TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Ha debuttato nella sua serie all’età di 19 anni – ora Joachim Olsen sta giocando in Division 1

Gioacchino Olson.

Foto: Nicholas Larson / Bildbyron

Quando Joachim Olsen ha lasciato l’Arcite IS nell’estate del 2011, molti dei migliori club europei erano interessati. Tra l’altro è stato processato con il Liverpool.

Ma alla fine la scelta è caduta sul club italiano Atlanta.

– Il loro settore giovanile ha una buona reputazione, all’epoca era una squadra di mezzo in Serie A. Sentivo che c’erano più opportunità di entrare a far parte della squadra A rispetto ad altri club interessati.

Il giocoso centrocampista è stato ispirato dalla squadra U19 del club e ha dovuto sedersi sulla panchina della squadra A in una partita di Coppa Italia nel 2013. Un anno dopo il suo esordio, all’età di 19 anni, è saltato al 65′ della partita di Serie A contro il Catania nel maggio 2014.

– È stato il momento clou del periodo in cui siamo stati ad Atlanta, faceva un freddo incredibile. Dice che giocare in Serie A è un sogno, un momento che ricorderò.

“Era così complicato”

Con il suo esordio in Serie A alle spalle, Joachim Olsen è andato in Svezia per le vacanze. Ma quando è tornato a Bergamo, ha dovuto affrontare gravi richieste da parte della dirigenza del club.

– Volevano prolungare il mio contratto, ma non eravamo d’accordo e non ho avuto tempo di gioco dopo. È semplicemente diventato molto più complicato, dice Joachim Olason.

È stato ad Atlanta per il resto dell’autunno, ma nel gennaio 2015 è stato assegnato a BK Hooken. Ma sei mesi dopo all’All Svenscan il contratto è stato rescisso.

– Non posso dire esattamente cosa è andato storto, è stato un po’ confuso. Sono tornato a casa dall’Italia a vent’anni e pensavo di giocare, ma non è successo. Potrebbe essere nel club e in me, dice.

READ  Il Galles è sull'orlo del baratro dopo il lavoro italiano

Invece, è tornato ai giochi nel sud di Orchid IS e Division 1.

Joachim Olsen ha giocato otto partite per l’Orchid IS nella stagione autunnale 2015.

Foto: Michael Erickson / Bildbyron

Più concentrazione su altre cose

Ma non ha funzionato e ci sono state solo cinque partite in maglia rossoblù.

– Ho avuto grossi problemi con la motivazione, il calcio non è più divertente. Ero più concentrato su altre cose come uscire con gli amici, per esempio, dice.

All’inizio del 2016, era chiaro al suo ritorno in Italia, questa volta al club di serie B Perugia. In primavera è stato ceduto in prestito al Quidditch in Division 1 ed è arrivato al club italiano solo in estate.

– È stato così bello, è stato divertente tornare al calcio italiano. All’inizio è andata bene, ma Joachim Olsen dice che non gioco con costanza da un po’.

Dopo alcune settimane con Perugia, è diventato chiaro che non avrebbe avuto così tanto tempo al club. Quindi, hanno scelto di rompere l’accordo, invece è tornato a casa in Svezia.

Attraverso le partite prima nell’Aziriska PK e poi nell’Utsiktens PK, Joachim Olsen ha terminato a Superton al Lungsky SK prima della stagione 2020.

Diventa un habitué di Superton

Lì ha preso un posto regolare e ha giocato 24 partite la scorsa stagione. Ma per la squadra è stata una stagione difficile che si è conclusa con l’uscita, lasciando così la Svezia al secondo posto in classifica.

– Lasciare una serie non è mai divertente. Personalmente penso che sia stata una buona stagione e sia cresciuto come giocatore. Joachim Olsen dice che non ho rimpianti per essere andato a LSK.

Tuttavia, il soggiorno a Lungsail è durato solo una stagione. All’inizio dell’anno, ha ringraziato se stesso e ha cercato un nuovo club, preferibilmente un altro club a Superton.

Non è successo.

Lo scorso inverno è successo qualcosa che ha fatto piani per trovare un nuovo club sul ghiaccio.

– Sono svenuto a casa, o sono svenuto. Quindi sono dovuto andare in ospedale e hanno fatto molti test e all’inizio pensavano che avessi un problema cardiaco, dice Joachim Olason.

“Non allenato da molti mesi”

Dopo di ciò, non gli fu permesso di sedersi tranquillamente a casa e di esercitarsi in attesa di informazioni. Quando sono arrivati ​​i risultati del test, è stata una buona notizia per Joachim Olsen.

– Nessun rischio, era decisamente buono. Ma mi piaceva allenarmi, quindi un club di Superton o Divisione 1 non andrebbe bene. Ero così entusiasta di continuare a giocare a calcio, dice.

Invece è una partita con i suoi amici di Vestra Frlunda che giocano in Division 2. Ha avuto solo il tempo di giocare poche partite prima che arrivasse il momento di cambiare club.

All’inizio di luglio di quest’anno, ha firmato nel suo ottavo club dopo essere tornato a casa da Atlanta nel 2015.

La prossima partita è al Dwokers IF, che è una delle migliori squadre della Division 1 South.

– Molto bene, penso molto divertente. Ho ottenuto una buona soluzione da Dwivedi. Hanno sistemato un lavoro che era facile da combinare con la formazione, che secondo Joachim Olason è davvero fantastico.

Joachim Olsen quando Hogan incontra l’IFK Göteborg nel 2015.

Foto: Daniel Stiller / Bildbyron

“Potrei pentirmene a volte”

Non gli piace guardare indietro molto, ma a volte può rimpiangere che Joachim Olsen abbia scelto di lasciare Atlanta a 19 anni.

READ  Steven Zhang di Suning, giornalista italiano, ha deciso di continuare come presidente ad interim

– Certo che ora rimpiango il dolore che ho lasciato. Quelli intorno a me e molti altri potrebbero aver sentito. Altrimenti oggi sarebbe potuto sembrare diverso. Allo stesso tempo, cerco di pensarci di più, dice Joachim Olason.

Adesso ha 26 anni.

Il sogno di una carriera professionale di alto livello è ancora vivo, ma non è la cosa più importante per Joachim Olason.

– Se arriva l’opportunità di giocare di più, sono decisamente disponibile. Ma ora ho una famiglia e una figlia e presto avrà tre anni. Se vogliamo trasferirci, deve funzionare per tutti, il calcio non è tutto nella vita, dice.

leggi di più: Joachim Olsen ha esordito in Serie A
leggi di più: Olason: “Altrimenti mi congelano.”
leggi di più: Belugia – e Olason è pronto per le dimissioni