TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Keir Starmer può aiutare la Gran Bretagna, ma provoca la febbre biliare nei giornalisti – Hufvudstadsbladet

Keir Starmer può aiutare la Gran Bretagna, ma provoca la febbre biliare nei giornalisti – Hufvudstadsbladet

Mi sono trasferita a Londra nel 2009. La crisi finanziaria ha scosso il Paese e la prima cosa di cui ho dovuto occuparmi sono state le manifestazioni nella City di Londra. Folle inferocite si radunarono davanti agli enormi edifici di pietra dove per secoli furono custodite la capitale della nazione e del mondo. La polizia è intervenuta con guanti duri e un uomo è morto. Contemporaneamente in Gran Bretagna nasceva una nuova era.

I laburisti hanno perso il potere nel 2010, dopo essere scivolati al numero 10 di Downing Street nel 1997, e sono seguite speranza ed euforia. Poi è arrivata la guerra in Iraq e il malcontento. Poi è arrivata la crisi finanziaria.

I conservatori furono quindi costretti a formare un governo con i liberaldemocratici. Hanno aumentato le tasse universitarie, nonostante la promessa di non farlo. I giovani britannici erano arrabbiati e manifestarono.

Il primo ministro David Cameron Il Cancelliere dello Scacchiere George Osborne ci ha detto che i soldi erano finiti. Hanno detto che il precedente governo laburista l’ha sprecata. Il debito nazionale aveva raggiunto un livello record e doveva essere ridotto. La soluzione erano tagli drastici. Il settore pubblico e i comuni del paese hanno ricevuto un budget ridotto. Coloro che hanno ricevuto il sostegno statale ora riceveranno meno soldi e, se vivi con una pensione di invalidità, dovrai sottoporti a nuovi esami medici per poter continuare a ricevere il sostegno.

Fu l’inizio di un nuovo tipo di declino. La povertà infantile ha raggiunto nuovi massimi, il numero dei banchi alimentari è aumentato drasticamente e dal 2010 i bambini britannici di cinque anni sono più bassi rispetto ai loro coetanei di altre parti d’Europa. Nel frattempo, si dice che il numero di suicidi tra le persone con disabilità sia aumentato e gli enti di beneficenza hanno avvertito che ciò è legato alle nuove regole.

READ  Ministro della Difesa di Netanyahu: Stop alla magistratura Notizie SVT

Armato dal mondo finanziario Ha anche creato increspature in politica. Lo si vedeva spesso con una lattina di birra in mano. Offre un resoconto raffinato e nostalgico di com'era la Gran Bretagna prima che le città del paese fossero piene di immigrati e di élite liberali. La storia parlava di quanto fosse bello un tempo il paese e di quanto fosse potente.

Il nome del politico era Nigel Farage e il suo partito, l'UKIP, era in testa alle elezioni locali. Il primo ministro David Cameron si è preoccupato. Aveva bisogno di trovare una strategia che attirasse nuovamente gli elettori verso i conservatori. L’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea.

Nell’estate del 2016 si tenne il referendum e poi, a sorpresa, il Paese scelse di votare a favore dell’uscita dall’Unione Europea. Ops. Molti a Westminster non credevano che sarebbero andati in quella direzione, né il governo era preparato, secondo molti resoconti dell’epoca.

Successivamente si sono verificati due disordini E stagnazione. Mentre i parlamentari discutevano su come attuare nella pratica la Brexit, è diventato difficile fare altro.

La nuova prima ministra conservatrice Theresa May ha sofferto di divisioni all’interno del suo partito. All'inizio alcuni conservatori la chiamavano “mamma”. È stata acclamata come una nuova Iron Lady che avrebbe preso piede nel paese. Ha concluso il suo mandato al 10 di Downing Street come “Maybot”, un primo ministro insicuro e insicuro che non è riuscito a garantire la maggioranza ai conservatori nelle elezioni generali.

Il suo successore è stato Boris Johnson, che ha promesso di portare avanti la Brexit criticando le istituzioni e i tribunali del paese. Ha anche promesso foreste dorate e foreste verdi a diversi gruppi di elettori che volevano cose diverse, a volte contrastanti, e per questo ha ottenuto un'ampia maggioranza per i conservatori. Ma il suo partito era così diviso che continuò a litigare con se stesso alla Camera dei Comuni. È diventata l'opposizione di se stessa.

READ  Nazioni Unite: non ci sono prove che la principessa Latifa sia viva

Le statistiche hanno mostrato che il paese ha continuato a deteriorarsi. Ma per i corrispondenti esteri, il periodo tra il 2014 e il 2019 è stato un periodo impegnativo: prima il voto sull’indipendenza in Scozia, poi la Brexit, gli attacchi terroristici a Londra e Manchester, l’incendio di Grenfell, l’elezione della leadership del partito e le elezioni parlamentari. Eventi molto tragici e inquietanti.

Ma almeno gli inglesi avevano una regina. Lei era quella che era lì nella buona e nella cattiva sorte, nelle crisi e nei periodi di calma. Quasi tutti amavano la regina.

Poi è arrivata la pandemia e i conservatori hanno festeggiato quando il Paese è entrato in lockdown. I ministri hanno concesso contratti governativi del valore di miliardi di sterline ad amici e conoscenti che importavano dispositivi di protezione che poi hanno dovuto essere annullati. Boris Johnson è stato costretto a dimettersi.

È stato sostituito dal parlamentare conservatore Blaise Truss, che ha causato una crisi finanziaria, ha aumentato i tassi di interesse ed è stato costretto a dimettersi dopo sette settimane.

Morì la regina Elisabetta.

Al principe Carlo e alla principessa Caterina è stato diagnosticato un cancro. Il nuovo primo ministro Rishi Sunak voleva introdurre il servizio militare obbligatorio e inviare profughi in Ruanda.