TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Ex datore di tempo in Romania: “Sono stato non pagato per un mese”

Jonathan Morse ha preso in prestito a gennaio dal Chivo, in Italia, alla rumena Dynamo Bucarest. L’ex giocatore del Kif Sundswalls ha ottenuto il tempo di gioco tanto necessario e ha segnato due gol in 13 partite.

Descrive il tempo trascorso in Romania come un’esperienza, per una serie di motivi.

– Quando sono arrivato, è stata dura per la squadra, Jonathan Morse dice a SVD Sport che sono atterrato in una situazione speciale con cattiva luce e cattivo umore nella squadra.

– Questo è un grande club, molti tifosi. C’era molta pressione su di noi per fare meglio. Sono stato in grado di gestire questa pressione dei tifosi, dei media e del caos intorno al club.

“Questo è disgustoso”

A volte l’insoddisfazione dei tifosi è diventata così grande che si sono rivolti ai giocatori del centro di allenamento.

– I tifosi erano decisamente insoddisfatti, era un grande club, c’era un tempo in cui non vincevamo le partite. Sono venuti lì, hanno parlato e se ne sono pentiti.

Inoltre, Morse dice che c’erano problemi all’interno della squadra.

– Questo non è un gruppo. I giocatori sono andati in giro e hanno parlato con i media degli altri della squadra, il che è stato un po’ disgustoso. Allo stesso tempo, c’era confusione all’interno del club con coloro che governavano lì.

essere non pagato

I problemi dei governanti hanno influito sulle finanze dei soldati. Il club ha avuto difficoltà a pagare gli stipendi e il 23enne è stato una delle vittime.

– Sì, lo era davvero. Sono stato senza paga per un mese o più. Ma alla fine ha funzionato.

READ  Giorgio Agampen dice che la corona ha portato al fascismo

Nonostante un periodo turbolento, non si pente della mossa.

– È stata un’esperienza e ho sentito di aver giocato e cresciuto mentalmente e come calciatore. Personalmente, ho pensato di aver fatto bene.

Non è chiaro dove porterà la prossima Svezia, ma non è interessato a tornare in Svezia.

– Ci sono alcuni interessi qua e là in Europa, ma nulla è davvero certo. Dovremo aspettare un po’.