TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Hamas celebra il fragile cessate il fuoco a Gaza

Nonostante le centinaia di morti negli undici giorni di conflitto, l’organizzazione terroristica afferma di essere uscita vittoriosa dalla battaglia.

Inoltre, minacciano nuovi attacchi missilistici.

Piccoli eventi possono portare a grandi esplosioni, afferma il leader di Hamas Bassem Naim ad Aftonbladet.

Camion Volvo e furgoni con vernice mimetica vagano per la città di Rafah. I chip sono pieni di razzi e combattenti di Hamas con mitragliatrici in mano.

Ahmed, 3 anni, e il fratello maggiore Aboud, 4, alzano i loro fuochi d’artificio davanti alla sfilata che si snoda tra i condomini. Dicono che i guerrieri sono forti.

Solo i ragazzi sono tra coloro che indossano abiti militari in onore di questo giorno. Il loro padre di 29 anni dice che l’hanno fatto per onorare le Brigate Qassam, il ramo militare egiziano في entusiasmo.

– Dovremmo festeggiare ovviamente! Hamas ha vinto mentre difende la sua patria Palestina. Dice che senza di loro saremmo stati degli zeri.

Lungo il marciapiede, i bambini corrono a raggiungere i soldati per disegnare il segno V e scattare foto insieme.

Il ragazzo nella foto è ritratto dal padre davanti ai soldati.

immagine: Thomas Nelson

Un’ora dopo il carnevale, il corteo raggiunge la sua destinazione finale: il locale stadio di calcio. Lì, migliaia di persone riempiono sia gli aerei che le piste. Alcuni salgono sui tetti per una migliore visibilità.

Tre settimane dopo il cessate il fuoco

In prima linea i soldati con le armi alzate davanti al mare di gente. Gli occhi appaiono solo in uno stretto spazio nella palpebra.

Quando un comandante della brigata Qassam sale sul podio, la piazza esplode di applausi e bandiere sventolanti. Il popolo si congratula con il popolo per la vittoria nell’ultimo round del conflitto contro Israele.

– Non sono riusciti a raggiungere i nostri combattenti. Abbiamo protetto la nostra gente dalla loro aggressione e siamo di nuovo pronti.

I soldati di Hamas che pregano prima di una parata militare dovrebbero celebrare quella che considerano una vittoria nella guerra contro Israele di due settimane fa.

immagine: Thomas Nelson

Sono trascorse poco più di tre settimane dall’entrata in vigore del fragile cessate il fuoco tra Israele e Hamas. Entrambe le parti si dichiararono immediatamente vincitrici della guerra di missili e bombe degli undici giorni.

Da allora, Hamas ha intrapreso un viaggio di vittoria di città in città nella Striscia di Gaza.

Durante le manifestazioni, sono stati acclamati come eroici combattenti per la libertà – dal mondo esterno, visti piuttosto come terroristi islamisti.

‘Effetti collaterali’ nella lotta per il proprio stato

Basem Naim, 57 anni, viene accolto in uno degli uffici di Hamas sopravvissuti agli attacchi aerei israeliani.

Lui – che in precedenza era ministro della Sanità nel primo governo di Hamas, e oggi portavoce internazionale del partito – non vede assolutamente alcun problema con i partiti della vittoria.

Questo nonostante il fatto che gli abitanti di Gaza siano stati duramente colpiti: 250 morti, migliaia di feriti, vaste aree in rovina e decine di migliaia di residenti in fuga dalle loro case.

I palestinesi devono accettare alcuni “effetti collaterali” nella lotta per il loro stato, dice.

– Durante la seconda guerra mondiale, Londra e Parigi furono distrutte, pensi che ci fosse una scelta nell’evitare quei sacrifici per sconfiggere i nazisti? Lo stesso se hai intenzione di subire un’operazione vitale – ovviamente ci sono dei rischi e potrebbero esserci delle emorragie in seguito. Fa parte della vita umana.

Allo stesso tempo, 12 persone sono state uccise in Israele da oltre 4.000 razzi lanciati da Hamas a maggio. La stragrande maggioranza dei missili è stata fermata dal sistema di difesa missilistico israeliano “Iron Dome”, che respinge i missili in aria.

Ma Naim dice che sono riusciti a infliggere danni reali a Israele.

– Certo, abbiamo sofferto. Ma il fatto che gli israeliani siano stati costretti a chiudere l’aeroporto internazionale per diversi giorni è, ad esempio, un risultato importante, dice.

missili a sorpresa

– Abbiamo anche dimostrato che il loro sistema di difesa aerea, che è stato commercializzato come “proiettile magico” per i nostri missili, non è perfetto come sostengono. Penso che perderanno i contratti militari a causa di ciò.

Sono passati 15 anni da quando Hamas ha lanciato per la prima volta razzi nel sud di Israele dalla Striscia di Gaza. Quindi i missili fatti in casa non hanno raggiunto una grande distanza.

Questa volta, molti sono rimasti stupiti dal fatto che i razzi di Hamas siano improvvisamente atterrati nel centro di Tel Aviv, 70 miglia a nord. La portata e la precisione sono state migliorate.

Allo stesso tempo, il loro arsenale, che è fabbricato in formazioni di armi sotterranee, non può essere paragonato alle armi ad alta tecnologia di Israele, sponsorizzate dagli Stati Uniti.

Basem Naim è un ex ministro del governo di Hamas ed è ora un portavoce internazionale di Hamas.

immagine: Thomas Nelson

Bassem Naim è d’accordo, ma non si arrenderanno mai, dice. Anche se avrà un effetto di rimbalzo, poiché gli attacchi colpiranno la popolazione civile sotto forma di attentati dinamitardi più grandi e altri spargimenti di sangue.

– Sono una forza armata a livello internazionale, e lo sappiamo anche noi. Ma cosa dovremmo fare dopo? Abbiamo solo due opzioni; Morire con dignità o vivere con dignità. Alla fine raggiungeremo il nostro obiettivo, afferma Naim.

– Nel pugilato hai due opzioni; Vinci per KO o raccogli punti. Non possiamo sconfiggere gli israeliani per KO, ma sappiamo di potercela fare con i punti e abbiamo tempo.

Israele difende i suoi pesanti bombardamenti dicendo che Hamas sta usando il suo stesso popolo Gaza come scudi umani.

Affermano che devono colpire nelle città per avere accesso alle fabbriche di armi di Hamas e dei suoi leader. Poi molti civili si uniscono.

Le forze di difesa israeliane, le forze di difesa israeliane, hanno pubblicato immagini di ciò che credono essere Hamas che lancia razzi da una zona residenziale. Oltre alle scuole, al palazzo delle Nazioni Unite e alle moschee. “Hamas sta mettendo tutti a rischio”, hanno scritto sul loro account Twitter ufficiale.

Assurdità, secondo Naim.

– Prima di tutto – hai visto qualche prova concreta di ciò? In secondo luogo, l’IDF e il suo equipaggio vivono nel centro di Tel Aviv. Questo significa anche che stanno usando i residenti come scudi umani?

Si ritiene che Israele abbia l’opportunità di colpire con precisione singoli appartamenti in grandi condomini. Tuttavia, secondo lui, hanno completamente bombardato grattacieli dove circa 15 membri della famiglia sono stati uccisi in un colpo solo.

Basem Naim crede di aver raggiunto un punto di svolta. Che Hamas, a un livello completamente nuovo, è riuscito ad attirare l’attenzione del mondo sul fatto che i palestinesi sono oppressi. Con il supporto internazionale, spera che possano apportare un vero cambiamento.

Vuoi un supporto internazionale?

– C’è una differenza nel modo in cui è apparso due anni fa. Ora, per esempio, il ministro degli esteri francese potrebbe improvvisamente parlare di come Israele rischierebbe di muoversi verso uno stato di apartheid se non fosse stato creato uno stato palestinese. Se la comunità internazionale è intelligente, dovrebbe aiutarci in questo. Solo così sarà possibile raggiungere la stabilità nella regione.

Inoltre, il combattimento non è limitato al solo potere militare. Entrambe le parti si accusano a vicenda di condurre sporche guerre di propaganda.

Supporta coloro che hanno scalato la recinzione per una migliore visualizzazione.

immagine: Thomas Nelson

Isabelle Scherenbeck, professoressa di scienze politiche ed esperta di Medio Oriente all’Università di Göteborg, afferma che i raduni per la vittoria di Hamas a Gaza riguardano una lotta per la narrativa, non solo contro il mondo esterno.

– Si tratta altrettanto di comunicazione interna, tra i palestinesi. Hamas ha visto un’opportunità per posizionarsi: vuole dimostrare di essere un attore forte e ben consolidato tra i palestinesi, rispetto al movimento rivale Fatah, ha detto.

Quindi pensa, in un certo senso, che potrebbero aver beneficiato del recente ciclo di violenza.

Movimento di resistenza o gruppo terroristico?

Crede che Hamas possa emergere come difensore della causa palestinese, mentre Fatah sembra essere diventato per lo più uno spettatore passivo e accusato di corruzione.

Naturalmente, altri palestinesi credono che i razzi di Hamas siano privi di significato e conducano solo a contrattacchi. Naturalmente, il mondo ha nuovamente rivolto gli occhi alle sofferenze di Gaza, ma vedo entrambe le parti come perdenti in questo conflitto finché non si trova una soluzione a lungo termine.

Gli Stati Uniti e l’Unione Europea vedono Hamas, in particolare l’ala militare delle Brigate Al-Qassam, come un gruppo terroristico. Loro stessi sostengono di essere un movimento di resistenza e che coloro che sono oppressi e occupati hanno il diritto di difendersi con i missili.

In passato Hamas si è dedicato all’annientamento dello Stato di Israele. Ma nelle nuove leggi il linguaggio si è un po’ ammorbidito e si è pronti ad accettare i cosiddetti confini del 1967: Cisgiordania indipendente, Gerusalemme Est e Gaza per i palestinesi.

Tuttavia, sostenevano ancora la lotta armata contro lo stato ebraico.

‘regime autoritario’

In nome dello stesso Naim, paragona Hamas a Nelson Mandela e all’African National Congress, che ha condotto una resistenza armata al regime dell’apartheid in Sud Africa ed è stato bollato come terrorista.

Nel tempo, la lotta di Mandela fu rivalutata e l’opposizione alla repressione fu considerata giustificata. Allo stesso modo, spera di essere accolto con entusiasmo nelle belle stanze internazionali.

Molte delle armi di Hamas sono state fabbricate in formazioni di armi sotterranee

immagine: Thomas Nelson

Ma a Schrenbeck manca il racconto di Mandela, in cui Hamas governa la Striscia di Gaza con pugno di ferro.

Un regime autoritario che non accetta opposizione. Purga dei sostenitori di Fatah. Ci sono state segnalazioni di esecuzioni sommarie e la libertà di opinione è fortemente limitata. Hanno un’interpretazione rigorosa dell’Islam e nessun diritto delle minoranze. Non è affatto un paese governato dallo stato di diritto. Ma tracciano paralleli storici per cercare di legittimare la loro lotta.

Secondo Scherenbeck, l’uso di civili da parte di Hamas come scudi umani non può essere escluso. Ma la domanda è se si verifica sistematicamente.

Ovviamente stanno mettendo a rischio la loro stessa popolazione. Allo stesso tempo, Gaza è così densamente popolata che è difficile evitarla.

È pessimista su una rapida soluzione del conflitto e crede che lo status quo continuerà.

“Tutto ciò che serve è una scintilla”

– Allo stesso tempo non lo sai. Forse alla fine arriverà in Cisgiordania un nuovo leader, che ha più sostegno popolare del presidente Abbas. Poi vedremo cosa succede alla nuova coalizione politica in Israele che probabilmente prenderà il posto di Netanyahu.

Il leader di Hamas Bassem Naim ha confermato che la gente di Gaza è molto frustrata dalla situazione, soprattutto dopo il prolungato assedio israeliano che ha portato alla diffusione della povertà e dei sentimenti di disperazione.

Bambini sul palco durante lo spettacolo.

immagine: Thomas Nelson

Lui e altri leader di Hamas hanno spiegato che Israele stava giocando con il fuoco permettendo alla polizia israeliana di entrare nella moschea di Al-Aqsa, uno dei luoghi più sacri per i musulmani, e minacciando di espellere i palestinesi a Gerusalemme est.

Tutto ciò di cui abbiamo bisogno è una scintilla per spezzare il cessate il fuoco, dice Naim.

Ha anche avvertito che il risentimento si stava diffondendo da Gaza, controllata da Hamas.

Per molti anni il conflitto tra Gaza e Israele è centrato. In questo tour abbiamo visto rivolte in molti altri luoghi, anche tra i palestinesi all’interno di Israele. Quindi la prossima volta, l’escalation potrebbe non iniziare qui, quindi Israele avrà problemi ancora più grandi.

Inserito:

READ  Rischio di tensione se Biden avesse ammesso il genocidio