TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

EU:s klimatkommissionär Frans Timmermans

“Dannatamente difficile, ma funziona” – quindi l’UE deve ridurre la sua dipendenza dal gas russo – Nyheter (ECOTE)

Possiamo effettivamente ridurre la nostra dipendenza dall’energia russa di due terzi quest’anno. È difficile, molto difficile, ma possibile, ha affermato il commissario europeo per il clima Frans Timmermans Martedì alla conferenza stampa.

L’obiettivo a lungo termine è di non acquistare alcuna energia russa entro il 2030.

Sarebbe un cambiamento enorme – oltre il 40 per cento di tutto il gas importato dall’Europa proviene dalla Russia – c’è anche un’enorme dipendenza dal petrolio e dal carbone russi.

A breve termine, ciò avverrà principalmente acquistando GNL, ma anche aumentando le importazioni di biogas e idrogeno da altri paesi.

A breve termine, la Commissione chiede anche ai paesi dell’UE di ricostituire le loro riserve di gas fino al 90% per resistere al prossimo inverno.

A lungo termine, si tratta di accelerare la transizione verde attraverso massicci investimenti in solare, eolico, idrogeno e biogas e aumentare l’efficienza energetica.

Un modo è fornire permessi rapidi per espandere i tipi di energia sostenibili.

– Non si può parlare di rivoluzione energetica sostenibile se ci vogliono sette anni per ottenere il permesso per costruire turbine eoliche, ha affermato il commissario per l’Energia il mio destino simpson.

Ma la vera grande domanda è da dove arriveranno i soldi, perché tutto costerà.

Questo è in una situazione in cui i paesi dell’UE hanno già fornito miliardi di euro per sostenere case e imprese a causa dell’aumento dei prezzi dell’elettricità e in cui alcuni paesi, soprattutto nell’est, si lamentano delle esorbitanti ambizioni climatiche dell’UE.

Il comitato indica diverse fonti di finanziamento per una transizione più rapida e un maggiore sostegno per i gruppi vulnerabili.

Aiuti per il recupero post-coronavirus, parti di ingenti sussidi agricoli dell’UE, proventi dello scambio di quote di emissione, nonché tasse temporanee sulle eccedenze inaspettate delle società elettriche derivanti dall’aumento dei prezzi dell’elettricità.

READ  Ecco la grande visione di Audi del futuro Grandsphere