TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

“Chi ha deciso che cucinare dovrebbe essere facile?”

Leggi di più: Come fare un classico italiano – sulla strada per Videgård

“Non è complicato cucinare quando la cottura è troppo lunga?” Una volta ha chiesto un editore. Ho risposto di no. Per chi dico disgustoso? Se sei uno che brucia l’acqua del tè, il culmine della gastronomia è friggere un pezzo di pane. Ma la domanda probabilmente non è strana.

Cucinare è davvero complicato, d’altronde è guidare una macchina… o fare matematica… o finire un abbonamento…

Quanto è facile la ricetta? Chi l’ha deciso? Dio, ci alleniamo tre anni prima di togliere i pannolini e altri due anni prima di asciugarci. Perché è strano che dobbiamo imparare a cucinare? Una svolta a sinistra in una rotonda non è pakis, non è un uovo in camicia. Imparare a cucinare non significa dover cucinare cibi buoni ogni giorno, ma non puoi aspettarti che la cucina venga in qualche modo ereditata. La salsa Burnice non è prevista nel cervello dei rettili. Bisogna essere addestrati a cucinare anche una piccola salsiccia a maggese.

All’inizio del periodo esisteva una tradizione orale. Le donne insegnavano alle donne a cucinare, gli uomini insegnavano agli uomini a guardare. Anche se ero una ragazza, non avrei mai imparato la cucina da mia madre, avrei imparato “Cronus Cuckoo” da mia nonna perché non era così dolce.

Non succede molto in cucina. Allo stesso tempo, quando guardiamo i telegiornali sui nostri telefoni cellulari e leggiamo le stelle lontane con le sonde spaziali, cuciniamo come nel XVI secolo. Certo, la stufa a legna è stata sostituita da piastre alogene e calore a induzione, ma la carne è arrostita e le patate sono cotte proprio come Katarina de Medici ha portato la cucina italiana in Francia. La cugina di Katrina, Mary Puff, ha inventato la pasticceria e da allora non è successo molto.

Bisogna essere addestrati a cucinare anche una piccola salsiccia a maggese

Nel 1825 Anthelme Brillat-Savarin scrisse nel suo capolavoro “La fisiologia del gusto” che “la scoperta di un nuovo cibo supera la felicità di una nuova stella”. “Non ho tempo!” Dici allora. Sai, voglio dire, questa è una priorità. Se cucinare è felice di non diventare una punizione, è molto meglio delle ultime serie tv. Se hai dei bambini, questa è una meravigliosa opportunità per esercitarti. Come sai, sarà sempre bello in cucina.

READ  Nell'isola carceraria italiana di Gorgona...

Entrambi i ristoranti potrebbero essere pionieri E promotori. Che divertimento c’è a mangiare grandi quantità su un piatto che cambia consistenza e temperatura come una gelatina che sa di bullo tardivo? Qual è il fascino della neve parmigiana? Perché ci vogliono tre giorni per cucinare le patatine fritte perfette? A chi piace il gelato con uova e bacon? Ma bisogna tenere a mente che non possiamo progredire senza questi test. Non sarebbe bello se la domanda venisse da leggere al tavolo da pranzo del 2030:

“Caro, il parmigiano può mandare la neve?” Invece: “Manda Ketchup, tesoro!”