TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’Agenzia delle Entrate svedese su un milione di frodi: gravissime

Il nuovo lucchetto proteggerà ulteriormente le tue informazioni personali

I truffatori sono sospettati di aver chiesto di diventare agenti di dichiarazione dei redditi per accedere ai conti dei miliardari della tecnologia.

L’Agenzia delle Entrate svedese ha ora introdotto una barriera che proteggerà ulteriormente le informazioni sensibili.

Invitiamo tutti a usarlo, afferma il direttore dell’unità Anders Backe.

I truffatori devono aver trovato milioni di corone da conti appartenenti a un certo numero di noti appaltatori.

Secondo le informazioni di Aftonbladet, gli autori hanno avuto accesso alle coordinate bancarie degli uomini d’affari registrandosi come agente pubblicitario con Agenzia delle Entrate Svedese. Questo è stato fatto su moduli cartacei e le vittime non hanno ricevuto le conferme inviate perché i truffatori hanno cambiato l’indirizzo.

L’Agenzia delle Entrate svedese ha rintracciato i truffatori nell’autunno del 2020. A quel punto, una delle vittime aveva ricevuto una notifica. Successivamente, sono stati scoperti altri cinque casi.

Quando lo abbiamo scoperto, abbiamo controllato più di 6.000 rapporti di agenti su carta senza trovare nulla di sospetto, afferma il responsabile dell’unità Anders Buck.

Anders Backe dell’Agenzia delle Entrate Svedese.

immagine: Sarah Borman

800.000 richieste all’anno

I truffatori non hanno rubato denaro dai conti delle tasse aziendali. Tuttavia, sono stati in grado di vedere i numeri di conto e altre informazioni sensibili. Quindi sospettano di aver usato queste informazioni per poter effettuare un milione di trasferimenti.

– Prendiamo molto sul serio l’uso dell’Agenzia delle Entrate svedese in questo modo. Abbiamo sporto denuncia non appena abbiamo saputo che era successo.

L’Agenzia delle Entrate svedese riceve annualmente circa 800.000 domande di rappresentanza. La maggior parte di essi viene eseguita digitalmente utilizzando un ID bancario.

Anders Bäck invita tutti ad avere una casella di posta digitale per essere in grado di rilevare rapidamente attività sospette.

– Se ti imbatti in truffatori, c’è il rischio che svuotino la tua casella di posta prima che tu abbia la possibilità di farlo. Con una casella di posta digitale questo rischio viene eliminato.

“In questo modo prendiamo molto sul serio l’Agenzia delle Entrate svedese”, afferma Anders Backe.

immagine: Janerik Henrikson / TT

può essere bloccato

All’inizio di giugno, l’Agenzia delle Entrate svedese ha introdotto una nuova barriera per ridurre il rischio di frode. Lo strumento di blocco non è più in grado di registrarsi come agente compilando un modulo cartaceo.

– Ci auguriamo che tutti coloro che possono aderire ai nostri servizi di blocco si uniscano. Anders Buck dice che è un modo semplice per proteggersi dalle frodi.

Inserito:

READ  Shock finlandese: sconfitta in Coppa del Mondo contro il Kazakistan