TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Arrestata la rete italiana di pirateria calcistica

Arrestata la rete italiana di pirateria calcistica

Le autorità italiane hanno smantellato un'importante rete di pirateria calcistica, arrestando 21 sospetti e bloccando i segnali di trasmissione illegali di popolari servizi in abbonamento, tra cui Sky Italia, DAZN e Netflix.

L'organizzazione criminale, i cui profitti sono stimati in milioni al mese, opera in tutta Italia e all'estero, distribuendo contenuti protetti attraverso IPTV illegali e siti di live streaming.

Dall'indagine, condotta dalla Procura di Catania e dalle unità criminali informatiche, è emersa un'organizzazione attentamente organizzata con membri sparsi su tutto il territorio nazionale. Hanno utilizzato comunicazioni crittografate, identità false e documenti contraffatti per nascondere le loro attività illegali.

La polizia ha fatto irruzione in siti in tutta Italia, confiscando attrezzature e chiudendo infrastrutture illegali di streaming live. Ciò blocca l'accesso alle partite di calcio piratate e ad altri contenuti protetti all'ampia base di utenti dell'organizzazione.

I 21 indagati devono rispondere di diverse accuse, tra cui associazione per delinquere, frode informatica e accesso non autorizzato a sistemi informatici. La Procura di Catania sottolinea la longevità dell'attività illecita, che con questa decisiva operazione è stata finalmente smantellata.

Le autorità hanno anche identificato canali di social media, forum e blog in cui l'organizzazione pubblicizzava servizi di streaming illegali.

Il successo dell'operazione è dipeso dalla stretta collaborazione tra la Procura di Catania, i Centri di Cybersecurity della Polizia Postale presenti in diverse città italiane e altre unità di polizia.

READ  Magnus Wislander e Andreas Berg inför EM-finalen