TecnoSuper.net

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

A cento anni dalla prima guerra mondiale, in Europa si scavano di nuovo le trincee

Il campo appare vuoto, ma è minato. Da qui ci vuole mezz’ora per raggiungere a piedi la periferia di Donetsk. Il sogno di Ivan è giocare a calcio alla Donbass Arena.

– Ma soprattutto, ovviamente, vogliamo fotografarci in un Cremlino in fiamme, dice con una risata.

Ivan ha 24 anni ed è il comandante in capo dell’avamposto dell’esercito ucraino fuori Krasnohorivka. Come il resto dei soldati che incontriamo nelle trincee, non gli è permesso di pronunciare il suo cognome. La linea del fronte si estende per cinquecento metri. Il campo aperto viene monitorato con un endoscopio.

Abbiamo bisogno dell’aiuto dell’Occidente, ma l’Ucraina deve ancora difendersi. Nessuno può farlo per noi, dice Evan. È il comandante di una posizione dell’esercito ucraino nella città di Krasnohorivka, a pochi chilometri da Donetsk, controllata dai separatisti.

Foto: Paul Hansen

La guerra nell’Ucraina orientale è in corso dal 2014 e ora i soldati di entrambe le parti hanno avuto il tempo di scavare adeguatamente. Le trincee corrono in labirinti, centinaia di metri, e continuamente si costruiscono nuovi labirinti. Il più recente qui fuori Krasnohorivka è stato recentemente scavato l’anno scorso.

– Ovviamente lo stiamo ampliando dove lo permetti in base all’accordo di riduzione. Abbiamo visto che hanno iniziato a costruire trincee nella zona grigia dall’altra parte. Poi ovviamente facciamo lo stesso. Evan dice che stai facendo piccoli passi avanti in questa guerra.

Ecco come si combatte La guerra di oggi nell’Ucraina orientale. Le trincee sono scavate e rinforzate. Stai guardando cosa sta facendo l’altra parte. Stai aspettando che succeda qualcosa. Questa primavera quando la Russia Truppe ammassate vicino al confine ucraino La situazione è stata tesa per diverse settimane. Poi il Cremlino annunciò a gran voce che le esercitazioni militari erano terminate.

Un attacco con granate può avvenire in qualsiasi momento. Nelle trincee fuori Krasnohorivka, tre soldati sono morti durante la cosiddetta rotazione precedente. Ogni ciclo è di sei mesi, il tempo in cui un gruppo di soldati assume questa posizione.

Negli ultimi tempi la situazione è molto peggiorata. Hanno iniziato a spararci con l’artiglieria pesante anticarro MT-12. Distruggono molto, anche le infrastrutture civili. La scorsa settimana una granata è caduta nell’ospedale cittadino. L’altro ieri, tre granate sono cadute in una strada normale, afferma l’addetto stampa ucraino Geffen.

Negli ultimi tempi la situazione è molto peggiorata.  Hanno iniziato a spararci addosso con l'artiglieria pesante anticarro MT-12, dice l'addetto stampa ucraino Geffen a Krasnohorivka.

Negli ultimi tempi la situazione è molto peggiorata. Hanno iniziato a spararci addosso con l’artiglieria pesante anticarro MT-12, dice l’addetto stampa ucraino Geffen a Krasnohorivka.

Foto: Paul Hansen

Secondo Evan È sempre chiaro chi sta sparando dall’altra parte. C’è una grande differenza nel modo in cui i locali non istruiti sparano rispetto ai soldati russi professionisti.

Un gruppo di ingegneri è stato recentemente ferito da cecchini. Anch’io sono un militare, ma non posso sparare in quel modo. È chiaro che erano cecchini addestrati inviati dalla Russia, dice Ivan.

A volte il lato separatista invia droni per coordinare il fuoco dall’aria.

– Questo tipo di drone costa almeno 40.000 grivna (equivalenti a 12.000 corone). Un normale minatore non sa come usarlo per scopi militari. Essere in grado di pilotare un drone è una cosa, ma guidarlo con il fuoco è un’altra. Ivan dice che questa conoscenza viene dalla Russia.

immagine 1 da 4
L’addetto stampa Geffen controlla quanto fosse profondo l’attentato di ieri dietro la trincea. Dice che sparano bene.

Foto: Paul Hansen

immagine 2 da 4
I bossoli vuoti sono ovunque nelle trincee. Le sparatorie continuano quasi quotidianamente nonostante il cessate il fuoco.

Foto: Paul Hansen

immagine 3 da 4
I soldati nelle trincee hanno recuperato frammenti di granate che venivano sparati contro di loro a intervalli regolari.

Foto: Paul Hansen

immagine 4 da 4
Il cartello dice “Mine Danger”. In molte zone vicino al fronte dell’Ucraina orientale non è più possibile spostarsi a causa del pericolo delle mine.

Foto: Paul Hansen


È frustrante stare in trincea per anni?

– Abbiamo una responsabilità nei confronti dei nostri soldati, non possiamo attaccare Donetsk. Questo significa grandi perdite. La Russia ha un budget militare molto più ampio, supporto aereo e molti soldati. Se avanziamo verso Donetsk, annunceranno al mondo intero che i russofoni della città devono essere protetti. E poi mandano tutto il loro esercito. Quindi è saggio seppellirci.

Evan ci invita a pranzo alla fiera – stufato di piselli con un sacco di grasso e sale salone (Maiali). La galleria è una stanza scavata nel terreno dove ti siedi su una stretta panca a un lungo tavolo e guardi le notizie TV dalla Repubblica di Donetsk. Una trasmissione di notizie di propaganda sulla celebrazione della città della vittoria dell’Unione Sovietica nella seconda guerra mondiale. I soldati ridono mentre mangiano.

– L’esercito ucraino oggi è qualcosa di completamente diverso da quello che era nel 2014. Siamo molto più preparati, oggi possiamo difenderci. Almeno qualcosa, dice Ruslan, un soldato di Odessa.

Putin non deve essere compromesso. È un avversario duro, astuto e cattivo”.

Mentre era in corso la mobilitazione russa, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky gli ha suggerito di incontrare Putin in prima linea nel Donbass. Putin non ha risposto all’invito. Secondo Ruslan, Zelensky non dovrebbe negoziare con lui.

Non ha senso negoziare con la Russia finché l’Ucraina non avrà un esercito abbastanza forte da dissuaderli. Solo allora la Russia ci rispetterà. Putin non dovrebbe essere compromesso. È un avversario duro, astuto e cattivo.

Una ventina di cani vivono nelle trincee fuori Krasnohorivka.  Questi cuccioli sono nati qui e non conoscono altra vita.

Una ventina di cani vivono nelle trincee fuori Krasnohorivka. Questi cuccioli sono nati qui e non conoscono altra vita.

Foto: Paul Hansen

negli anni I soldati si sono sistemati bene nelle loro posizioni. Coltivano cipolle e fragole in un piccolo giardino pulito. Si attaccano ai loro cani, che non solo fungono da animali domestici, ma hanno un ruolo importante nella difesa.

I cani avvisano sempre in tempo per gli attacchi con le granate. Se il tuo cane corre in un rifugio antiaereo, sai che è ora che tu faccia lo stesso, dice Evan.

Molti cani sono nati in trincea. Ad esempio, il candido Uksus, uno dei preferiti dai soldati, che ci segue alle calcagna e chiede di essere accarezzato.

L'addetto stampa Geffen e la mascotte Oxus in una postazione dell'esercito ucraino fuori Krasnohorivka.

L’addetto stampa Geffen e la mascotte Oxus in una postazione dell’esercito ucraino fuori Krasnohorivka.

Foto: Paul Hansen

I cani sentono molto meglio di noi, sanno subito quando sta arrivando una granata. Non stiamo solo rintracciando loro, ma anche i cani nemici. Evan dice che capisci cosa sta succedendo lì seguendo il loro comportamento.

Secondo lui, non tutti i cani sono in grado di vivere sotto un costante bombardamento. Chi riesce meglio nasce in trincea. La guerra continua che molte generazioni di cani hanno avuto il tempo di riprodursi in questa posizione.

Sebbene Evan È al fronte da diversi anni e i suoi genitori non sanno dove sia.

– Certo che sanno che sono un ufficiale, ma pensano che sia in una base militare. Non ho detto loro che ero davanti e non volevo preoccuparli. Avevo 18 anni quando è iniziata la guerra, dobbiamo difendere il nostro Paese. Nessuno lo fa per noi.

Stai attento, stai attento.  Nelle trincee, entrambe le parti si seguono costantemente con l'aiuto del binocolo.

Stai attento, stai attento. Nelle trincee, entrambe le parti si seguono costantemente con l’aiuto del binocolo.

Foto: Paul Hansen

READ  Misteriosi attacchi a Washington - vicino alla Casa Bianca