TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il calcio italiano deve affrontare problemi più grandi dell’inafferrabile successo in Champions League: il gioco della gente

Il calcio italiano deve affrontare problemi più grandi dell’inafferrabile successo in Champions League: il gioco della gente

Non c'è una sola rappresentante del campionato italiano ai quarti di finale di Champions League; Lazio, Inter e Napoli sono state tutte eliminate agli ottavi, rimanendo ai quarti di finale per tre anni poiché i club italiani non possono essere visti nelle ultime fasi della competizione. Non così nelle altre candidature Ue: l'Europa League comprende Milan, Atalanta e Roma, mentre la Fiorentina brandisce ancora il tricolore in Conference League.

Il campionato italiano è diventato più competitivo negli ultimi anni. Dopo che la Juventus ha vinto il titolo di Serie A nel 2019-20 per la nona stagione consecutiva, Inter, Milan e Napoli hanno vinto il titolo. Sembra abbastanza certo che l’Inter sarà di nuovo campione nel 2024. L’Inter è molto diffusa in questa stagione, il che rende la sua uscita dalla Champions League ancora più sconcertante. Hanno i migliori talenti italiani come Nicolo Barella, Federico Dimarco e Alessandro Bastoni e ricercati giocatori stranieri come Lautaro Martinez, Hakan Calhanoglu, Marcus Thuram e Denzel Dumfries.

Il appeal della Serie A sembra essere in crescita. Nella stagione 2023-2024, l'affluenza media ha superato i 30.000 spettatori per la prima volta dal 1999. I club milanesi attirano più di 70.000 spettatori per ogni partita casalinga a San Siro, mentre la Roma attira più di 60.000 spettatori. Sembra esserci più entusiasmo per il calcio italiano e molto è da attribuire al rilancio della coppia milanese. Tuttavia, la Serie A è in ritardo rispetto alla Premier League inglese, alla Liga e alla Bundesliga in termini di capacità commerciale.

I club hanno debiti significativi da pagare e la loro generazione di entrate continua a impallidire rispetto ai loro pari. Ad esempio, le entrate totali della Lega italiana ammontano a 2,8 miliardi di euro rispetto ai 6,7 miliardi di euro della Premier League inglese e ai 3,7 miliardi di euro della Bundesliga tedesca e della Liga. Negli ultimi dieci anni, gli introiti nel calcio italiano sono aumentati del 60%, mentre la Premier League inglese e la Liga hanno visto aumentare i profitti rispettivamente del 130% e del 100%.

READ  Pontus Varnerud: "Non credo sia stato tenuto molto bene"

I tre grandi club (Juventus, Milan e Inter) hanno visto una crescita dei ricavi nel 2022-23, ma solo il Milan ha ottenuto un utile ante imposte (13,5 milioni di euro). La Juventus ha perso 117 milioni di euro, mentre il deficit dell'Inter ha raggiunto i 77 milioni di euro. Negli ultimi cinque anni i quattro maggiori club italiani (la Roma è quarta) hanno subito perdite per oltre 2,3 miliardi di euro.

La maggior parte dei club italiani semplicemente non genera abbastanza liquidità, facendo sembrare alquanto rischiose le perdite combinate di 427 milioni di euro nel 2022-2023 e il debito totale di 3,2 miliardi di euro, sebbene siano in grado di compensare le perdite con i 587 milioni di euro guadagnati dalla vendita dei giocatori. . Le spese, compresi gli stipendi, sono un problema. I costi totali ammontano a circa 3,85 miliardi di euro nel 2022-2023, con gli stipendi che consumano il 63% del reddito.

Il calcio italiano non è estraneo agli scandali e c’è stata una nuova ondata di cospirazioni che hanno coinvolto la Juventus e ora il Milan. Juventus, che è stata coinvolta Calciopoli Scandalo all'inizio del 21strada secolo scorso, con una detrazione di 15 punti per “falso in bilancio” in relazione a precedenti operazioni di conversione. I punti sono stati ripristinati dopo il ricorso, ma alla fine ne sono stati ritirati 10. Il club ha accettato una multa di 20 milioni di euro e la squalifica dalle competizioni europee per un anno.

Il Milan è ora sotto i riflettori in vista della vendita del club nel 2022 da parte di Elliott Management al gruppo di private equity RedBird. La sede del Milan a Portillo è già stata perquisita in passato Guardia di Finanza (Guardia di Finanza) a causa delle accuse secondo cui, nonostante la vendita, Elliott potrebbe ancora avere il controllo del club. Le affermazioni sono state respinte come completamente false dal club, ma la saga evidenzia che il calcio italiano potrebbe ancora avere degli scheletri nell'armadio.

READ  "Non voglio rischiare"

Un ostacolo è il numero di club che non possono fare affidamento sui contributi azionari degli azionisti. La Juventus ha però intrapreso tre ricapitalizzazioni negli ultimi quattro anni e ha ricevuto dai suoi azionisti un totale di circa 700 milioni di euro. Le continue perdite possono erodere il capitale, ma la maggior parte dei club italiani non può permettersi di seguire l’esempio della Juve. La Sampdoria era sull'orlo della bancarotta la scorsa stagione e, più recentemente, l'Hellas Verona ha visto le sue azioni confiscate dalla polizia mentre era iniziata un'indagine sulla solvibilità finanziaria del proprietario del club.

In definitiva, il calcio italiano deve mostrare maggiore disciplina nella spesa, cosa che sarà senza dubbio incoraggiata dal rapporto costi per squadra della UEFA, che entrerà in vigore nella stagione 2025-26. Il costo della squadra (stipendi, ammortamento del trasferimento e commissioni degli agenti) rispetto alle entrate e alle entrate derivanti dai trasferimenti dei giocatori non deve superare il 70%. Gli esperti di finanza calcistica, come Andre Sartori di Football Benchmark, ritengono che una regolamentazione più forte non solo andrà a beneficio dei bilanci dei club, ma aumenterà anche l'appetito degli investitori istituzionali e renderà le loro attività più attraenti. In Italia è ora il momento del cambiamento.

Pubblicato prima Neil Frederick Jensen

Game of the People è stata fondata nel 2012 ed è stata classificata tra i primi 100 siti di calcio da varie fonti. Il sito vince costantemente premi per il suo lavoro, su una vasta gamma di argomenti. Visualizza tutti i post di Neil Frederik Jensen