TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

È morto l’ex presidente sudafricano FW de Klerk

e Agence France-Presse.

– È vero che nella mia giovinezza ho sostenuto sistemi separati. Ma in seguito, mi sono scusato in diverse occasioni con la gente del Sud Africa per il dolore e l’umiliazione che l’apartheid ha significato per le persone di colore in Sud Africa. Molti mi credettero, e alcuni no, dice nel saluto.

Rilascia Mandela

Oggi, la fondazione intitolata all’ex presidente ha annunciato che de Klerk è morto pacificamente nella sua casa di Cape Town giovedì mattina.

Frederic Willem de Klerk, il cui nome completo era Frédéric Willem de Klerk, è una figura importante nella moderna storia sudafricana.

Fu lui ad annunciare, durante un famoso discorso in Parlamento il 2 febbraio 1990, che il prigioniero politico più famoso del mondo – Nelson Mandela – sarebbe stato rilasciato dopo essere stato trattenuto dal regime per 27 anni.

Allo stesso tempo, de Klerk ha revocato il divieto al movimento di liberazione ANC e ad altri gruppi anti-apartheid. Il crescente isolamento internazionale del Sudafrica, insieme al nuovo ordine mondiale in cui si è conclusa la Guerra Fredda, sono di solito alcune delle ragioni addotte quando si spiega la trasformazione storica del Sudafrica.

Il periodo che seguì fu turbolento ea volte violento, ma nell’aprile 1994 si sarebbero potute tenere le prime elezioni democratiche in Sudafrica e l’ANC ottenne una vittoria schiacciante.

Nelson Mandela si è insediato come primo presidente eletto democraticamente del paese. Inizialmente ha guidato un governo di coalizione composto dall’African National Congress e dal partito degli scrittori nazionalisti. Nel gabinetto, de Klerk è stato nominato come uno dei due vicepresidenti. La costruzione (durata due anni) fu il risultato di lunghe e talvolta dolorose trattative.

READ  Accordo di sicurezza britannico, americano e australiano

premio Nobel per la pace

Diverse persone chiave hanno condiviso il fatto che la transizione alla democrazia è stata ancora relativamente pacifica, nonostante il paese fosse sull’orlo della guerra civile in alcune occasioni.

Ma difficilmente sarebbe stato possibile se FW de Klerk e Nelson Mandela non avessero mostrato rispetto reciproco l’uno per l’altro.

Entrambi hanno ricevuto il premio Nobel per la pace nel 1993.

Nel video di addio, l’ex presidente dice che lui e l’ex leader del Partito nazionalista si scusano per l’apartheid.

L’attuale presidente del Sudafrica, Cyril Ramaphosa, nelle sue condoglianze alla vedova di de Klerk afferma che la notizia della morte dell’ex leader “spinge tutti noi a riflettere sulla nascita della nostra democrazia”.

FW de Klerk è morto di cancro ai polmoni. Ha 85 anni.

Correzione: in una versione precedente, ANC ha ricevuto una mappatura dei caratteri errata.

FW de Klerk, a destra, con l’allora presidente del Sudafrica Nelson Mandela. Giovedì, de Klerk è morto all’età di 85 anni. Galleria fotografica. Foto: Mike Hutchings/AP/TT

Fatti: apartheid in Sudafrica

La parola “apartheid” deriva dalla lingua afrikaans e significa “separazione”.

Nel 1948, quando il Partito Nazionalista salì al potere, il Sudafrica adottò l’apartheid come sistema politico in cui la popolazione non bianca era discriminata. Il sistema era molto brutale.

La popolazione era divisa in bianca, nera, asiatica e di colore (di ascendenza mista).

Molti neri furono collocati nella riserva, la cosiddetta “patria”.

L’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha più volte condannato il Sudafrica e affermato che l’apartheid è un crimine contro l’umanità.

In pratica, l’apartheid è stata più o meno abolita nel 1990. Il leader dell’ANC Nelson Mandela è stato poi rilasciato dopo 27 anni di carcere. (TT)