TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’Agenzia nazionale per l’istruzione inasprisce i requisiti dell’indagine PISA

Questa primavera, l’Ufficio nazionale dei conti svedese ha criticato ferocemente l’Agenzia nazionale per l’istruzione e il governo su come ha gestito l’ultima indagine di Pisa. La critica si è basata sul fatto che la Svezia ha rimosso in anticipo una percentuale molto alta di studenti, con il rischio di risultati positivi fuorvianti.

PISA è una delle tante indagini internazionali sulla conoscenza a cui partecipa la Svezia e PISA è molto importante perché, a differenza dei voti e dei test nazionali, fornisce un quadro del livello di conoscenza degli studenti svedesi nel tempo.

Dopo varie indagini E in un dibattito politico piuttosto intenso, l’Agenzia nazionale per l’istruzione sta ora segnalando al governo come garantire una maggiore partecipazione.

Il rapporto mostra che l’Agenzia nazionale per l’istruzione fisserà uno standard più elevato rispetto all’OCSE. L’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico, responsabile a livello internazionale dell’indagine di Pisa, richiede un tasso di risposta del 77 per cento. L’Agenzia nazionale per l’istruzione richiederà il 90 per cento. “Più scuole saranno quindi in grado di organizzare test di follow-up, che dovrebbero aumentare il tasso di risposta a livello nazionale”, ha scritto l’Agenzia nazionale per l’istruzione.

L’Agenzia nazionale per l’istruzione seguirà anche le eccezioni in modo più dettagliato richiedendo un account per le scuole prima dell’attuazione di PISA.

Un certo numero di genitori riceverà anche informazioni inviate a casa su quanto sia importante per tutti gli studenti selezionati partecipare a Pisa.

READ  L'esultanza pazzesca di Daniel De Rossi negli spogliatoi