TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I pirati morti lo fanno sulle navi danesi

I quattro uomini africani sono stati uccisi a colpi di arma da fuoco quando sono scoppiate battaglie tra i pirati e l’esercito danese il 24 novembre. Da allora, i corpi sono rimasti a bordo della fregata danese Esbern Snare.

Dopo una settimana di combattimenti, le forze armate danesi hanno annunciato che i corpi erano stati deposti sotto coperta dopo una “rispettosa cerimonia” con il sacerdote della nave.

Ma cosa accadrà ai resti non è chiaro. Sabato, poche settimane dopo, la difesa ha annunciato che non c’era nulla di nuovo da dire. I ministeri danesi della difesa e degli affari esteri e della giustizia si sono incontrati per discutere la questione.

A bordo dell’Esbern Snare, l’equipaggio ha ricevuto supporto psicologico, tra le altre cose a causa della morte di quattro uomini nel carico, ha detto al quotidiano Ekstra Bladet Karsten Fjord-Larsen, il secondo comandante più alto della Marina danese.

Dopo gli scontri di novembre, quattro uomini furono catturati. Tre di loro sono stati rilasciati venerdì e portati sulla terraferma. Un quarto uomo è stato trasferito in Danimarca e arrestato con l’accusa di tentato omicidio. Nel verdetto di colpevolezza, le autorità danesi vogliono che l’uomo venga imprigionato in Kosovo, dove la Danimarca affitta spazi carcerari.

READ  Corte costituzionale polacca: l'Unione europea sta violando le nostre costituzioni