TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il nuovo trattamento per la sensibilità al glutine dà speranza ai ricercatori

Un nuovo trattamento per la sensibilità al glutine è stato ora testato con buoni risultati, poiché i pazienti che hanno ricevuto il farmaco testato avevano una migliore tolleranza al glutine.

Il glutine è un nome collettivo per le proteine ​​di deposito dei semi chiamate glutenina e prolamina. Si trovano principalmente nel frumento, nella segale, nell’orzo e in una certa misura nell’avena (le prolamine del frumento sono chiamate gliadine).

La celiachia, o intolleranza al glutine, causa problemi digestivi con sintomi come diarrea, nausea e perdita di peso quando il paziente segue una dieta contenente glutine.

Inibisce gli enzimi infiammatori

Un nuovo farmaco contenente inibitori della transglutaminasi è stato ora testato in uno studio e i pazienti che hanno assunto il farmaco hanno tollerato il glutine meglio di quelli che hanno ricevuto un placebo.Lo studio è stato finanziato dal produttore farmaceutico tedesco Dr. Falakpharma è stato pubblicato sulla rivista scientifica Il New England Journal of Medicine.

Il farmaco testato inibisce l’enzima transglutaminasi 2, che provoca infiammazione nei pazienti con intolleranza al glutine. Tuttavia, lo studio è piccolo e breve Jonas F LudwigsonIl dottor, professore al Karolinska Institutet e pediatra presso l’Ospedale universitario di Örebro, crede ancora che lo studio sia un grande passo avanti.

“Vedo questo come un nuovo tipo di trattamento per la sensibilità al glutine”, dice. quotidiano svedese.

Leggero effetto sull’intestino tenue

Lo studio ha trattato 163 pazienti adulti con intolleranza al glutine con il farmaco o con un placebo. I partecipanti allo studio sono stati divisi in quattro gruppi, con tre gruppi che hanno ricevuto diverse dosi del farmaco e il quarto gruppo che ha ricevuto un placebo.

READ  I bambini vaccinano contemporaneamente agli adulti

Un’ora dopo aver preso il farmaco, tutti hanno mangiato un biscotto contenente glutine e i ricercatori hanno potuto vedere che i campioni di tessuto hanno avuto un effetto minore su coloro che hanno ricevuto il farmaco e che maggiore è la dose che hanno ricevuto, minore è l’effetto .

La metà di loro ha avuto effetti collaterali

I partecipanti che hanno ricevuto il farmaco hanno anche manifestato sintomi più lievi rispetto ai partecipanti che hanno ricevuto il placebo. Tuttavia, quasi la metà dei partecipanti ha manifestato effetti collaterali, in particolare mal di testa, nausea, vomito, diarrea e dolore addominale.

Secondo Jonas F. Ludwigson, il deterioramento dell’intestino è rallentato dal trattamento, ma prima di raccomandare il trattamento, i ricercatori devono saperne di più su come colpisce il corpo nel tempo perché l’intolleranza al glutine è una malattia che dura tutta la vita.

Leggi di più: I narcotici sono in aumento [Dagens PS]