TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Gli italiani fanno bunker in casa in giardino

In Italia la domanda di alloggi privati ​​è aumentata vertiginosamente, secondo alcune società e società di intermediazione che producono bunker. Sui siti di edilizia abitativa come immobilare.it e casa.it si osserva il desiderio di spazi riparati a prezzi drasticamente aumentati per tali prodotti.

L’occupazione russa dell’Ucraina ha sollevato profondi timori circa una guerra nucleare e il bombardamento delle principali città italiane.

– Possiamo solo dire che possediamo questa azienda da 20 anni e in quegli anni abbiamo costruito 50 rifugi. Nell’ultimo mese abbiamo ricevuto più di 1.000 richieste “, afferma Giulio Caviochili di Minus Energy a Mandova.

“C’erano lacrime nella sua voce”

La caratteristica di tutti i chiamanti è che hanno una famiglia: figli e/o nipoti e altri parenti stretti, che vogliono proteggere. Gli uomini spesso chiamano per conto del coniuge.

– Un uomo ha chiamato, e c’erano delle lacrime nella sua voce, e l’ho sentito. Fu allora che scoppiò la guerra. Ha detto che le sue figlie erano in preda al panico e non riuscivano a dormire e gli ha detto di venire subito. Ho cercato di calmarlo, dice Giulio Gavvicholi.

I rifugi più piccoli ed economici sono di circa 30 mq. I prezzi sono di circa 300.000 SEK e oltre, più di 1 milione di SEK.

– Dipende dalle dimensioni del bunker e da quanto dovrebbe essere appropriato, dice Giulio Caviccioli.

Lo seguiamo in un giardino privato, al bunker che sta finendo. La porta è abbastanza forte da supportare 45.000 tonnellate e vediamo ristagno d’acqua e la struttura che fornisce aria pulita al bunker. Il rifugio deve essere in grado di resistere sia alle armi biologiche che alla bomba atomica.

READ  Tempesta d'aria nella finale del campionato europeo Non puoi guardare in TV

– Dovrebbero esserci letti a sinistra, scaffali con cibo a destra. Qui vedi l’uscita di emergenza, ogni bunker dovrebbe essere, se l’ingresso normale è bloccato, dice Kavichiholi.

“L’aria della Guerra Fredda è tornata”

Rosalpa Santorio, una donna anziana, ha comandato questo lavoro per sé, i bambini, i suoi gatti e il cane Scott.

– Purtroppo è tornata l’aria della Guerra Fredda. Prepariamo il bunker ma lo facciamo nella speranza di non ottenere mai il rapporto qualità-prezzo, Rosalpa dice a Scott di non usarlo e lascia correre un cane di nome Scott su per le scale.

Fa un rapido tour della grande cella frigorifera sotterranea nel suo giardino fiorito primaverile.

Allo stesso tempo, la guerra sembra troppo lontana e troppo vicina.