TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Grandi movimenti dei tassi di interesse di mercato – possono influenzare i mutui

Il settore finanziario globale è stato scosso dal crollo della banca statunitense SVB. Tutti gli occhi sono ora puntati sull’Europa dopo l’annuncio che la banca ammiraglia UBS rileverà il rivale svizzero in difficoltà Credit Suisse. La preoccupazione si riflette sia nelle borse mondiali che nel calo dei mercati obbligazionari e dei tassi di interesse.

– Matthias Persson, capo economista di Swedbank, afferma che le turbolenze di oggi sono molto insolite e chiaramente non rendono le prospettive future più positive.

L’attenzione si è concentrata sulle cosiddette obbligazioni AT1, che sono prestiti che le banche possono contrarre e che vengono poi convertiti in azioni ordinarie in tempi di crisi. Nell’affare Credit Suisse, è stato omesso, e questo, combinato con molte banche che vedono i loro prestiti perdere valore, aumenta la preoccupazione, secondo Matthias Persson.

lo descrive come un uomo Nel business “cambiato nella gerarchia” di questo tipo di prestito.

– Nessuno sa davvero chi è seduto sulle obbligazioni AT1. Ma non sono le banche, ma i fondi, gli hedge fund e altri tipi di gestori a detenerli. Ora che c’è molta incertezza sui rischi che effettivamente affronti, stai cercando di vendere le tue partecipazioni, afferma Matthias Persson.

Lo descrive come un grande successo per questo tipo di asset.

– Se diventa più difficile emettere attività a costi più elevati, ciò significa che i costi globali del capitale per le banche aumenteranno. Per l’economia reale, ciò significa che i tassi sui prestiti stanno aumentando, portando a un inasprimento delle condizioni finanziarie.

Come sono colpiti gli svedesi?

– Abbiamo visto prima di noi che l’attività economica rallenterà e questo lo ostacola ancora di più. Il pericolo è che qualunque cosa accada con le turbolenze finanziarie ci dia un risultato molto peggiore con uno sviluppo economico complessivo peggiore.

READ  Brooklyn Beckham ha preso in giro un ingrediente nel suo sugo di polpettone: "Perché fratello?"

Matthias Persson afferma che i prossimi giorni determineranno se le preoccupazioni si estenderanno alle banche e ad altre istituzioni. Questa settimana è previsto anche un annuncio della Fed, che si aspetta possa calmare un po’ il mercato.

– Non credo che dovresti preoccuparti dei tuoi soldi, ma in futuro potrebbe essere peggio di quanto ci aspettassimo in termini di occupazione e crescita. Abbiamo ancora l’iperinflazione e ciò rende più difficile tracciare una linea e bilanciare per le banche centrali.

Jussi Heljanen, Chief Strategist di SEB, Dice che queste mosse sono radicate nelle aspettative che le banche centrali smetteranno di aumentare i tassi di interesse.

– C’è stato un drastico cambiamento la scorsa settimana. Il mercato ha abbassato le aspettative e ha iniziato a scontare tagli futuri, il che ha portato soprattutto a un forte calo dei rendimenti obbligazionari a breve termine, afferma Jussi Hiljanen.

Per le famiglie con tassi di interesse variabili, ciò significa che i tassi di interesse non continueranno a salire quando molto probabilmente la banca centrale smetterà di aumentare i tassi di interesse. Quando entreranno in vigore i tagli ai tassi di interesse, i tassi variabili scenderanno.

Allo stesso tempo, indica che le paure Negativo per il mercato azionario, che potrebbe portare le famiglie a diventare più caute con le loro finanze. Allo stesso tempo, le condizioni finanziarie contribuiscono ad aumentare i costi di finanziamento per le imprese e le banche.

Aggiunge che questi tipi di fluttuazioni sono insoliti.

I movimenti che abbiamo visto nel mercato nelle ultime settimane sono tra i più grandi che abbiamo mai visto in Europa, sono movimenti eccezionalmente ampi e sono gli stessi negli Stati Uniti.

READ  SAS ha aumentato il numero di passeggeri - la borsa sale in borsa

Jussi Hiljanen afferma che la preoccupazione è enorme e ci sono molte questioni all’ordine del giorno, come la quantità di denaro che fluisce dalle banche regionali alle banche più grandi negli Stati Uniti.

– Se ciò accade, la Fed potrebbe dover garantire prelievi nel sistema bancario più ampio, e in Europa il problema è AT1 e se le banche centrali possono continuare ad aumentare i tassi di interesse in questo contesto.

In una dichiarazione collegata al Credit Suisse, l’Autorità bancaria europea (EBA) scrive che il settore bancario europeo è resiliente. L’EBA sottolinea inoltre che le linee guida sono state e continuano ad essere che altri tipi di attività devono prima di tutto assorbire le perdite in caso di crisi.

Leggi di più: Devo prelevare i miei soldi dalla banca?