TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Fotocamera rubata trovata – Soldati russi catturati

Soldati russi sorseggiando caffè e fumando durante le battaglie nel Donbass.

Ma la maggior parte delle immagini nella fotocamera mostrano una vita diversa in un luogo diverso.

“Speriamo davvero che i proprietari stiano facendo bene”, ha scritto in un post la federazione ucraina.

Soldati dentro Ucraina La 24a Brigata Meccanizzata fece una scoperta straordinaria quando perquisirono un carro russo sconfitto Luhansk A metà maggio.

Hanno trovato una fotocamera digitale Sony con una scheda di memoria contenente circa mille immagini.

Di questi, undici foto e tre brevi video mostravano soldati russi durante le pause dei combattimenti.

Fumano, bevono caffè, ridono e mangiano nelle foto. Le loro braccia sono allineate accanto a panche di falegnameria.

I soldati russi fumano e bevono caffè.

Giornata dello studente fotografando suo figlio

Il resto delle foto, circa un migliaio, sono state scattate da una famiglia ucraina alla vigilia dell’invasione russa.

Le foto, secondo l’esercito ucraino, mostrano i viaggi, le vacanze e la giornata studentesca del figlio. Per motivi di privacy, una sola foto della coppia è stata postata in una strada pedonale.

È possibile che la telecamera sia stata rubata durante l’avanzata verso Kiev, forse nella periferia settentrionale di Hostomil, afferma il portavoce militare ucraino Nazar Ilnitsky. per Radio Free Europe.

I soldati sono stati quindi portati nell’Ucraina orientale e hanno portato con sé la fotocamera.

Hostomil, dove si trova l’aeroporto Antonov, è uno dei luoghi in cui i soldati russi sono stati accusati di gravi crimini di guerra.

La fotocamera che è stata rubata.

Il sindaco è stato fucilato

Si dice che centinaia di persone siano morte alla periferia di Kiev, vicino a Botja.

READ  Decine di migliaia manifestano negli Stati Uniti per leggi più severe sulle armi

“Il consiglio comunale ha contato il numero dei dispersi fino a 400”, ha detto il procuratore regionale Andrej Tkatag all’AFP quando le forze russe si sono ritirate.

Scopriamo chi è stato ucciso. Forse non tutti i corpi verranno ritrovati.

Il sindaco di Hostomil è stato assassinato a marzo. Secondo il consiglio comunale, sarebbe stato fucilato mentre “distribuiva pane agli affamati e medicine ai malati”.

Il suo corpo è stato trovato in una fossa poco profonda.

proprietario della fotocamera.

Il destino della famiglia è sconosciuto

Il destino dei proprietari della fotocamera non è chiaro.

“Speriamo davvero che i proprietari della fotocamera stiano bene. I russi non hanno nemmeno provato a cancellare le loro foto dalla scheda di memoria. Presto potremo restituire la fotocamera che ha fatto molta strada”, ha scritto la brigata su Facebook.

Secondo il portavoce Nazar Ilnitsky, i soldati russi appaiono nelle foto di una brigata militare aviotrasportata di stanza nella città di Ulyanovsk.

– I russi hanno portato con sé la telecamera nel BMD (veicolo anticarro anfibio destinato all’atterraggio aereo) e dopo aver eliminato con successo l’equipaggio del veicolo, la telecamera è stata trovata al suo interno, hanno detto i militari. per Radio Free Europe.

Saccheggio in corso

Le forze russe furono accusate di aver saccheggiato l’Ucraina durante l’avanzata verso Kiev all’inizio della guerra.

Molti di coloro che sono fuggiti dalle aree lungo il percorso della gigantesca carovana una volta tornati a casa hanno scoperto come gli oggetti di valore venivano ripuliti da case e aziende.

Secondo una recensione di Mediazona, i soldati russi hanno inviato a casa almeno 58 tonnellate di oggetti rubati dall’ufficio di una compagnia di corriere in diverse città vicino al confine ucraino in Bielorussia e Russia.

READ  Mc-gänget kollapsade – men kan återuppstå

L’analisi dei giornalisti dei materiali video prelevati dalla filiale nella città di confine con la Russia di Valwicki mostra che persone in uniforme hanno inviato scarpe, pneumatici, un microfono, una TV, salsicce, lattine, chitarre, tende e molto altro, scrive il sito.

Ha rubato tutto nel salone

“Ogni giorno, persone in uniforme entravano in ufficio e avvolgevano le loro borse militari in un involucro di plastica e le lasciavano quando uscivano. Nella maggior parte dei casi era impossibile sapere cosa stessero inviando i militari”. scrive Medizona.

Una donna che gestisce un salone di bellezza nella città di Trostiants, a est di Kiev, ha raccontato al Guardian del saccheggio che ha scoperto al suo ritorno.

I soldati hanno rubato tinture per capelli, shampoo, smalto per unghie, asciugacapelli, tutte le forbici, un divano, tutte le sedie, diverse lampadine e dipinti alle pareti.