TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Baldur’s Gate 3 è il grande vincitore di quest’anno, così come lo è stato il gioco del 2023

La Svezia sembra andare controcorrente

Aggiornato alle 14.00 | Pubblicato il 38.09

Sconti, affari giganteschi e intelligenza artificiale.

Il 2023 è stato un anno misto per l’industria dei giochi, con alcune versioni tanto attese che hanno deliziato i giocatori di tutto il mondo.

Le persone in tutto il mondo hanno lasciato le loro case, hanno gettato via le maschere e hanno lasciato andare la pandemia. Per il mondo dei videogiochi ciò significava che gli anni di forte crescita erano finiti.

Il 2023 è stato un anno di recessione, secondo la società di ricerca DFC Intelligence, e le aziende hanno stretto la cinghia o hanno chiuso del tutto.

La società svedese Embracer ha chiuso la American Volition, che non ha avuto successo con il nuovo inizio di “Saint’s Row” e dei nuovi arrivati ​​​​britannici Free Radical Design. Secondo videogameslayoffs.com, in tutto il mondo più di 9.000 sviluppatori hanno dovuto lasciare il lavoro.

Ma finora la Svezia sembra andare controcorrente, con un aumento del volume delle vendite e del numero di nuove aziende e dipendenti, secondo l’organizzazione industriale Computerspelsbranschen.

Gioco del vampiro "Redfall" È stato deludente quando è stato rilasciato all'inizio di maggio.  Ma almeno da allora il gioco ha continuato ad essere aggiornato, anche se il numero di giocatori rimane basso.  Clicca sull'immagine.

Il re ha un nuovo proprietario

La più grande acquisizione mai avvenuta nel settore è avvenuta quando, dopo diversi round, Microsoft ha ottenuto il via libera per acquisire Activision Blizzard per 68,7 miliardi di dollari, acquisendo nell’accordo anche il re svedese.

READ  Swedroid nomina il telefono Android 2021 per quest'anno

Lei era l’intelligenza artificiale della patata bollente.

All’interno del settore, il concetto in precedenza riguardava principalmente il modo in cui i nemici e gli aiutanti si comportano nei giochi, ma nel 2023 è stato discusso nella creazione effettiva dei giochi. Ubisoft ha affermato che scrivere dialoghi inefficaci richiedeva l’assistenza dell’intelligenza artificiale, mentre la società svedese Embark utilizzava parzialmente le voci dell’intelligenza artificiale. L’azienda svedese Mindark ha annunciato quest’anno che 25 dipendenti hanno dovuto lasciare il posto di lavoro per fare spazio all’intelligenza artificiale in “tutte le specialità dell’azienda”.

Svedese sviluppato "Finale" È stato rilasciato e ha attirato rapidamente centinaia di migliaia di giocatori. "Il lancio è solo l'inizio", promette ottimisticamente lo sviluppatore.  Clicca sull'immagine.

L’anno dei grandi giochi di ruolo

Tra i giochi usciti durante l’anno, il gioco di ruolo Baldur’s Gate 3 della belga Larian è uno dei maggiori vincitori. È stato elogiato dalla critica, ha venduto milioni di copie e ha vinto premi ai The Game Awards. “La leggenda di Zelda: Tears of the Kingdom” dovrebbe apparire anche per il vecchio Switch di Nintendo, che ha ricevuto anche un nuovo Super Mario sotto forma di “Wonder”.

Xbox ha ottenuto la popolare epopea spaziale “Starfield”, anche se il suo splendore da star sembra essere sbiadito, e due Spider-Men si sono lanciati nell’esclusiva Playstation “Spider-Man 2”.

“Hogwarts Legacy” ha salvato tutti coloro che sognavano di mettere piede nella scuola di magia di Harry Potter, e “Final Fantasy XVI” e “Diablo 4” hanno dovuto competere per gli attori d’azione quest’estate.

Successi svedesi

Nel mese di ottobre, la svedese Paradox ha rilasciato il simulatore di costruzione di città sviluppato in Finlandia “Cities Skylines 2” e, secondo l’editore, il gioco più atteso, che è stato criticato per difetti tecnici.

Faceva caldo rispetto al resto della Svezia. “Minecraft Legends” di Mojang è stato rilasciato ad aprile, ma non ha suscitato molto entusiasmo. In autunno, Starbreeze ha rilasciato “Payday 3”, che, nonostante i problemi tecnici, ha recuperato rapidamente i costi di sviluppo. L’anno si è concluso con il massiccio epico “Avatar”, la cui grafica abbagliante ha attirato l’attenzione dei media del settore, e il primo titolo di Embark, lo sparatutto free-to-play “The Finals”, ha avuto 200.000 giocatori simultanei poche ore dopo la sua uscita all’inizio di dicembre. .

Tra i fallimenti globali possiamo citare i giochi d’azione sui vampiri “Redfall”, “Gollum” e “The Day Before”, quest’ultimo così brutto da causare la morte dell’intero studio Fntastic.

Microsoft ha messo Activision Blizzard nel carrello e quest'anno hanno dovuto andare alla cassa e pagare.  Foto d'archivio.