TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Johan Esk: È in corso il metoo 2.0 dell’hockey su ghiaccio svedese?

Scandali simili si stanno verificando in due luoghi diversi nell’industria dell’intrattenimento svedese.

La società di produzione dietro il “Paradise Hotel” ha lasciato andare lo spettacolo anche se sapevano dei maiali. Il benessere dei partecipanti non valeva nulla quando si doveva fare “buona televisione”.

La squadra di hockey su ghiaccio Brynäs ha permesso a una stella di giocare nelle qualificazioni SHL anche se il club sapeva di essere sospettato di aggressione e stupro. Il nuovo contratto SHL valeva così tanti milioni che tutti i bei valori svanirono.

Nint si fermò Paradise Swedish Hotel. Ma la versione danese è ancora visibile. Il tempo dall’altra parte dello stretto è molto migliore?

Bernas ha ora prelevato i due giocatori sospettati di stupro – uno trattenuto per probabile causa, l’altro catturato – dal servizio. La stagione è ancora finita. Non c’è bisogno di servizi per i giocatori.

La somiglianza tra i recenti scandali nel regno del sapone e l’hockey su ghiaccio svedese è che cose simili sono già successe. Come si diceva prima, “ora ci deve essere un cambiamento”.

La somiglianza è che il tempo è diverso ora. Si spera che ci siano davvero migliori possibilità di miglioramento nel 2021.

Ho visto molti post negli ultimi giorni su ciò che hanno vissuto durante le loro realistiche registrazioni di soap opera. loro sentirono. Potrebbe non essere sufficiente per le implicazioni legali, ma dovrebbe comportare un clima di produzione diverso.

ti rende Dobbiamo chiedere:

Ci sono molte mogli, fidanzate o semplici conoscenti di giocatori di hockey su ghiaccio svedesi che ora sono seduti e si chiedono se dovrebbero dire loro cosa stavano facendo quando attraversavano il confine? In caso affermativo, quanti?

READ  Skrällen: Naomi Osaka è fuori dal torneo olimpico di tennis

Quanti dirigenti di club si siedono e temono che la loro buona associazione venga esposta a cazzate?

Quanti giocatori sono preoccupati per …

No, ci fermiamo qui.

Le persone che dovrebbero essere nervose, devono rimpiangere ciò che hanno fatto, raramente pensano di aver fatto qualcosa di sbagliato e quindi devono affrontare accuse di sorpresa e diniego.

Quando il metoo autunno spazzò Davanti a loro, tutti – uomini e donne – dovevano guardare nello specchietto retrovisore dei ricordi e riflettere sul proprio comportamento. quelle parole? Quello scherzo? Come sono stati ricevuti? Come sei atterrato?

Non tutti la pensavano così. Alcuni – la maggior parte uomini – non si rendevano conto che questo era proprio l’argomento di discussione.

Una cosa che potrebbe mettere Bernas nel mezzo della miseria è far compiere all’hockey svedese un passo nella giusta direzione, dopotutto è quella parola.

Machokultur.

Brynäs IF scrive sul suo sito web:

“La cultura maschile e gli standard dominati dagli uomini non appartengono al futuro hockey”.

Per molti anni, l’eco di ogni pista di pattinaggio del paese è stata che questa cosa con una cultura macho, oggi non c’è più niente nell’hockey.

Non si può fare nulla fino a quando non si riconosce che c’è un problema.

Brynäs scrive lo stesso Il testo con cui ho lavorato molto nel lavoro di base. Non da ultimo contro i bambini e con l’UNICEF.

Ma se le stelle più grandi, i più grandi simboli della federazione, quelli che giocano nella squadra maschile del club non vivono come il club vuole sapere, se il club non fa capire a tutti che tutti dovrebbero difendere gli stessi valori – allora il lavoro dei valori crolla e inizia solo se.

READ  La maledizione di Messi spezzata - Di Maria è un grande eroe per l'Argentina nella finale di Copa America contro il Brasile

Altri club non sono stati interrotti, ma ci sono tutte le ragioni per cui tutti dovrebbero riprendere tutto il lavoro e rendersi conto che la cultura virile dell’hockey svedese non è un’epidemia locale a Gävle.

Per saperne di più: Due giocatori sospettati di stupro – La collaborazione dell’UNICEF con Bernas è stata sospesa