TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Alla quarta Olimpiade, la squadra femminile svedese di pallamano si prepara alla finale

I Giochi estivi di Pechino 2008 sono stati la prima volta che la pallamano femminile svedese si è qualificata per le Olimpiadi.

Ho iniziato male.

La Svezia ha perso le prime tre partite, ma le vittorie su Germania e Brasile sono state sufficienti per raggiungere i quarti di finale, che la Norvegia ha vinto 31-24, e la Svezia ha terminato otto partite.

Nonostante abbia portato la Svezia alle Olimpiadi, Ulf Scheffert non ha mai riacquistato la fiducia come capitano della squadra nazionale. Il nono posto agli Europei tenuti in Macedonia nello stesso anno è stata la sua caduta.

Come leader, devi agire quando le cose non vanno come previsto. Potrebbero anche non volermi indietro, quindi potrebbe essere risolto da solo, dice Scheffert In un’intervista DN.

La gilda non lo vuole indietro.

Il capitano dell’Unione Ulf Scheffert ha dovuto finire nono ai Campionati Europei 2008.

Foto: Leif R Jansson/TT

Scheffert ha espresso il suo disappunto e ha detto che la Handball Association gli ha promesso verbalmente di continuare.

Per Johansson, che era assistente capitano di Schefvert, ha assunto la responsabilità primaria con Magnus “Bagarn” Johansson al suo fianco.

Gli infortuni ai giocatori chiave hanno interrotto la ricarica in vista della Coppa del Mondo 2009 in Cina e la Svezia ha concluso con un modesto 13° posto.

Linnea Torstensson è stata nominata Giocatrice del Torneo quando la Svezia ha vinto l'argento ai Campionati Europei nel 2010.

Linnea Torstensson è stata nominata Giocatrice del Torneo quando la Svezia ha vinto l’argento ai Campionati Europei nel 2010.

Foto: Nils Jakobsson / Bildbyrån

Ai Campionati Europei in Norvegia e Danimarca nel dicembre 2010 La grande svolta è arrivata.

Il giovane svedese non solo ha sciato lungo le piste di Lillehammer in Norvegia, ma si è anche fatto avanti sul campo di pallamano.

Isabelle Goldin, 21, Sabina Jacobsen, 21, Jamina Roberts, 20, e Natalie Hagman, 19 sono diventate le adorabili nuove maialine degli amici della pallamano.

Nel girone centrale, la Svezia ha battuto la Norvegia e ha raggiunto le semifinali. Linnea Torstensson ha scelto la giocatrice più preziosa del torneo e ha segnato nove gol quando la Svezia ha vinto la semifinale contro la Romania 25-23.

La finale al Box District di Herning, in Danimarca, è stata emozionante. La Svezia è passata in vantaggio nel primo tempo per 11-10, ma la Norvegia si è girata e ha vinto 25-20.

Il campionato europeo di pallamano 2010 è stata la prima volta che la Svezia ha vinto una medaglia in un torneo importante.

Il campionato europeo di pallamano 2010 è stata la prima volta che la Svezia ha vinto una medaglia in un torneo importante.

Foto: Nils Jakobsson / Bildbyrån

Quando il capitano Joanna Wieberg, che è l’attuale vice capitano Thomas Axner, ha vinto l’argento, è stata la prima volta che la Svezia ha vinto una medaglia in un torneo importante.

Per Johansson ha detto che non solo si è divertito una partita di pallamano, ma si è rilassato con whisky e Joni Mitchell più tardi nella notte.

– Non c’erano quantità di alcol e ho capito che dura poco. Ma il 2010 è stato molto più forte perché ho potuto godermi il momento ogni giorno. Quindi chiunque potrebbe dire che è stata una vita rovinata durante quel torneo, ma ne è valsa la pena ogni volta della settimana.

Le aspettative erano alte per la Coppa del Mondo 2011 in Brasile, ma negli ottavi la Svezia ha incontrato la Francia e ha perso 23-26.

A Euro 2012, Tina Flügenmann ha raggiunto il suo ultimo campionato ed è stata portata in panchina dal capitano della nazionale nella sua ultima partita.

A Euro 2012, Tina Flügenmann ha raggiunto il suo ultimo campionato ed è stata portata in panchina dal capitano della nazionale nella sua ultima partita.

Foto: Leif R Jansson/TT

Erano anche le Olimpiadi di Londra 2012 Grosso fallimento nel tornare a casa dopo cinque sconfitte consecutive. Per Johansson ha scelto di lasciare il suo lavoro come capitano della squadra nazionale e giocatori come Joanna Wiberg, Matilda Bosson, Gabriella Cain, Annika Will Freinden e Teresa Islas Helgesson hanno lasciato.

La nomina di Torbjörn Klingvall a capitano della nuova squadra nazionale è stata un disastro.

Quando Tina Flügenmann ha giocato la sua 225esima e ultima partita della nazionale, contro la Repubblica Ceca a Euro 2012, Klingvall non ha mai dato un secondo in campo al fedele servitore della nazionale.

L’anno successivo, Klingvall non è riuscito a portare la Svezia alla Coppa del Mondo, ha ricevuto pesanti critiche dai giocatori e ha scelto di dimettersi prematuramente.

Ai Campionati Europei in Croazia e Ungheria nel 2014, la Svezia è tornata in vetta.

La prima donna capitano della nazionale, Dane Helle Thomsen, insieme al compagno di squadra Thomas Sivertson, ha fatto sentire di nuovo felici i giocatori e la Svezia ha conquistato la medaglia di bronzo battendo il Montenegro 25-23.

Il capitano della Svezia Thomas Sivertson e Helle Thomsen con le loro medaglie di bronzo agli Europei 2014.

Il capitano della Svezia Thomas Sivertson e Helle Thomsen con le loro medaglie di bronzo agli Europei 2014.

Foto: Aleksandar Djurovic/TT

Dopo la qualificazione per la Coppa del Mondo 2015 in Danimarca, dove la Svezia è andata agli ottavi, Thomsen si è bruscamente ritirato, si vociferava di difficoltà a collaborare con Sivertsson.

“È stato fantastico lavorare con la nazionale svedese nell’ultimo anno e spero che questo non significhi un addio, ma piuttosto una riunione”, afferma Thomsen in un comunicato stampa.

Sivertsson è stato licenziato e nel marzo 2016, Thomsen è tornato provvisoriamente e ha assicurato alla Svezia la qualificazione per le Olimpiadi di Rio.

Natalie Hagman ha eguagliato il record di gol nel Campionato Europeo 2018 con 17 gol contro la Russia, ma la Svezia ha mancato le semifinali.

Natalie Hagman ha eguagliato il record di gol nel Campionato Europeo 2018 con 17 gol contro la Russia, ma la Svezia ha mancato le semifinali.

Foto: John Olaf Nesfold/Bildeberan

Anche il terzo torneo olimpico non ha avuto successo. Con Henrik Signel come capitano della squadra nazionale, la Svezia ha raggiunto i quarti di finale con la Norvegia che ha vinto con un imbarazzante margine di 33-20.

Prima dei Campionati Europei in casa nel 2016, Signel ha inaspettatamente pugnalato il giocatore di nove metri e il cecchino Lenja Torstenson, con grande delusione dei giocatori svedesi che hanno terminato otto nel torneo.

Signell ha iniziato la classifica a squadre e alla Coppa del Mondo in Germania nel 2017, le donne hanno giocato per una medaglia della Coppa del Mondo per la prima volta quando hanno incontrato l’Olanda in una partita per la medaglia di bronzo. La Svezia è avanzata 18-16 ma ha perso 21-24.

Che Natalie Hagman eguaglia il capocannoniere del Campionato Europeo con 17 gol contro la Russia non ha aiutato. La Svezia ha ancora perso le semifinali del Campionato Europeo in Francia 2018, perdendo la partita del quinto posto contro la Norvegia, per un totale di 29-38.

Dopo il Mondiale in Giappone, dove la Svezia si è classificata settima, la federazione ha scelto di non prolungare il contratto di Signell.

Thomas Axner (a sinistra) voleva vedere una squadra nazionale meglio allenata fisicamente.  Ecco un allenamento su Bosön.

Thomas Axner (a sinistra) voleva vedere una squadra nazionale meglio allenata fisicamente. Ecco un allenamento su Bosön.

Foto: Jonas Lindqvist

L’idea era che Thomas Axner avrebbe sostituito Henrik Signel come capitano della squadra nazionale dopo le Olimpiadi di Tokyo. Ma la pandemia di Corona ha spostato le Olimpiadi al 2021 e quando le qualificazioni ai Campionati Europei sono state annullate a giugno, Axnér è stato in grado di prendere le redini prima del previsto.

Ci sono voluti solo due giorni prima che si rendesse conto di cosa aveva bisogno di miglioramento per raggiungere la vetta mondiale assoluta.

– La fisica dovrebbe migliorare. Se lo confrontiamo con lo strato tra i posti cinque e otto, possiamo certamente misurare noi stessi. Ma quando vedo le migliori squadre di sempre, è un altro livello di forza e resistenza, dice Axnér a DN durante il campo a Bosön nell’estate del 2020.

La prima partita di campionato è andata bene. La Svezia ha vinto la prima agli Europei in Danimarca 2020 contro la Repubblica Ceca per 27-23. Poi in discesa, delle cinque partite che seguirono, la Svezia ne perse quattro, pareggiò e terminò undici nel torneo.

Jamina Roberts, veterana della nazionale, ha assunto grandi responsabilità individuali nel gruppo.

Jamina Roberts, veterana della nazionale, aveva una grande responsabilità individuale nel gruppo.

Foto: Joanna Lundberg/Bildeberan

Dopo poco più di un anno da capitano della Nazionale Axnér ha ora la possibilità di portare la Svezia alla sua prima medaglia olimpica nella pallamano femminile.

La squadra ha annusato una partita per l’oro ma finisce con una partita di bronzo che è abbastanza buona.

Il duro sforzo per migliorare la forma fisica dei giocatori e far capire loro il ruolo nella squadra ha dato i suoi frutti.

Portare tutti nella stessa direzione è, ovviamente, una parte importante. Diventeremo una squadra, ma poi i giocatori vogliono esibirsi come individui, vuoi brillare e avere la tua agenda. Ma più piccola è e più ampia è l’agenda collettiva, meglio ci esibiremo come squadra, afferma Axnér.

READ  Forsberg sulla perdita dell'Europeo: "Uno dei più violenti che abbia passato"