TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La Russia sta ordinando a dieci diplomatici statunitensi di lasciare il paese

Oltre a richiedere ai diplomatici di andarsene, Mosca, tra le altre cose, pubblicherà un elenco di otto funzionari statunitensi che sono nell’elenco delle sanzioni della Russia, secondo Reuters. Mosca sta anche esaminando potenziali misure “dolorose” contro le società statunitensi in Russia. Secondo Lavrov, il Cremlino sta anche valutando la proposta di Biden di un incontro bilaterale per discutere l’escalation delle tensioni.

Venerdì scorso, ci sono state notizie secondo cui il Cremlino stava basando la sua risposta su ritorsioni contro gli Stati Uniti.

Il portavoce Dmitry Peskov ha detto all’epoca: “Il principio di reciprocità in tali questioni non è stato finalizzato, ma tutto dipende dalle decisioni del capo di stato russo”. Reuters.

Di Putin e del presidente degli Stati Uniti Joe Biden, ha detto: “I loro punti di vista sono categoricamente diversi quando si tratta di costruire relazioni reciprocamente vantaggiose e tenendo conto degli interessi reciproci”.

Ha affermato che Putin aveva ripetutamente affermato che la Russia era pronta a cooperare con gli Stati Uniti, proprio come gli Stati Uniti erano disposti a cooperare con la Russia.

Misure da americano sospeso L’inclusione di molte società russe e russe nell’elenco delle sanzioni statunitensi. Inoltre, dieci diplomatici russi sono stati licenziati e il governo Biden ha esteso il divieto alle banche e alle istituzioni americane di acquistare titoli di stato russi. A giugno, alle istituzioni finanziarie negli Stati Uniti sarà vietato l’acquisto di obbligazioni di nuova emissione direttamente dalla Banca centrale, dal Ministero delle finanze o dal Fondo pensione statale della Russia.

Le sanzioni, in risposta a presunti tentativi del governo russo, influenzeranno l’esito delle elezioni presidenziali americane dello scorso anno. Inoltre, si sospetta che il servizio di intelligence russo sia responsabile di un grave attacco informatico alla società tecnologica americana Solarwinds, che ha preso di mira un gran numero di autorità e società americane. Inoltre, le tensioni sono aumentate tra i due paesi dopo le notizie sulla presenza di armi russe al confine ucraino. La Russia nega tutte le accuse.

READ  I sostenitori di Trump temono dopo la repressione di Rudy Giuliani

Martin Crag è il manager Per il programma Russia ed Eurasia al Foreign Policy Institute, e conferma che le sanzioni statunitensi sono le più pericolose contro la Russia dal 2014 dopo l’annessione della Crimea.

– Queste sono sanzioni severe che influenzano direttamente le condizioni finanziarie del paese. Ciò renderà notevolmente difficile per lo stato russo prendere in prestito denaro dai mercati internazionali del credito e porterà a tassi di interesse più elevati, che porteranno a costi di prestito più elevati per lo stato russo, afferma Martin Krag.

In qualità di principale economia mondiale, gli Stati Uniti hanno muscoli completamente diversi dalla Russia per mirare alle sanzioni commerciali contro un altro paese.

Sanzioni occidentali e Le contro-sanzioni russe sono il “tango” che si è verificato dal 2014. Crag sottolinea che negli Stati Uniti sembra mancare una strategia chiara. Ritiene che le sanzioni non dovrebbero essere una reazione perché indeboliscono la funzione deterrente.

Le nuove sanzioni, infatti, non modificano in particolare la situazione di fondo, dove i rapporti tra Russia e Occidente dal 2014 sono ostili. Gli Stati Uniti avrebbero dovuto dire fin dall’inizio che se avessero fatto questo e quello, gli strumenti delle sanzioni sarebbero stati attivati.

Ha sottolineato che quanto sta accadendo al confine russo-ucraino e le sanzioni statunitensi non sono necessariamente collegate.

D’altra parte, le sanzioni ricordano che l’Occidente ha strumenti potenti. È, ovviamente, un segnale a Mosca che se la Russia si intensificherà contro l’Ucraina, Washington sarà preparata. Ma nessuno sa con certezza quali siano le intenzioni di Mosca riguardo all’accumulo, afferma Martin Krag.

Leggi di più:

Gli Stati Uniti impongono nuove sanzioni alla Russia

READ  L'aborto può essere vietato dopo la quindicesima settimana negli Stati Uniti

Questo è il motivo per cui la Russia è sull’orlo del collasso al confine con l’Ucraina

Michael Winarsky: Biden ha attaccato Putin ma non ha chiuso la porta