TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I diritti degli anziani vengono violati in Europa

Movimento

Le persone anziane in Europa vengono trasmesse durante e dopo le epidemie in vari paesi d’Europa. Le indagini di Amnesty International in Italia, Spagna, Regno Unito e Belgio indicano all’unanimità violazioni dei diritti umani nelle case di cura europee nella primavera del 2020.

Nel Regno Unito, 25.000 anziani sono stati rimandati a casa da vari ospedali in modo che potessero tornare a casa e infettare altri per non ammalarsi. Altri anziani e personale. Inoltre, gli operatori sanitari sono andati a lavorare pur avendo il raffreddore perché non potevano restare a casa. Il risultato è stato un aumento dell’infezione. Ha dovuto accettare la responsabilità medica a causa della carenza di personale senza competenze mediche. I medici non sono entrati nel dormitorio per mancanza di attrezzature di sicurezza. Il personale è stato incaricato di fornire solo cure curative, non profilattiche, il che significava che gli anziani non sarebbero stati curati se fossero andati, e gli anziani erano considerati incurabili.

In due delle regioni più popolose della Spagna, Madrid e Barcellona, ​​il personale ha detto ai familiari dei residenti che le autorità hanno vietato al personale di inviare pazienti agli ospedali e che gli operatori sanitari devono fidarsi dell’assistenza medica online. Coloro che alla fine potevano entrare non ricevevano una valutazione personale da un medico, ma potevano recarsi in ospedale se avevano l’età giusta. Non dipende dallo stato di salute. Questa è una violazione del diritto umano alla buona salute, se necessario. Fatta eccezione per la discriminazione basata sull’età e la discriminazione domestica.

Il contagio è arrivato per la prima volta in Italia, dove l’epidemia ha colpito duramente. Ospedali affollati, persone morte nei corridoi. Il sistema sanitario italiano nelle tre grandi regioni è crollato completamente, incapace di fornire l’assistenza sanitaria che forniva alla popolazione. Esistono 19 diverse istituzioni sanitarie con regole diverse. Le regole non sono chiare, non sono state rilasciate relazioni sulla situazione e non sono stati effettuati test di qualità dalle autorità di regolamentazione.

READ  Kuvezovsky ha rotto il gol della siccità nella vittoria della Juventus

Anche prima dell’epidemia, le condizioni dell’assistenza geriatrica in Belgio erano pessime.

Gli anziani malati muoiono a casa per mancanza di personale qualificato e di luoghi durante le epidemie, non negli ospedali dove ricevono cure di qualità. Gli anziani nelle case morirono di fame perché non c’era abbastanza personale per sfamare i residenti. A volte morivano isolati nelle loro stanze senza essere vicini ai parenti. È una violazione del diritto di morire con dignità.

Il fatto che il servizio sanitario abbia dovuto chiamare l’esercito e MSF per portare a termine la sua missione dimostra quanto sia pericolosa la situazione nel Paese.

Anche i meccanismi di controllo per l’assistenza di qualità nelle case di cura erano scarsi prima dello scoppio dell’epidemia.

Le relazioni forniscono un quadro chiaro dei problemi di tutti i paesi. Gli anziani hanno lo status più basso in Europa, come dimostra il modo in cui i politici prendono le decisioni. Le decisioni prese oggi dai nostri rappresentanti eletti per fornire agli anziani le cure e l’attenzione che meritano non sono standard. E porta alla discriminazione nei diritti degli anziani.

Risultati, tra le altre cose, molti dipendenti in molti paesi, compresa la Svezia, hanno cattive condizioni di lavoro con contratti a breve termine, mancanza di formazione o conoscenze sufficienti. Lo stipendio è basso, il che porta al reddito di grandi dipendenti, tra gli altri. Condizioni di lavoro pericolose indicano anche che i dipendenti si stanno candidando per altre professioni. Oppure vanno a lavorare anche se sono ammalati.

Ciò che è notevole è il modo in cui la stessa politica viene amministrata in Europa. La politica economica non giova più a tutti. Chi ha già una situazione privilegiata sta migliorando, ma chi non è produttivo – anziani, bambini, ammalati, disabili – ha diritti peggiori di chi lavora.

READ  Pia Gribenberg: Più persone possono seguire il nuovo sistema di asilo in Danimarca

I diritti umani si applicano allo stesso modo a tutti. Questa è la responsabilità dello Stato.

Lo status degli anziani dovrebbe essere elevato ei loro diritti dovrebbero essere rispettati. Dovrebbe essere garantita la migliore qualità dell’assistenza agli anziani. Lo stesso vale per chi lavora con gli anziani.

Aumentare la paga e migliorare le loro condizioni di lavoro. Già!