TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Finora è difficile sfruttare il vantaggio della terra sulla sua terra

Dopo le qualificazioni dello scorso anno a Bubbles a Edmonton e Toronto, le squadre della Stanley Cup hanno ancora una volta la possibilità di giocare nelle loro arene, oltre a porzioni più grandi dei loro fan sopra ogni altra cosa.

Ma finora, questa caratteristica della casa non ha dimostrato di ripagare molto. Le quattro partite di giovedì si sono tutte concluse con una vittoria fuori casa e dopo 18 partite, la squadra ospite ha vinto dieci volte.

Fatta eccezione per il Colorado Avalanche-St. Lewis Blues e Carolina Hurricanes – Nashville Predators, poiché la squadra di casa ha vinto le partite di apertura, altre partite finora hanno incluso almeno una sconfitta fuori casa.

Video: TBL-FLA, M3: reti di Lomberg in folle

I Florida Panthers hanno perso entrambe le partite iniziali in casa a BB&T e poi hanno vinto in trasferta contro Lightning. Pinguini, capitali, bruins, cavalieri d’oro, foglie d’acero e oliatori hanno tutti un difetto fatale nel record locale finora.

Sappiamo cosa dobbiamo fare in ogni partita per avere successo, dice Eric Stahl Nei Montreal Canadiens che hanno battuto lo Scotchia North Toronto Maple Leaves nella partita 1. Non importa il ghiaccio in casa o in trasferta, non cambiamo nulla nel nostro gioco.

Video: MTL-EDM: Improvvisamente Staal decide del suo debutto a Montreal

– Le qualificazioni sono qualcosa di completamente diverso dalla serie principale, continua Stahl. Lo diciamo sempre, ma lo è davvero. Le emozioni e l’intensità aumentano e sembra di dover calmarsi prima delle partite per potersi concentrare sulle cose giuste. Siamo molto contenti di come abbiamo gestito la prima partita. Abbiamo giocato con grande determinazione e dobbiamo giocare anche la prossima partita. Sarà un test più difficile e non vediamo l’ora di affrontare questa sfida.

READ  Rooster Frederick Wikingson a Ola Wenström su Viasatstudion

Abbiamo vinto le prime due partite fuori casa, poi abbiamo perso in casa. Probabilmente dimostra ancora una volta che tutto può succedere nei playoff, dice l’attaccante del Tampa Bay Bryden Point. Le squadre sono molto forti e abili in questo campionato, quindi tutti hanno la possibilità di vincere ogni sera, indipendentemente dal fatto che tu sia in casa o in trasferta. Alla fine, di solito dipende da quale squadra può sfruttare le opportunità. La squadra che fa il minor numero di falli di solito vince in questo periodo dell’anno.

Tuttavia, giocare in casa è una priorità per la squadra poiché le sedi della partita devono essere garantite. La squadra può iniziare la serie di partite e giocare una potenziale partita decisiva in casa, dove hai anche il privilegio di apportare finalmente cambiamenti ai giocatori.

L’allenatore di Predator John Haynes dice che aiuta sempre a essere una squadra a casa. In questo modo è facile ottenere la corrispondenza desiderata. Puoi controllare meglio la tua frequenza cardiaca durante la partita invertendo la classifica. Penso che sia il più grande vantaggio.

Oltre al recente cambiamento, il vantaggio della Terra sulla Terra non sembra avere importanza ora, afferma John Cooper, allenatore di Lightning. Nelle qualificazioni si tratta di vincere quattro partite. Non quattro partite in casa. Quando arriviamo a quel punto, lo stadio è a livello e entriamo in partite con le stesse condizioni in termini di viaggio e comfort tra le partite. Quindi, penso che stiamo assistendo a più partite e vittorie fuori dalla terra.

Non cambieremo nulla, dice l’allenatore di Avalanche Jared Bednar perché la serie di partite contro i Blues si sta spostando a St. Lewis. Per noi è importante giocare correttamente per 60 minuti. Incontriamo una squadra forte che ci metterà alla prova ogni sera al limite e poi dobbiamo esibirci al top per avere successo.

READ  Lo scandalo del nuotatore Sun Yang di nuovo in tribunale: "niente"

Video: COL-STL, M2: McKinnon è una tripletta

Quando siamo squadre lontane, non possiamo controllare i giocatori che si affrontano in campo, dice l’allenatore dei Golden Knights Peter DeBoer. Allo stesso tempo, spesso c’è poca pressione in più che la squadra di casa mette su se stessa. La sensazione è che devi vincere in casa. Penso che sia più facile suonare insieme e fuori casa, soprattutto ora che non hai un’arena piena di fan locali contro di te.

Nella seconda parte della stagione, invece, il vantaggio di giocare in casa è stato sempre più accresciuto. Mentre la pandemia COVID-19 inizia a riemergere sugli spalti e nelle qualificazioni, anche la capienza del pubblico è stata aumentata in diverse arene.

– È sempre stata una buona pressione sul pubblico che avevamo sul posto, dice Bruins Cassidy, l’allenatore dei Bruins che ha aumentato la sua capacità di pubblico dal 12 al 25 percento fino ai playoff. Siamo abituati a essere completamente silenziosi, quindi avere almeno alcuni dei nostri fan significa molto. Quando abbiamo deciso di fare l’ultimo straordinario, è stato pazzesco e non vediamo l’ora di suonare di nuovo davanti alle tribune affollate. Dà davvero ai giocatori sul ghiaccio una potenza extra.

– Lo amo. “Ci sarà pressione sugli spalti”, ha detto l’allenatore dell’uragano Rod Brendamore quando gli è stato chiesto se pensava che la sua squadra sarebbe stata influenzata dall’atmosfera popolare alla Bridgestone Arena prima delle partite fuori Nashville. Molto meglio dell’anno scorso. Non c’era assolutamente nient’altro.

Non importa se sei una squadra in trasferta quando il pubblico è attivo. Deve avere passione e passione durante le partite. Questo è l’hockey.

READ  Granqvist non si dà in rosa: "dipende dalla sua forma"