TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I residenti di Chernihiv temono che la prossima città sarà Mariupol

Con notizie di bombardamenti missilistici e di artiglieria, scarsità di acqua ed elettricità e molte vittime civili ogni giorno, la situazione nella città di Chernihiv sta cominciando a somigliare a quella di Mariupol, che è stata gravemente colpita dall’avanzata dell’invasione russa.

Attraverso un’intervista telefonica con l’agenzia di stampa AP, Ihar Kazmirshak, un linguista di 38 anni, fornisce informazioni sulla nuova vita quotidiana dei residenti di Chernihiv.

– Il cibo sta finendo e i bombardamenti e i bombardamenti non stanno rallentando, dice.

Secondo Kazmirchak, le notti vengono trascorse nei rifugi, poiché lui e altri temono che la sua città natale sarà presto completamente distrutta. Si passano giorni a fare la fila per l’acqua, che viene consegnata in camion e razionando 10 litri a persona.

Per saperne di più: Leopoli ha attaccato prima del discorso di Biden sull’Ucraina

Per saperne di più: Biden: Questo ragazzo deve essere andato

La città è assediata e tagliata fuori

Secondo l’Associated Press, il sindaco della città Vladislav Atrushenko ha affermato che centinaia dei 280.000 residenti della città sono morti finora nella guerra. Secondo lui, la Russia sta bombardando Chernihiv indiscriminatamente, “per distruggere deliberatamente infrastrutture civili” come scuole, asili nido, chiese e condomini.

Si dice che la città sia circondata dalle forze russe e mercoledì il ponte sul fiume Desna, che collega Chernihiv a Kiev, è stato distrutto. Si dice che anche il ponte pedonale sia stato danneggiato, secondo l’Associated Press, che ha gravemente colpito le linee di alimentazione della città. Secondo Kazmerchak, la situazione è andata a tal punto che i residenti non possono nemmeno più preoccuparsene.

Case distrutte, incendi, cadaveri nelle strade, enormi bombe aeree inesplose nel cortile non sono più una sorpresa. La gente è semplicemente stanca di avere paura e non scende più negli scantinati, dice all’agenzia di stampa.

READ  Fu condannato a 28 anni di prigione per aver insultato il re

Per saperne di più: Ambasciatore ucraino: “Solo se restiamo uniti possiamo vincere la guerra”

Allerta carestia a Mariupol

Sebbene la situazione a Chernihiv stesse iniziando a diventare catastrofica, Mariupol è sempre stata la città più colpita dall’invasione russa del 24 febbraio.

Poco più di due settimane fa, ad esempio, in città è stato fatto saltare in aria un teatro, dove si sono rifugiate fino a 1.300 persone. secondo GuardianoSecondo le testimonianze locali fornite sul posto al gruppo per i diritti umani delle Nazioni Unite, nel solo attacco sono state uccise poco più di 300 persone.

La città è anche rimasta senza elettricità, acqua, riscaldamento e comunicazioni per settimane. Il consiglio municipale di Mariupol ha avvertito in precedenza che i residenti ancora lì stanno iniziando a soffrire la fame

Alcune madri non hanno latte e cibo per i bambini. Cosa fanno con i loro figli? Non lo so. Non c’è assolutamente cibo per i bambini in tutta la città, afferma Sergey Orlov, vicesindaco, in un’intervista a BBC. Aggiunge che il 70 per cento degli ospedali della città è stato distrutto.

Secondo il parlamentare ucraino Dmytro Gorin, questa è una strategia deliberata della Russia.

– I russi non aprono corridoi umanitari e non consentono l’ingresso di convogli di aiuti, e ora vediamo chiaramente che l’obiettivo dei russi è creare una carestia nella città per rafforzare la loro posizione nel processo diplomatico, dice Goren.

Per saperne di più: È così che la guerra colpisce l’approvvigionamento alimentare mondiale

Vuoi saperne di più su come funziona GP con un buon giornalismo? Leggi il nostro Codice Etico qui.

READ  Due persone sono rimaste uccise in una sparatoria a Oslo, indagate come reato di terrorismo