TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il buon effetto del trattamento contro la depressione adolescenziale –

I ricercatori hanno confrontato la terapia psicodinamica basata su Internet (IPDT, dove i sta per Internet) con la terapia cognitivo comportamentale online (IKBT) come modalità di trattamento per la depressione adolescenziale.

Ricerche precedenti hanno dimostrato che circa la metà migliora con IKBT. Ma anche se il trattamento è efficace e ha un forte supporto nella ricerca, c’è un’ampia percentuale di pazienti che non migliorano adeguatamente. Mancano anche ricerche precedenti su come l’IPDT possa aiutare i giovani che non si sentono bene.

grave depressione

Depressione maggiore è il termine diagnostico per le forme cliniche più gravi di umore depresso, che provocano sofferenza e ridotta funzionalità. I sintomi più comuni sono diminuzione dell’interesse/desiderio, senso di colpa/inferiorità, difficoltà a dormire e talvolta pensieri suicidi.

CBT – Terapia Cognitivo Comportamentale

La terapia cognitivo comportamentale presuppone che sia possibile influenzare e cambiare pensieri, comportamenti e sentimenti riconoscendo i modelli. In terapia, lavori per cambiare i modelli di pensiero e identificare i comportamenti che contribuiscono agli stati d’animo depressivi al fine di aumentare i comportamenti che contribuiscono al miglioramento dell’umore.

PDT – terapia psicodinamica

La terapia psicodinamica sottolinea l’importanza dello sfondo dei sintomi psicologici nei sentimenti e nei pensieri inconsci. In terapia, elabori le cose che hai vissuto, i sentimenti che in precedenza evitavi, al fine di capire meglio te stesso o essere in grado di rompere schemi relazionali negativi ricorrenti.

I trattamenti CBT sono offerti online nella maggior parte delle aree del paese.

Lo studio è rilevante perché molti adolescenti soffrono di depressione e la terapia online è necessaria per i giovani depressi perché è facilmente accessibile e molti giovani la preferiscono, afferma Bjorn Phillips.

Ci sono opzioni di trattamento, ma la ricerca è ancora limitata, soprattutto per i giovani adulti. Pertanto, sono necessarie alternative per i pazienti che potrebbero non aver risposto all’IKBT o che vorrebbero un trattamento con una concentrazione diversa e un modello di interpretazione diverso, continua Karin Lindqvist.

READ  La certificazione medica è un compito legittimo per un medico generico?

Studia ad armi pari

Le due diverse forme di terapia, IPDT e IKBT, sono state studiate nelle stesse condizioni. Il gruppo di ricerca comprende esperti sia in PDT che CBT.

Abbiamo fatto uno sforzo per bilanciare i gruppi di trattamento in termini, ad esempio, di tempo di supervisione e frequenza di contatto con i pazienti. Karin Lindqvist dice che l’unica cosa che differiva tra loro era esattamente il contenuto dei trattamenti.

Hanno partecipato allo studio 272 persone di età compresa tra 15 e 19 anni. La metà doveva andare a IKBT e l’altra metà a IPDT.

I giovani che hanno preso parte allo studio provenivano da tutta la Svezia e alcuni avevano molta strada da fare per raggiungere l’unità di cura più vicina. Sono stati reclutati, tra l’altro, attraverso annunci sui social media e contatti con le scuole. In primo luogo, è stato confermato che i partecipanti avevano uno stato depressivo maggiore e non avevano altre diagnosi mentali primarie. Quindi, per dieci settimane, hanno dovuto partecipare alla terapia CBT o PDT online, che consisteva principalmente nell’auto-aiuto con il contatto con un terapeuta ogni settimana.

L’effetto completo di entrambi i trattamenti

L’IKBT consiste in compiti per comprendere i meccanismi psicologici dietro gli stati d’animo e per imparare diversi modi di lavorare per sentirsi meglio. Nell’IPDT, i partecipanti sono stati invece incoraggiati a riflettere sui conflitti emotivi sottostanti che contribuiscono alla depressione.

Durante e dopo il trattamento, l’effetto è stato studiato osservando il benessere degli adolescenti. Innanzitutto sono state misurate le variazioni del livello di depressione mediante test di autovalutazione, ma sono state seguite anche la presenza di sintomi di ansia, la capacità di regolare le emozioni e l’autocompassione.

READ  Una barca robotica percorre i canali di Amsterdam

Lo studio ha mostrato che i due trattamenti avevano un effetto equivalente e buono sui giovani con depressione, cosa che anche i ricercatori credevano ma volevano testare attraverso lo studio.

– La nostra ipotesi era che l’effetto di IPDT sarebbe stato abbastanza simile a quello di IKBT, ma allo stesso tempo, la CBT che usiamo nello studio ha avuto ottimi risultati in studi precedenti. Ora il risultato è quello che pensavamo, afferma Jacob Mitchell, che è stato soddisfacente perché i trattamenti più efficaci sono benefici per i pazienti.

Una vasta gamma di trattamenti può aiutare più persone

I ricercatori ora vogliono che lo studio contribuisca al fatto che l’assistenza sanitaria sia in grado di offrire sia IPDT che IKBT ai giovani depressi e di fornire trattamenti per la depressione adolescenziale in modo accessibile e a una soglia bassa. Con più trattamenti supportati dalla ricerca, i pazienti possono anche scegliere il trattamento in base a ciò che ritengono sia meglio per loro o il trattamento consigliato da professionisti che hanno eseguito una valutazione qualificata.

Ci auguriamo che la ricerca continua, da parte nostra e degli altri, porti a una maggiore conoscenza della persona con cui viene aiutato il trattamento. Vorremmo sviluppare IPDT per i giovani con altri tipi di problemi di salute mentale oltre alla depressione e valutare l’impatto di questi trattamenti, afferma Bjorn Philips.

Apprezzare il trattamento

Infine, cosa pensavano veramente gli stessi ragazzi della partecipazione allo studio?

Molti giovani hanno apprezzato il fatto di poter fare il trattamento alle loro condizioni e di non dover andare da un consulente scolastico o rivolgersi alla clinica BUP locale. Per molti, questo è associato specificamente a sentimenti di vergogna. In questo modo, possono prendere la propria decisione ed eseguire il trattamento quando e dove è loro conveniente. Molti descrivono anche di aver creato un forte legame con il loro terapeuta ed era chiaro che è diventata una relazione importante, anche se è successo tutto online, afferma Karin Lindqvist.

READ  L'infezione aumenta a Västerbotten dopo le celebrazioni pasquali

– La cosa che mi ha sorpreso è il numero di giovani che interagiscono con i loro trattamenti, e richiede ancora molti di coloro che partecipano alla terapia online. Dovrebbero leggere i materiali di auto-aiuto, completare gli esercizi e, nel nostro studio, anche parlare con il loro terapeuta. Sebbene l’attività vari, generalmente vediamo un elevato impegno per il trattamento di follow-up. È impressionante, anche perché molti di loro sono depressi da molto tempo, conclude Jacob Mitchler.

Materiale scientifico:

Terapia psicodinamica guidata online contro terapia cognitivo comportamentale per la depressione adolescenziale in Svezia: uno studio randomizzato, clinico, non inferiore.