l'ex giocatore della Nazionale.

È passato poco più di un anno da quando Mikael Lustig ha concluso la sua lunga carriera da giocatore dopo che l'AIK si è classificato quinto nella massima serie svedese. Seguire il suo ex club la scorsa stagione non è stato facile.

– E' stato speciale. Naturalmente c'erano alcune preoccupazioni su come sarebbero andate le cose, ma probabilmente non pensavate che sarebbe stato così complicato. L'anno scorso è stato davvero caotico e penso che sia stato salvato da una buona finestra estiva. Dice che costa anche dei soldi, ma spero che ora non sia un disastro.

Cosa pensi della prossima stagione?

– Se si guarda l'età e l'aspetto della struttura non si può dire che siano semplicemente soddisfatti di essere migliorati rispetto allo scorso anno. Questi sono i giocatori che devono dare il massimo. Sarebbe sbagliato parlare di oro, ma bisogna saper partecipare da grande squadra. Allo stato attuale, il Malmö è la squadra da battere. L'Elfsborg l'ha scartato l'anno scorso e penso che il Malmö migliorerà.

“L'ordine non è mai arrivato.”

Lustig voleva aiutare l'AIK la scorsa stagione e ha offerto i suoi servizi, ma il club non li ha accettati.

Mikael Lustig.
READ  Robin Lehner ha comprato serpenti esotici come risparmi per la pensione

-Ho preso dei contatti con loro. Poi quando si è trattato di dare una mano in squadra forse quella richiesta non è arrivata, forse si trattava di altre cose.

Era qualcosa che speravi arrivasse?

– Non avevo molto da fare l'anno scorso, quindi ero abbastanza aperto e sarei felice di aiutare se avessero una domanda o potessero far parte di un consiglio sportivo. Ma quella particolare richiesta non è mai arrivata, dice Lustig.

– Quando nuove persone entrano in nuove posizioni, potrebbero voler correre la loro corsa. C'è il rischio che se ricevi aiuto dai vecchi giocatori e le cose vanno bene, potrebbero ottenere un po' più di splendore. Un fattore potrebbe essere che loro vogliano davvero correre la loro gara al massimo e tu devi rispettarlo. Non chiedevano affatto tanti soldi per aiutare, semplicemente sarebbero stati felici di aiutare, ma non c'era niente per cui valesse la pena voltarsi indietro e sentirsi amareggiati.

La città vince

Invece, Lustig, che vive a Vasteras, ha iniziato a lavorare nello sviluppo di giochi presso VSK.

-Aiuto la VSK Academy più volte alla settimana. Stiamo guidando da alcune settimane ormai ed è stato divertente.

Vedi un futuro da allenatore?

– Essere coinvolto in una squadra e in una squadra di calcio è il momento in cui senti di avere radici e di poter contribuire. È sicuramente una possibilità, ma come allenatore non lo so.

Subito dopo aver terminato la sua carriera, Lustig è diventato un esperto di TV4. Ora ha raggiunto la sua seconda finale di Champions League e crede che il titolo finirà in Inghilterra.

READ  Colpo di stella del Chelsea: ha cercato di ingaggiare Dybala per la gara di Formula 1 in Inghilterra

– È stato divertente arrivare con una squadra sfavorita, ma è difficile scappare dal City e dal Real Madrid. Se dovessi correre il rischio, metterei i miei soldi nel City.

Mikael Lustig.