TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Finalmente abbiamo visto l’Eurovision, non il “Concorso della canzone inglese”

L’Eurovision Song Contest (ESC) di quest’anno a Rotterdam è stato insolitamente versatile e pieno di sorprese. Personalmente, ora di solito mi riferisco all’ESC come al “Concorso della canzone inglese” perché la maggior parte dei contributi negli ultimi 15-20 anni sono stati cantati principalmente in inglese.

Quest’anno sembrano essere stati fatti più contributi del solito in ogni lingua madre. Penso che sia positivo e piacevole. Rafforza l’identità di ogni paese.

L’idea di base del concorso canoro era che gli europei dovevano prima conoscersi lingue e culture diverse. I primi tre posti questa volta furono occupati dalle maggiori lingue latine: italiano e francese.

Questa tendenza linguistica continuerà nella competizione o è una coincidenza? Perché non provare a introdurre il francese e l’italiano come lingue ufficiali ufficiali all’interno dell’UE? Inoltre, il Regno Unito ha lasciato l’Unione europea, quindi l’inglese non è più una delle principali lingue dell’Unione oggi.

Ultimo ma non meno importante: l’Italia ha vinto quest’anno con la band Meneskin con il brano “Giti e Pooni” (“Quiet and Gentle”). Personalmente credo che questo sia il peggior contributo che l’Italia abbia dato al torneo ESC. Ma un vincitore!

Era un urlo con un forte e confuso accompagnamento di chitarra elettrica in italiano. Dovrebbe essere una canzone hard rock italiana. Incredibili dolci vittorie inviate prima all’ESC dall’Italia! Facciamo alcuni esempi: “Grande Amore” con Ile Volo o “Nesun Grato de Cebrazione” con la cantante Francesca Michelin.

C.G. Burnbring

leggi di più: Miglior TV: ho guardato quasi tre milioni di Eurovision

leggi di più: David ha dato un test antidroga negativo

leggi di più: Dassie Sisa: Affidati ai primi dieci

READ  Reporter Food: la casa italiana di Nino nelle Auburn Hills • Auckland County Times

leggi di più: Le canzoni svedesi dell’Eurovision sono le migliori di tutti i tempi