TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Caos al confine tra Stati Uniti e Messico: un muro di auto

Il caos continua al confine mentre si prevede che un numero record voglia attraversare gli Stati Uniti.

Il governatore del Texas Greg Abbott ha ora eretto un “muro d’acciaio per veicoli” lungo il fiume di confine per fermare gli immigrati.

– Stiamo facendo il lavoro di Biden, dice.

Circa 15.000 migranti, per lo più haitiani, attraversano il Rio Grande, che lo separa Messico e Stati Uniti d’America Recentemente.

Questo numero è un record e ci sono stati diversi giorni di caos nella città di confine di Del Rio in Texas.

Migliaia di persone sono state trattenute in un campo improvvisato sotto un ponte dell’autostrada. La polizia a cavallo, in foto notevoli, ha cercato di dissuadere altri migranti dall’attraversare il fiume.

“Le persone non dovrebbero mai essere trattate in questo modo e sono profondamente scioccato”, ha detto il vicepresidente Kamala Harris durante la trasmissione dei film all’inizio della settimana.

muro della macchina della polizia

Gli agenti di polizia accusati di espulsione forzata di immigrati sono stati sospesi in attesa di indagini.

Il governatore repubblicano Greg Abbott sta ora intensificando la mischia. Sta cercando di fermare gli attraversamenti mettendo in fila centinaia di auto della polizia per diversi chilometri lungo il Rio Grande.

“Abbiamo costruito un muro d’acciaio per le auto che impedisce a tutti di attraversare il fiume, e ho anche visto persone attraversare”, ha detto Abbott in un’intervista a Fox News.

– Abbiamo ripreso il controllo del confine.

Una fila di veicoli sulla riva del Rio Grande. L’idea è di impedire alle persone di attraversare il confine.

Greg Abbott ha difeso a lungo il muro contro il Messico che l’ex presidente Donald Trump ha iniziato a costruire durante il suo periodo alla Casa Bianca.

In una conferenza stampa a Del Rio, il governatore ha affermato che il Texas è ora costretto a fare “il lavoro di Biden” e ha accusato il presidente di essere responsabile delle scene che sono state messe in scena negli ultimi giorni quando migliaia di immigrati sono stati costretti in una tenda improvvisata. Campi sotto il ponte dell’autostrada.

Martedì, nel campo c’erano ancora 8.600 persone.

– Dice che il mancato rispetto delle leggi applicate negli Stati Uniti porta al caos e il caos porta alla brutalità.

Migliaia di persone si accampano in tende sul Del Rio International Bridge a Del Rio, in Texas. Funzionari statunitensi affermano che molti immigrati sono ammessi negli Stati Uniti – dichiarazioni che contraddicono la promessa dell’amministrazione Biden che chiunque entri illegalmente nel paese sarà immediatamente espulso.

Un’altra crisi per Biden

Per il presidente Biden le scene al confine sono una terza crisi in poco tempo. Ha già visto un calo della sua fiducia dopo la caotica evacuazione dall’Afghanistan e la quarta ondata di coronavirus che infuria in molte parti del Paese.

Sulla questione degli immigrati, è sotto pressione da entrambe le parti.

Gli oppositori accusano Joe Biden di essere debole e incapace di proteggere i confini del Paese.

READ  Variabile delta: soffrono di più

Allo stesso tempo, ha recentemente affrontato una rivolta all’interno del suo partito dopo essersi opposto a una proposta per aumentare il numero annuale di rifugiati che potrebbero ottenere un permesso di soggiorno.

Dopo che molti democratici arrabbiati hanno criticato Biden, ha cambiato idea.

Migliaia di persone stanno ancora aspettando da parte messicana la possibilità di prendere il sopravvento.

Secondo la CNN, l’afflusso di migranti al nord è stato elevato. Ci sono circa 30.000 haitiani in Colombia che potrebbero voler attraversare il confine degli Stati Uniti.

Si prevede che entro la fine dell’anno 80mila migranti attraverseranno il confine panamense diretti negli Stati Uniti.

Una delle prime decisioni di Joe Biden quando è entrato in carica è stata quella di smettere di costruire il muro del presidente Trump contro il Messico. Tuttavia, ha osservato, il mantenimento dei confini è una priorità.

Ma i recenti sviluppi sono un grattacapo per il presidente. La Casa Bianca ha trovato difficile spiegare perché la situazione è degenerata al punto che la polizia di frontiera a cavallo ha agito in modo aggressivo e ha cercato di costringere i migranti ad attraversare il fiume. Scriver The Washington Post.

Chuck Schumer, il leader della maggioranza democratica al Senato, afferma di sfidare il buon senso, riguardo alle deportazioni e alle tattiche della polizia di frontiera.

Alejandro Mallorcas, il segretario per la sicurezza interna degli Stati Uniti, afferma che cercheranno di svuotare il campo per i prossimi nove o dieci giorni.

“Ci aspettiamo risultati drammatici nelle prossime 48-96 ore”, ha detto mercoledì sera durante un’audizione al Senato.

I senatori repubblicani hanno interrogato duramente Maiorca durante l’udienza.

READ  Il telefono di Macron potrebbe essere stato hackerato da un software israeliano

– Sei soddisfatto dei tuoi progressi? Lo ha chiesto al ministro il senatore Josh Hawley, stretto alleato dell’ex presidente Trump.

– Sei responsabile, tu e il tuo governo siete responsabili. Hawley ha detto che decine di migliaia di persone vivono in condizioni incredibili, sono venute qui a causa delle tue decisioni politiche.

Migranti, per lo più haitiani, in un campo a Del Rio, in Texas, vicino al Rio Grande. Migliaia di immigrati haitiani hanno attraversato il confine dal Messico agli Stati Uniti.

Le pattuglie cercano di fermare i migranti nell’area intorno al fiume Rio Grande, al confine tra le città di Del Rio, in Texas, e Ciudad Acuña, in Messico.

Incatenato in volo

Il governo, con l’aiuto della Legge di emergenza temporanea, raddoppierà ora il numero di haitiani deportati dagli Stati Uniti ad Haiti. Molti degli aerei che hanno riportato i migranti sono già stati noleggiati.

Si dice che un migliaio di immigrati siano stati accolti negli Stati Uniti, dove i loro casi saranno trattati presso l’Ufficio immigrazione, è stato riferito mercoledì sera tardi.

Il malcontento interno per la gestione da parte di Biden dell’afflusso di immigrati non dovrebbe essere attenuato dalle testimonianze di coloro che sono già stati espulsi.

Il Washington Post ha parlato con molti degli haitiani rimpatriati all’inizio di questa settimana. Dichiarano di essere stati incatenati a bordo e trattati come “schiavi”.

Il numero di immigrati haitiani è aumentato costantemente durante l’anno ed è ora a livelli record. Più del 97 per cento di loro non proviene direttamente da Haiti, ma vive in paesi come Cile e Brasile, CNN.

Molti haitiani ora incarcerati in una tendopoli sotto un ponte del Texas sono emigrati nei paesi del Sud America dopo il disastroso terremoto che ha colpito il paese nel 2010.

Ma altri hanno pagato un prezzo pesante per uscire dal paese duramente colpito, solo per essere espulsi direttamente.

Nicole Phillips, giudice capo di un’organizzazione che lavora per gli immigrati haitiani, afferma che Haiti è un paese pericoloso dopo l’assassinio del presidente Moise e il forte terremoto di quest’estate.

Le persone non hanno ancora accesso all’acqua potabile e alle cure mediche. Quindi interrompi immediatamente le deportazioni e accogli invece gli haitiani per sottoporsi alla procedura di asilo in modo che non debbano tornare nel paese da cui sono fuggiti, dice. alla CNN.

Migranti che cercano di entrare negli Stati Uniti.
Inserito: