TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Anderson in Polonia: un incontro molto importante

– Questo è un incontro molto importante. L’Ucraina ha notevoli esigenze umanitarie, economiche e militari a causa dell’invasione illegale dell’Ucraina da parte della Russia, afferma il primo ministro Magdalena Anderson quando arriva alla riunione.

– Cercheremo di ottenere quanto più sostegno umanitario possibile, ma discuteremo anche di come possiamo aiutare l’Ucraina dopo la guerra, dice.

Anche il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, ha rilasciato una breve dichiarazione al suo arrivo:

“Questo incontro è il punto di partenza per il Piano Marshall per l’Ucraina, per la ricostruzione dell’Ucraina”, ha affermato.

Ursula von der Leyen, Presidente della Commissione Europea, è presente anche a Varsavia, dove si tiene la conferenza. Saranno presenti anche il Primo Ministro della Finlandia, Sanna Marin, ei primi ministri di Spagna, Portogallo e Lituania. Altri partecipanti partecipano digitalmente.

Ricaricare

Secondo Matilda Earnranks, ministro dell’Aiuto allo sviluppo, anche lei presente, uno degli obiettivi della conferenza è quello di reintegrare le risorse del Fondo delle Nazioni Unite per gli aiuti umanitari al popolo ucraino.

Il secondo obiettivo è spianare la strada a molti anni di sforzi in termini di sostegno alla società ucraina e alle sue funzioni.

– Ci sono sfide finanziarie a breve e lungo termine, afferma Matilda Ehrencrans prima della conferenza.

Erinkrans condurrà una tavola rotonda sulle misure appropriate per ricostruire l’Ucraina, con rappresentanti del Fondo monetario internazionale, della Banca mondiale, delle Nazioni Unite e della Banca europea per gli investimenti.

La Svezia contribuisce

Alla domanda su quanti milioni il governo intende promettere come contributo svedese, Ehrenkrans ha detto che sarebbe tornata su. Ma non puoi essere a mani vuote se vuoi convincere gli altri a contribuire.

READ  I leader mondiali condannano l'escalation della violenza in Israele

Per il primo ministro, sarà anche un’opportunità per incontrare rapidamente diversi capi di governo che potrebbero avere un ruolo da svolgere se la Svezia deciderà presto di candidarsi per l’adesione alla NATO.

Secondo il governo, il fatto che Polonia e Svezia abbiano preso l’iniziativa di tenere insieme la conferenza è dovuto al fatto che i due paesi hanno spinto per il cosiddetto partenariato orientale nell’Unione europea. È stato lanciato nel 2009 e mira a far sì che l’UE abbia e sostenga buone relazioni con paesi come Georgia, Ucraina e Moldova, sia dal punto di vista economico che in altri modi.

Un mese fa, la capitale polacca ha presieduto la conferenza mondiale dei donatori “Stand up for Ukraine”. Ne sono risultate promesse per un totale di 10,1 miliardi di euro, equivalenti a poco più di 100 miliardi di corone svedesi.

La conferenza è stata organizzata dalla Commissione Europea e dal Governo del Canada, in collaborazione con l’organizzazione internazionale Global Citizen, ed era rivolta a tutti: governi, aziende private e privati.