TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Assassinio del presidente haitiano: tra gli indagati politici, preti e un uomo d’affari

I sospetti dietro la trama sono il leader del partito del presidente assassinato Tate Kali e un ex primo ministro. Secondo il procuratore Claude Bedford, sono ricercati, insieme a due sacerdoti e un uomo d’affari, con l’accusa di “omicidio premeditato, tentato omicidio e aggressione armata al presidente del Paese”. MercoPress. Serve anche un ex giudice della Corte Suprema.

Finora, la polizia haitiana ha arrestato 44 persone per il loro coinvolgimento nell’attacco alla residenza del presidente il 7 luglio di quest’anno. Tra gli arrestati c’erano 12 agenti di polizia il cui compito era quello di sorvegliare la casa del presidente. Sono sospettati di essere coinvolti nell’omicidio o di facilitare l’attacco.

Quattro dei dodici agenti di polizia serviti Il giorno dell’omicidio, secondo la portavoce della polizia haitiana Marie-Michel Ferrer. La polizia ha anche arrestato 18 dei 26 mercenari colombiani che facevano parte del gruppo di comando sospettato di essere entrato nella residenza presidenziale e ha espulso il presidente.

L’indagine indica che è stato un medico haitiano di 63 anni, residente in Florida, negli Stati Uniti, a pianificare l’attacco, ma non è ancora chiaro se sia stato lui a pagare i soldi dei mercenari. Martin Moyes, la moglie del presidente ucciso, non crede che il dottore sia il colpevole, ma vuole che le Nazioni Unite aprano un’inchiesta sull’assassinio presidenziale.

Ha detto alla CNN che Martine Moyes e suo marito Jovenel Moyes si sono nascosti sotto il letto ma sono stati portati via dai mercenari prima che il presidente venisse ucciso.

Foto: Matias Delacroix / AP

– Qualcuno ha dato l’ordine. Qualcuno ha pagato i soldi. Queste sono le persone che stiamo cercando. Voglio l’aiuto del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite per trovare queste persone Martin Moyes ha detto alla CNN Brasile.

È stata gravemente colpita durante l’attacco ed è stata portata in un ospedale in Florida, dove le ha salvato la vita. Poche settimane fa ha partecipato al funerale del marito a Cape Haiti, ma ha scelto di tornare negli Stati Uniti.

A causa del fatto che i mercenari sospettati di aver ucciso Jovenel Moyes provengono dalla Colombia, la polizia colombiana è inclusa nelle indagini. Secondo il capo della polizia colombiana Jorge Luis Vargas, l’ex esercito colombiano è stato assunto per svolgere una missione di sicurezza ad Haiti. Si dice che solo due dei mercenari sapessero che si trattava del rapimento dell’attuale presidente Jovenel Moss. La banda ha affittato una villa vicino alla casa del presidente.

Il capo della polizia colombiana Jorge Luis Vargas parla con un ufficiale durante una conferenza stampa sul sospetto coinvolgimento di soldati colombiani nell'omicidio.

Il capo della polizia colombiana Jorge Luis Vargas parla con un ufficiale durante una conferenza stampa sul sospetto coinvolgimento di soldati colombiani nell’omicidio.

Foto: Chepa Beltran/TT

Tre giorni prima dell’attacco, i piani furono cambiati. Secondo il capo della polizia colombiana, è stato un ex funzionario del Ministero della Giustizia haitiano a ordinare ai mercenari di sparare al presidente.

Un’indagine della polizia colombiana ha mostrato che l’omicidio è stato pianificato in Florida e che le spese dei mercenari di 500.000 corone svedesi sono state pagate da una società di Miami gestita da un ecuadoriano, è stato riferito. Quotidiano El País.

– Jorge Luis Vargas ha detto in una conferenza stampa a Bogotà: Conosciamo le persone che sono salite sulla prima macchina e come hanno svolto il lavoro.

La vedova del presidente è l’unica testimone e ha detto ai brasiliani CNN Che all’una della notte del 7 luglio ho sentito degli spari nel corridoio della loro casa e di come uomini armati siano entrati nel soggiorno in cerca di qualcosa.

“L’abbiamo semplicemente saputo in quel momento. Non questo, ma questo”, ha detto Martin Moyes in spagnolo.

Lei e suo marito si sono nascosti Sotto il letto, ma i mercenari correvano. Prima che il presidente venisse ucciso, un colombiano deve aver chiamato qualcuno per confermare che era la persona giusta che hanno trovato sulla Terra.

“È alto, magro, di colore nero”, disse l’uomo. Poi gli hanno sparato, dice Martin Moss.

Leggi di più: Michael Winarsky: Haiti è un paese che crolla a causa della violenza e dell’instabilità

READ  Biden cambia la politica sui rifugiati dopo una tempesta di critiche