TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La nuova mostra racconta i cento anni di storia di Liljewalsch

Riassumere più di 100 anni di mostre a LilJewels è un lavoro molto piccolo. Il commissario per la mostra Lena Rydon, un’esperta d’arte a Bukovsky su base giornaliera, lo chiama ancora un “riparto da sogno”.

Quando si guarda nello specchietto retrovisore, è spesso una forte reazione a numerose mostre e opere d’arte.

– Questa è una casa che spesso evoca forti emozioni. Alcune mostre coprono l’intera Stoccolma, e talvolta l’intero paese, come la mostra d’arte messicana mostrata qui nel 1952, sottolinea Lena Ryden.

All’epoca erano esposte più di duemila opere, tra cui Frida Kahlos, in dodici camion custoditi qui da guardie di sicurezza armate. L’opera ha attirato 212.000 visitatori, che è il record per il pubblico di Liljewals.

Foto 1 di 3
Edward Munch, “Sin” (1902).

Foto: Alexander Mahmoud

Foto 2 di 3
Carl Larson, “Primi compiti / primi compiti” (1903).

Foto: Alexander Mahmoud

Foto 3 di 3
Anders Joan, “Gioia materna” (1882)

Foto: Alexander Mahmoud


Il direttore di Liljevalch Mårten Castenfors è particolarmente soddisfatto dell’ampiezza di opere, immagini e materiali stampati che ora riempiono la galleria.

– La cosa cattiva in questa mostra è che mostra cosa c’era in questa casa e cosa è stato mostrato Tutto, Lui dice.

Da Carl Larson, Lilgefors e Jன்rn a Modernity di Sigrid Hejerton a Matisse, Picasso e Alberto Giacometti a Don Volkers, Sophie Daddy – e Lars Lerrin.

Per chi ama Guarda la famosa arte, più di 150 opere in mostra: Edward Munch, Jean-Michel Basquiat e la sua nuova espressione e il più grande divano Liljewell originale di Joseph Frank del 1934. Inoltre, Niles Dortell e il suo Dandy morente, l’arte sovietica nei primi anni Sessanta, i drammi erotici alla fine degli anni Sessanta e la recitazione selvaggia negli anni Settanta (Gordon Sledmark che indossa un pupazzo di barboncino bianco dell’anti-establishment”).

READ  "Mamma Mia - eccoli di nuovo!"

Ma nel 1988 l’acclamata mostra “Sono andati a Parigi”, che ancora una volta ha fatto luce sul genio di Helen Scherfeck e Hannah Pauly. Come l’universo di Hilma di Clint appeso a queste pareti nel 1999.

Foto 1 di 3
La mostra presenta più di 150 opere d’arte, oltre a un’ampia varietà di archivi e film.

Foto: Alexander Mahmoud

Foto 2 di 3
Pablo Picasso, “Natura morta con vetro” (1918).

Foto: Alexander Mahmoud

Foto 3 di 3
La mostra durerà fino al 16 gennaio 2022.

Foto: Alexander Mahmoud


L’ambizione dietro la mostra dell’anniversario, oltre a tutte le opere, è quella di cercare di catturare il sentimento dei tempi attraverso decenni di testi descrittivi, musica e filmati.

Inoltre, prepara altre cose che sono state mostrate qui per decenni: mostre incentrate sulla casa, alloggi, moda esclusiva, lavori di iniezione e arte dei mobili e IKEA, artigianato e tappeti avanzati di Martha Moss-Fjetterstrom.

Cosa ti ha sorpreso di più al lavoro?

– Questo lavoro è un impegno maturato in molti anni, Lena Ryden risponde senza tempo per pensare.

Ad esempio, hanno allestito una mostra italiana negli anni ’20, dove hanno creato temi italiani nella musica, nelle sfilate di moda e nei ristoranti della città nei menu italiani del Grand Hotel di Stoccolma.

Il famoso dipinto di Picasso “Kournica” – mostrato nel 1938 – è un altro esempio di opere d’arte particolarmente notevoli. Oppure “Sunday Morning” di Edward Hopper, che arrivò a Stoccolma nel 1953 con il MoMA di New York.

Entrate Morton Costenforce Torna all’ampia varietà di opere.

– Liljewals sarà uno spazio aperto a tutto, penso sia chiaro in questa mostra. C’era un’energia in questa casa, ed esiste ancora oggi, dice.

Foto 1 di 3

Foto: Alexander Mahmoud

Foto 2 di 3
Rita Lundquist, “Casa e fuoco” (1998/2015).

Foto: Alexander Mahmoud

Foto 3 di 3
Christopher Le Brown, “Morseppa” (1981).

Foto: Alexander Mahmoud


READ  L'operatore ferroviario italiano sta progettando treni "non governativi"

Questo progetto ti ha fatto pensare di fare una mostra gigante simile in futuro?

– Se vogliamo fare un grande investimento nel futuro, dobbiamo farlo insieme a qualcun altro. Una mostra di Picasso costa 15-20 milioni, che è il nostro dilemma, dice Gustenforce.

– Invece devi fare qualcos’altro. Ad esempio, una meravigliosa piccola mostra di Bear Bonnard con venticinque dipinti nella nostra nuova estensione.