TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

È difficile per i diabetici procurarsi i farmaci – Farmacia svedese

È difficile per i diabetici procurarsi i farmaci – Farmacia svedese

– Non devi È diventato comune non disporre dei farmaci necessari per la gestione autonoma di una grave malattia cronica. Pertanto sono necessarie misure nuove e rapide per risolvere i problemi, afferma Björn Ihlen, presidente della Società svedese del diabete. In un comunicato stampa.

Secondo un sondaggio condotto dall'Associazione svedese per il diabete tra i nuovi membri, la percentuale di diabetici che hanno difficoltà a procurarsi i farmaci in farmacia sembra essere aumentata rispetto all'estate scorsa. Delle 3.600 persone che hanno risposto, quasi la metà, il 46%, ha affermato che la farmacia aveva esaurito i farmaci utilizzati negli ultimi sei mesi. La stessa cifra era del 39% quest’estate.

Un terzo di questi ha scelto di cambiare farmaco, ma il 13% non è riuscito a farlo senza farmaci. L’Associazione svedese del diabete vuole che gli attori responsabili adottino rapidamente nuove misure per migliorare la situazione.

I problemi si applicano sopra ogni altra cosa Il farmaco per il diabete Ozempic, che dovrebbe essere temporaneamente ritirato nel 2024. Ma mancano anche altri farmaci importanti e comuni, come l’insulina.

— È allarmante che le singole aziende abbiano un modello di business che contribuisce a impedire alle persone con diabete di ottenere le cure di cui hanno bisogno all’interno del sistema di benefici. È tempo che il Ministro della Salute abbia un dialogo serio con gli operatori del settore su ciò che stanno facendo per risolvere la crisi e garantire che le persone più bisognose abbiano accesso ai medicinali, afferma Björn Ehlen nel comunicato stampa.

READ  Sindrome di Charles Bonnet - immagini del cervello

Si ritiene che quando c’è carenza di medicinali siano necessarie norme chiare per stabilire le priorità.

— L'attuale carenza di farmaci implica l'abbandono del principio secondo cui coloro che hanno più bisogno di cure dovrebbero ricevere aiuto per primi. È importante che ora disponiamo di regole a lungo termine per la prescrizione di medicinali in caso di carenza e che i comitati regionali per i medicinali diano la priorità a coloro che ne hanno più bisogno, afferma Björn Ehlen nel comunicato stampa.