TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il Tour de Ski ha cambiato la vita di Galla e ora Carlson può vincere

Frida Carlson non ha superato una scivolata in slalom al Val de Fame in Italia.

Nemmeno Charlotte Galla quando la sua vita e carriera sono cambiate il 6 gennaio 2008.

– Ora penso che sia giunto il momento per una nuova vittoria svedese, dice a DN l’ex star dello sci di fondo.

Come sciatore appena ritirato – Freddo Ha concluso la sua carriera la scorsa primavera – È sdraiato su un divano televisivo durante il Tour de Ski di quest’anno.

– È stato eccitante. Il primo fine settimana della Coppa del Mondo, non mi sono solo seduto sul divano e ho pianificato il fine settimana, avrei potuto semplicemente seguirlo con il mio telefono con me. Ma ora sto affrontando un po’ di più i giorni dopo le gare durante Natale e Capodanno.

– Sono molto impressionato da ciò che loro (i pattinatori svedesi) hanno fatto finora ai Mondiali, e ciò che Frida sta facendo ora durante il tour è molto eccitante.

Quale chiave avrà nella salita finale di domenica?

– È molto intelligente in se stessa. Anche se non inizia lì, anche se è una partita speciale – il primo tempo è piatto e poi arriva un lungo tratto in cui non puoi riposare – penso che avrà un buon senso di come gestire i propri poteri. . Sta per uscire e fare la sua scommessa.

Il tradizionale tour di nove chilometri è incentrato sull’acido lattico, le ossa della fronte e i fantasmi del cervello.

– Penso che sia importante ricordare che non ci si sente bene, dice Galla.

– Raramente andiamo su salite così ripide. Quindi non va bene per nessuno.

READ  Netflix è il più grande produttore televisivo in Europa, più grande della BBC

Puoi praticarlo?

Charlotte Galla ride.

– Questo è un po’ difficile. Dopotutto, non avevo corso molte piste da slalom prima di vincere il Tour de Ski. Quindi, se hai la capacità, ti sembra di avere un vantaggio in salita, a prescindere.

Charlotte Galla e Frida Carlson al Tour de Ski dell'anno scorso, l'ultimo nella sua carriera sciistica di Galla e un Tour che Carlson ha battuto.

Foto: Maxim Thoré/Bildbyrån

Prima dell’ultimo tour Nel 2008, Charlotte Galla ha superato il leader Virby Guitunen di 40 secondi. Film TV dove si trova Crack al finlandese ad albe sermis Un pezzo di storia sportiva svedese.

– In realtà ho una vita prima e dopo la montagna del Tour de Ski, dice oggi il 35enne Galla.

– Quando sono andato al Tour de Ski in quel momento, essere in cima al podio era lontano dal mio obiettivo. Non sapevo di essere così in forma.

La vittoria ha avuto un impatto enorme. Ti sei reso conto di quello che hai fatto?

– No, ci sono stati molti media dopo le gare, ma l’attenzione dovrebbe essere solo “ora è finita, ora ci concentriamo sul prossimo”. Quindi, non ero davvero preparato quando i giocattoli, i giornali e l’aereo sono stati consegnati a casa, specialmente quando sono atterrato ad Arlanda. Anche se l’avevo preparato per essere di grande interesse, non riuscivo a capirlo. Sono successe così tante cose… Poche settimane dopo ero a un galà sportivo. Ed è “eh…? ‘phoppa’ mi sta guardando?”

Cosa significa per te la vittoria del tour di oggi?

– È lì che la mia vita ha preso una piega completamente diversa. Dopotutto, la professione, ma molto in giro, è molto diversa.

Il ricevimento ad Arlanda dopo la vittoria del Tour de Ski nel 2008.

Foto: Fredrik Sandberg/TT

Quando Frida Carlson Domenica puntare alla vittoria Conduce il Tour de Ski Il trapano norvegese Utnes era avanti di un minuto e dodici secondi su Weng. Da qualche anno la salita finale è determinata dalla mass start, non dall’inseguimento. Ma qualunque sia la forma, dice Galla, è eccitante.

Cosa ti ha colpito finora di Frida?

– È stato bello vedere la prima partita sprint, quanto è stata brava, fino alla finale. E poi cosa ha fatto mercoledì (successo All’inizio della caccia a Oberstdorf), questa è una distinzione di classe.

Spero che questo contribuisca davvero a creare nostalgia.

E se un’altra vittoria del Tour potesse essere in serbo per sciare in Svezia?

– Molto. Spero che questo ispiri le generazioni future a uscire con gli sci di fondo. Soprattutto ora che c’è la neve in gran parte del paese. Spero che questo contribuisca davvero a creare nostalgia.

leggi di più:

Prima della tappa finale – Frida Karlsson ha aumentato il vantaggio generale nel Tour de Ski

Ora inizia la nuova vita di Kalla: “Spero di essere pronto”