TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I jeans più caldi di questo autunno vengono dall’Italia

Diesel Facelift, il classico marchio di denim, è stato rianimato.

Daniel Lindstrom |

Rilasciato 51 minuti fa

Iniziatori: 2 Minuti

Quando mi sono trasferito a Stoccolma a metà degli anni ’90, pochi anni prima di Internet, era molto facile orientarsi nella moda e nella cultura popolare della capitale. C’erano alcuni posti per monitorare e canali di informazione. Se ti piace la nuova musica (indie svedese e britannica), stai leggendo la rivista POP e frequentando Hannas Collar a Schneider. Se sei almeno interessato alla moda e alla cultura dei club, c’era un altro hub a Kungskatan 3: Dieselpatigan. È stato il primo negozio di diesel al mondo – il gruppo diesel italiano inizialmente si è reso conto che Stoccolma aveva una forte cultura del jeans – è stato aperto dall’allora responsabile delle pubbliche relazioni Johann Lindbergh e dal fondatore Renzo Rosso.

Andare al negozio di diesel in quel momento era come andare a New York oa Londra. C’era sempre un DJ nella stanza e al check out c’era una pila di volantini, chiamate a tempo, vari club e feste nei fine settimana. Il personale aveva sicuramente alcuni dei migliori ragazzi e ragazze della città, il che significa che tu (io) non hai osato entrare nel negozio da solo. Diesel ha mantenuto il suo status di marchio leader di jeans per molti anni, ma poi i giocatori internazionali e svedesi sono venuti alla ribalta. Dopo 25 anni di grande fermento in Svezia, c’era silenzio sul diesel. Il marchio è enorme in alcune parti del mondo, ma ha assunto un diverso tipo di estetica in Scandinavia. Finora. Nell’autunno del 2021, il diesel improvvisamente sembra di nuovo più appropriato. Grazie al nuovo direttore creativo Glenn Martens. Quando Martens è nato a Bruges, in Belgio, 38 anni fa, il marchio diesel aveva già cinque anni.

READ  Dejan Kulusevsky è la scelta perfetta per il top club della Premier League - potrebbe essere la grande firma di quest'estate

“Sono cresciuto con Diesel e, come molti altri, ricordo messaggi pubblicitari forti alla fine degli anni ’90. La carriera audace e di successo non è stata solo affermazioni contraddittorie ma molto ideologiche e vere. Diesel ha sempre messo in evidenza le questioni globali nelle sue campagne, che è una motivo per cui mi sono innamorato di Bruges. Quando ero vivo, ho visto due omosessuali baciarsi nella campagna diesel, ed erano in anticipo sui tempi “, spiega Glenn Martens.

Ha presentato la sua prima collezione per Diesel a Milano qualche mese fa ed è stata accolta molto bene, soprattutto a Londra e tra riviste di tendenza come Face e ID.

Glenn Martens si è formato alla Royal Academy of Fine Arts di Anversa e in seguito ha avviato famosi progetti Y/a Parigi, famosi per le silhouette d’avanguardia e per aver spinto i confini dello stile formale. Glenn Martens ha diviso la nuova collezione diesel in tre diverse parti.

La prima parte sono i tipi moderni di jeans classici a cinque tasche. Il secondo era abbigliamento sportivo e da lavoro e il terzo è stato molto testato nel luogo in cui abbiamo lavorato con il resto dei vestiti del nostro magazzino.

Sostenibilità e neutralità di genere sono le parole chiave del diesel moderno.

“Tutti i nostri geni, indipendentemente dal genere o dall’orientamento sessuale. Dobbiamo lavorare tutti insieme per ridurre l’impatto negativo sull’ambiente.

Gli autori suggeriscono