TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I paesi del G7 prevedono di fornire miliardi di dollari in sovvenzioni all’Ucraina

I paesi del G7 prevedono di fornire miliardi di dollari in sovvenzioni all’Ucraina

Si tratta di un eccentrico gruppo di leader mondiali che si riuniscono giovedì nel lussuoso resort italiano di Borgo Egnazia.

L’americano Joe Biden è in svantaggio rispetto a Donald Trump nelle elezioni presidenziali autunnali e ha lasciato un’impressione confusa sull’80° anniversario dell’invasione della Normandia la scorsa settimana.

Sembra che al britannico Rishi Sunak sia rimasto solo poco tempo come Primo Ministro. È sulla buona strada per perdere i suoi depositi sicuri nelle elezioni che lui stesso ha indetto in preda alla disperazione.

Sia il presidente francese Emmanuel Macron che il presidente tedesco Olaf Scholz hanno ricevuto un vero schiaffo sulle dita nelle elezioni dell'Unione Europea di questo fine settimana. Inoltre, sia il primo ministro giapponese Fumio Kishida che il primo ministro canadese Justin Trudeau ottengono numeri record nei sondaggi.

L'unico vincitore All'incontro parteciperà la conduttrice dell'incontro, il primo ministro italiano Giorgia Meloni, emersa dalle elezioni dell'Unione Europea rafforzata dal suo partito di estrema destra.

In cima all'ordine del giorno, come di consueto negli ultimi anni, c'è l'aiuto all'Ucraina. Qui ci si aspetta il successo: che i paesi si accordino su come finanziare i fondi russi congelati per le armi a Kiev.

Si dice che la proposta degli Stati Uniti, che potrebbe dare all’Ucraina fino a 50 miliardi di dollari in una volta, abbia il sostegno almeno di Gran Bretagna, Francia e Germania. Allo stesso tempo, ci si aspetta che gli Stati Uniti cerchino di convincere altri paesi ad accettare di imporre sanzioni alle banche cinesi che aiutano la Russia a finanziare la sua guerra.

Fotografia: Filippo Monteforte/AFP

Presidente dell'Ucraina Volodymyr Zelenskyj è stato invitato come ospite. Ma ci sono anche numerosi leader di altri paesi: tra loro Narendra Modi in India, Lula da Silva in Brasile, Recep Tayyip Erdogan in Turchia e il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman.

Due dei leader – Lula e Modi – provengono direttamente da un incontro in Russia con i BRICS, l'organizzazione dei paesi emergenti talvolta vista come un “G7 alternativo”.

Anche Papa Francesco è stato invitato per la prima volta a partecipare al vertice del G7. E venerdì, un po’ inaspettatamente, parteciperà a un dibattito sull’intelligenza artificiale.

fatti.Un club per i paesi più ricchi del mondo

Il G7 è un’organizzazione che riunisce le sette maggiori economie avanzate del mondo. Gli stati membri sono Stati Uniti d'America, Giappone, Gran Bretagna, Francia, Germania, Italia e Canada.

La Cina e l’India non hanno mai aderito all’Unione Europea, anche se le dimensioni delle loro economie lo giustificavano. Si ritiene che abbiano un reddito medio troppo basso per essere considerate economie avanzate.

Tra il 1998 e il 2014 ha partecipato anche la Russia, e l’organizzazione si chiamava allora G8. Il paese fu escluso dopo l'annessione della Crimea.

Dall’attacco russo all’Ucraina nel 2022, il G7 è diventato un forum importante in cui i paesi concordano di imporre sanzioni a Mosca. Anche oggi, questo tema rimane ai primi posti nell’agenda.

Il vertice si terrà dal 13 al 15 giugno in Puglia, nel sud Italia. L'incontro sarà ospitato dal Primo Ministro Giorgia Meloni.

Per saperne di più:

● Accordi nel G7: i miliardi russi congelati potrebbero andare alle armi ucraine
● Il successo dell'elezione del primo ministro italiano Giorgia Meloni rafforza la sua posizione nell'Unione europea

READ  Un bambino di 10 anni ucciso dalla sua famiglia a causa di un rituale