TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Aspri combattimenti in tutta la Striscia di Gaza

Aspri combattimenti in tutta la Striscia di Gaza

L'esercito israeliano ha annunciato sabato sera che ridistribuirà le sue forze e invierà più carri armati a Gaza City. I carri armati vengono utilizzati, tra le altre cose, per combattere quelli che Israele ritiene siano terroristi di Hamas nascosti tra i civili nel campo profughi di Jabalia, a nord di Gaza City.

Nelle ultime settimane abbiamo scoperto tentativi di Hamas di ripristinare le proprie capacità militari a Jabalia. Stiamo lavorando lì per eliminare i tentativi”, ha detto sabato Daniel Hagari, portavoce dell’esercito israeliano, in una conferenza stampa.

Foto: Agenzia France-Presse

Da allora è stato fondato Israele Jabalia è stata bombardata sia dal cielo che da terra.

– Le bombe non hanno smesso di cadere da ieri. Jabalabun Saeed ha detto a Reuters che stavano bombardando tutto, anche vicino alle case e ai rifugi di emergenza allestiti per coloro le cui case sono state distrutte.

L’operazione nel nord era precedentemente considerata più o meno conclusa, dopo che le forze israeliane avevano distrutto le città all’inizio della guerra. Oltre a Jabalia, Israele è entrato con i carri armati anche in diversi sobborghi di Gaza nella notte tra sabato e domenica, costringendo ancora una volta i civili ad abbandonare le loro case.

I palestinesi stanno fuggendo da Rafah in gran numero, prendendo di mira soprattutto Al-Mawasi.

Foto: Agenzia France-Presse

Violenti scontri sono scoppiati anche a Deir al-Balah, a nord-ovest di Khan Yunis. Non sono stati visti carri armati lì, tranne che alla periferia della città, ma testimoni oculari affermano che i soldati israeliani si sono scontrati con Hamas e la Jihad islamica in diversi luoghi.

Allo stesso tempo, è avvenuto il bombardamento Rafah, nel sud della Striscia di Gaza. Domenica mattina Israele ha dichiarato di aver neutralizzato dozzine di terroristi nella città densamente popolata.

Rafah è da tempo scelta come prossimo obiettivo dell’esercito israeliano. Centinaia di migliaia di palestinesi sono fuggiti lì dopo l'avanzata israeliana nel nord. Ora molti palestinesi sono costretti a fuggire nuovamente, senza un posto dove andare. Centinaia di migliaia si rifugiarono ad Al-Mawasi, un’area densamente popolata a ovest di Khan Yunis, che Israele dichiarò “zona sicura”.

READ  Lo spazio aereo sopra la Bielorussia sta svuotando gli aerei - notizie (ICOT)